Claudia Testoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudia Testoni
Claudia Testoni.JPG
Claudia Testoni (in prima corsia).
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Ostacoli, velocità
Record
100 m 12"9 (1939)
80 hs 11"3 (1939)
Società Atletica Virtus Bologna flag.svg SEF Virtus Bologna
Carriera
Nazionale
1931-1940 Italia Italia 17
Palmarès
Europei 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 26 gennaio 2011

Claudia Testoni (Bologna, 19 dicembre 1915Cagliari, 17 luglio 1998) è stata un'atleta italiana, campionessa europea degli 80 metri ostacoli a Vienna nel 1938.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Concittadina e compagna di scuola di Ondina Valla, fu sua rivale per tutta la carriera agonistica. Nel 1936, ai Giochi olimpici di Berlino, ottenne il quarto posto negli 80 metri ostacoli, dopo una finale emozionante risolta al fotofinish, e lo stesso piazzamento nella staffetta 4×100 metri.

Si dice che la delusione per il quarto posto olimpico fu talmente grande che da quel momento non rivolse più il saluto all'amica e rivale Ondina.[1] Altre fonti, tuttavia, riportano lettere in cui le due amiche si rinnovano manifestazioni d'affetto.[2]

Negli anni successivi ebbe modo di rifarsi, conquistando la medaglia d'oro ai campionati europei femminili di Vienna 1938, migliorando quattro volte il primato mondiale degli 80 metri ostacoli, e battendo la Valla in 16 dei successivi 18 duelli (il totale dei confronti tra le due amiche-rivali è però in favore della Valla, per 60 a 33).

Claudia Testoni è stata inserita nella Hall of Fame dell'atletica leggera italiana.[3]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1936 Giochi olimpici Germania Berlino 100 metri batteria
80 hs 11"7
4×100 metri 48"7
1938 Europei Germania Vienna 80 hs Oro Oro 11"6 Record mondiale

Campionati nazionali[modifica | modifica sorgente]

  • 1 volta campionessa nazionale nei 60 metri piani (1933)
  • 1 volta campionessa nazionale negli 80 metri piani (1932)
  • 3 volte campionessa nazionale nei 100 metri piani (1932, 1937, 1940)
  • 2 volte campionessa nazionale nei 200 metri piani (1933, 1934)
  • 3 volte campionessa nazionale nella staffetta 4×100 metri (1934, 1936, 1939)
  • 5 volte campionessa nazionale negli 80 metri ostacoli (1935, 1936, 1938, 1939, 1940)
  • 7 volte campionessa nazionale nel salto in lungo (1931, 1932, 1933, 1934, 1935, 1937, 1938)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ << I Campioni Olimpici >> Trebisonda Valla, Olimpiadi.it. URL consultato il 12 gennaio 2009.
  2. ^ Ondina, la vittoria di un sorriso, L'Aquila, Cassa di Risparmio della Provincia dell'Aquila, 2008.
  3. ^ Hall of Fame FIDAL, FIDAL.it. URL consultato il 12 gennaio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]