Fiona May

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Fiona May
Fiona May nel 2016
NazionalitàBandiera del Regno Unito Regno Unito
Bandiera dell'Italia Italia (dal 1994)
Altezza182 cm
Peso60 kg
Atletica leggera
SpecialitàSalti in estensione
Termine carriera2005
Record
Lungo 7,11 m Record nazionale (1998)
Lungo 6,91 m (indoor - 1998)
Triplo 14,65 m (1998)
Triplo 14,56 m (indoor - 1998)
Carriera
Società
Derby & County AC
Società Sportiva Snam
Atletica Cento Torri Pavia
Nazionale
1986-1993Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna
1994-2005Bandiera dell'Italia Italia31
Palmarès
Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna
Competizione Ori Argenti Bronzi
Universiadi 0 1 0
Mondiali U20 1 0 0
Europei U20 1 0 0
Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra
Competizione Ori Argenti Bronzi
Giochi del Commonwealth 0 0 1
Bandiera dell'Italia Italia
Competizione Ori Argenti Bronzi
Giochi olimpici 0 2 0
Mondiali 2 1 1
Mondiali indoor 1 0 0
Europei 0 1 1
Europei indoor 1 0 0
Giochi del Mediterraneo 1 0 0

Vedi maggiori dettagli

 

Fiona Winsome Marcia May (Slough, 12 dicembre 1969) è un'ex lunghista, triplista e attrice britannica naturalizzata italiana.

Nel corso della propria carriera sportiva si è laureata due volte campionessa mondiale di salto in lungo, specialità in cui inoltre è salita due volte sul secondo gradino del podio olimpico. È tuttora la detentrice del record italiano di salto in lungo outdoor. Avendo conquistato quattro medaglie ai campionati del mondo (due ori, un argento e un bronzo), la May è l'atleta italiana che più volte è salita sul podio ai campionati del mondo di atletica leggera.

Nata nel Regno Unito in una famiglia di origine giamaicana al cui interno anche il figlio di una sua cugina è dedito allo sport (si tratta del rugbista inglese Marcel Garvey[1]), rappresentò la Gran Bretagna in due edizioni dei Giochi olimpici e l'Inghilterra in una dei Giochi del Commonwealth. Ha acquisito la cittadinanza italiana dopo il matrimonio con Gianni Iapichino, astista e multiplista toscano, celebrato nel 1994. Nello stesso anno ha esordito nella nazionale azzurra agli Europei di Helsinki, dove ha conquistato la medaglia di bronzo in quella che sarà la sua specialità : il salto in lungo. La sua è stata una carriera ricca di successi, fra cui una medaglia europea d'argento a Budapest 1998, due medaglie d'oro mondiali a Göteborg 1995 ed Edmonton 2001, un argento a Siviglia 1999, un bronzo ad Atene 1997 e due argenti olimpici ad Atlanta 1996 e Sydney 2000.

Detiene il record italiano del salto in lungo outdoor, che ha migliorato sette volte, fino ad arrivare all'ultimo proprio in occasione di una medaglia (Budapest 1998), con 7,11 m; ha stabilito due volte anche il record nel salto triplo fino a portarlo a 14,65 m, successivamente superato da Magdelín Martínez.

Fiona è stata anche campionessa mondiale indoor nel 1997 e campionessa europea, sempre indoor, nel 1998.

È stata allenata dal marito, da cui ha avuto due figlie, Larissa, che ha seguito le orme della madre, nel 2002 e Anastasia, nel 2009.

Abbandonata la carriera sportiva, è entrata nel mondo dello spettacolo, partecipando tra il 2006 e il 2007 alla terza edizione della trasmissione, in onda su Rai 1, Ballando con le stelle, condotta da Milly Carlucci, in coppia con Raimondo Todaro, e uscendone vincitrice con l'81% dei voti. Fiona è anche protagonista della fiction Butta la luna, tratta da un best seller di Maria Venturi, e ha preso parte, insieme con la figlia Larissa, a una serie di spot per il marchio Kinder della Ferrero.

Fiona May è laureata in materie economiche all'Università di Leeds e vive da alcuni anni con la famiglia vicino a Firenze, nella località di Calenzano. Nell'estate del 2011 annuncia la sua separazione dal marito Gianni Iapichino.[2]

Dal 13 aprile 2015 prende parte come concorrente alla seconda edizione del programma Si può fare!, con la conduzione di Carlo Conti, su Rai 1.

Dal 2018 è protagonista, con Luisa Cattaneo, dello spettacolo teatrale Maratona di New York di Edoardo Erba.[3]

Record nazionali

[modifica | modifica wikitesto]
Seniores italiani
  • Salto in lungo: 7,11 m (Bandiera dell'Ungheria Budapest, 22 agosto 1998)

Salto in lungo

[modifica | modifica wikitesto]
Stagione Misura Luogo Data Rank. Mond.
2005 6,64 m Bandiera della Spagna Almería 30-6-2005 36ª
2004 6,62 m Bandiera della Turchia Istanbul 20-6-2004 39ª
2003 6,67 m Bandiera dell'Italia Firenze 22-6-2003 31ª
2001 6,97 m Bandiera del Canada Edmonton 7-8-2001
2000 7,09 m Bandiera del Brasile Rio de Janeiro 14-5-2000
1999 7,04 m Bandiera della Spagna Siviglia 21-8-1999
1998 7,11 m Bandiera dell'Ungheria Budapest 22-8-1998
1997 6,97 m Bandiera dell'Italia Torino 24-6-1997
1996 7,02 m Bandiera degli Stati Uniti Atlanta 2-8-1996
1995 6,96 m Bandiera della Francia Villeneuve-d'Ascq 25-6-1995
1994 6,95 m Bandiera dell'Italia Sestriere 31-7-1994
1993 6,86 m Bandiera dell'Italia Sestriere 28-7-1993
1992 6,73 m Bandiera del Regno Unito Gateshead 7-6-1992
1991 6,77 m Bandiera della Germania Francoforte 30-6-1991 19ª
1990 6,88 m Bandiera dell'Italia Bologna 18-7-1990 12ª
1989 6,80 m Bandiera del Regno Unito Gateshead 6-5-1989 15ª
1988 6,82 m Bandiera del Canada Sudbury 30-7-1988 26ª
1987 6,53 m Bandiera del Regno Unito Londra 22-8-1987
1986 6,11 m Bandiera della Grecia Atene 19-7-1986

Salto in lungo indoor

[modifica | modifica wikitesto]
Stagione Misura Luogo Data Rank. Mond.
2003/04 6,69 m Bandiera della Grecia Paiania 22-2-2004
2000/01 6,87 m Bandiera del Portogallo Lisbona 10-3-2001
1997/98 6,91 m Bandiera della Spagna Valencia 1-3-1998
1996/97 6,86 m Bandiera della Francia Parigi 9-3-1997
Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
In rappresentanza della Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna
1986 Mondiali U20 Bandiera della Grecia Atene Salto in lungo 6,11 m
1987 Europei U20 Bandiera del Regno Unito Birmingham Salto in lungo   Oro 6,64 m w
1988 Mondiali U20 Bandiera del Canada Sudbury Salto in lungo   Oro 6,88 m w
Giochi olimpici Bandiera della Corea del Sud Seul Salto in lungo 6,62 m
1990 Europei Bandiera della Jugoslavia Spalato Salto in lungo 6,77 m
1991 Universiadi Bandiera del Regno Unito Sheffield Salto in lungo   Argento 6,67 m
Mondiali Bandiera del Giappone Tokyo Salto in lungo 19ª (q) 6,54 m
1992 Giochi olimpici Bandiera della Spagna Barcellona Salto in lungo nm (q)
1993 Mondiali Bandiera della Germania Stoccarda Salto in lungo 14ª (q) 6,42 m
In rappresentanza dell'Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra
1990 Giochi del
Commonwealth
Bandiera della Nuova Zelanda Auckland Salto in lungo   Bronzo 6,55 m
In rappresentanza dell'Bandiera dell'Italia Italia
1994 Europei Bandiera della Finlandia Helsinki Salto in lungo   Bronzo 6,90 m
1995 Mondiali Bandiera della Svezia Göteborg Salto in lungo   Oro 6,98 m w
1996 Giochi olimpici Bandiera degli Stati Uniti Atlanta Salto in lungo   Argento 7,02 m Record nazionale
1997 Mondiali indoor Bandiera della Francia Parigi Salto in lungo   Oro 6,86 m Record nazionale
Mondiali Bandiera della Grecia Atene Salto in lungo   Bronzo 6,91 m
1998 Europei indoor Bandiera della Spagna Valencia Salto in lungo   Oro 6,91 m Record nazionale
Europei Bandiera dell'Ungheria Budapest Salto in lungo   Argento 7,11 m Record nazionale
1999 Mondiali Bandiera della Spagna Siviglia Salto in lungo   Argento 6,94 m
2000 Giochi olimpici Bandiera dell'Australia Sydney Salto in lungo   Argento 6,92 m
2001 Mondiali indoor Bandiera del Portogallo Lisbona Salto in lungo 6,87 m
Mondiali Bandiera del Canada Edmonton Salto in lungo   Oro 7,02 m w
2003 Mondiali Bandiera della Francia Saint-Denis Salto in lungo 6,46 m Miglior prestazione personale stagionale
2004 Mondiali indoor Bandiera dell'Ungheria Budapest Salto in lungo 6,64 m
Giochi olimpici Bandiera della Grecia Atene Salto in lungo 28ª (q) 6,38 m
2005 Giochi del
Mediterraneo
Bandiera della Spagna Almería Salto in lungo   Oro 6,64 m Miglior prestazione personale stagionale
Mondiali Bandiera della Finlandia Helsinki Salto in lungo 13ª (q) 6,51 m

Campionati nazionali

[modifica | modifica wikitesto]

Altre competizioni internazionali

[modifica | modifica wikitesto]
1989
1991
1993
1994
1995
1996
1997
1998
1999
  •   Oro nella Super League della Coppa Europa (Bandiera della Francia Parigi), salto in lungo - 6,88 m
  •   Bronzo nella Super League della Coppa Europa (Bandiera della Francia Parigi), salto triplo - 14,33 m
2000
2001
2003
2004
2005

Spot pubblicitari

[modifica | modifica wikitesto]

Attività benefiche

[modifica | modifica wikitesto]
  • Testimonial solidale per Missioni Don Bosco.[4]

Programmi televisivi

[modifica | modifica wikitesto]
Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 3 ottobre 2000[5]
  1. ^ (EN) Gareth A. Davies, My Sport: Marcel Garvey, in The Daily Telegraph, 1º ottobre 2002. URL consultato il 6 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 29 febbraio 2016).
    «Athletics is in the family: Fiona May, the women's long jump world champion who competes for Italy, is my mum's cousin»
  2. ^ Fiona May: "Così è finita con mio marito", su tgcom24.mediaset.it, 19 luglio 2011. URL consultato il 18 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2012).
  3. ^ Maratona di New York, su teatro.it.
  4. ^ Fiona May testimonial di Missioni Don Bosco, su missionidonbosco.org, 22 aprile 2019. URL consultato il 31 agosto 2020.
  5. ^ May Dott.ssa Fiona, su quirinale.it. URL consultato il 16 novembre 2014.
  • Mauro Valeri, Black Italians: Atleti neri in maglia azzurra, Roma, Palombi Editori, 2006, ISBN 88-6060-039-1.

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vincitori di Ballando con le stelle Successore
Cristina Chiabotto, Raimondo Todaro Terza edizione (2006) Maria Elena Vandone, Samuel Peron
Controllo di autoritàVIAF (EN90399823 · SBN VIAV100602 · WorldCat Identities (ENlccn-n00021419