Kinder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kinder (Ferrero))
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Kinder (disambigua).
Logo della Kinder

Kinder è un marchio commerciale italiano, di proprietà dell'azienda italiana Ferrero S.p.A., che identifica una linea di prodotti dolciari, generalmente a base di cioccolato.

Il marchio, lanciato nel 1968, rappresenta uno dei principali marchi della Ferrero[1]. Il nome deriva dal termine tedesco Kinder, che significa "bambini" poiché il prodotto è pensato esclusivamente per i bambini.[2]

Il suo slogan, mai modificato dalla fondazione, recita "+ latte - cacao"[3].

Linee[modifica | modifica wikitesto]

Prodotti Kinder in un supermercato in Israele nel 2009

I prodotti della Kinder sono suddivisi in varie linee, a seconda della morfologia e dalla classificazione dei prodotti.

Kinder Cioccolato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kinder Cioccolato.
Kinder Cioccolato

Il primo prodotto realizzato con il marchio Kinder[1]: una barretta di glassa al latte ricoperta di cioccolato Kinder. Il successo fu immediato e da allora la Ferrero continuò ad ideare ricette per la creazione di un numero sempre maggiore di prodotti.

Kinder Cereali[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kinder Cereali.

Una barretta con la stessa consistenza del Kinder Cioccolato, con la differenza di una forma più larga e l'aggiunta dei cinque cereali. Il peso netto del prodotto è di 21 g ed è uno dei prodotti della linea Kinder pubblicizzati come più "sani" e nutrizionali. Fu prodotto per la prima volta nel 1976.

Kinder Bueno[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kinder Bueno.
Kinder Bueno

Una confezione di 2 wafer ripieni di cioccolato alle nocciole e ricoperti di cioccolato al latte. Compare nei supermercati nel 1991 ed è il primo prodotto Kinder croccante. Fra i prodotti della linea è ancora oggi uno dei più venduti.

Kinder Bueno White[modifica | modifica wikitesto]

Una variante del Kinder Bueno, ricoperto da una glassa al latte e granella di cacao, entrato in commercio nel 2006 inizialmente come edizione limitata, è poi rimasto stabilmente in listino.

Kinder Bueno Dark[modifica | modifica wikitesto]

È un'altra variante, più recente, anch'essa diventata stabile. Identico al classico Kinder Bueno ma il cioccolato è fondente.

Kinder Schoko Bons[modifica | modifica wikitesto]

Kinder Schoko Bons.

Piccoli ovetti al latte e scaglie di nocciole ricoperti di cioccolato al latte.

Kinder Sorpresa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kinder Sorpresa.

Nato nel 1974 da un'idea di Michele Ferrero e di William Salice (che però attribuiva a Ferrero l'effettiva ideazione del prodotto, affermando: «L'inventore è Ferrero, io sono l'esecutore materiale»[4]) ha riscosso successo soprattutto presso i bambini grazie ai gadget che è possibile trovare al suo interno, protetti da una solida cupola di plastica per motivi igienici. La cupola di plastica viene a sua volta sigillata dentro un uovo di glassa al latte ricoperto di cioccolato Kinder. Il suo peso netto è di 20 g.

Kinder Delice[modifica | modifica wikitesto]

Kinder Delice è una merendina realizzata con due soffici pan di Spagna al cacao, con copertura al cacao e farcita al latte.

Kinder Brioss[modifica | modifica wikitesto]

Kinder Brioss è una merendina prodotta a partire dal 1975[5][6] dalla Kinder, linea dedicata al cioccolato dell'industria dolciaria Ferrero.

Realizzata con pan di Spagna farcito con doppio strato di crema al latte, è venduta in confezioni da dieci pezzi. È disponibile anche in versione integrale.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni sono state proposte anche delle varianti, spesso in "edizione limitata", che hanno affiancato il prodotto principale:

  • Kinder Yogo Brioss, con uno strato di crema allo yogurt ed uno di confettura di albicocche.
  • Kinder Brioss Frutta, con doppio strato di confettura di albicocche[7].
  • Kinder Brioss Frutta Agrumi, con doppio strato di confettura di limoni e arance[8].
  • Kinder Brioss Latte Macchiato, con doppio strato di crema al caffè decaffeinato[8][9].

Oltre alla Kinder Brioss la Ferrero produce anche una versione con un pan di Spagna molto più friabile e con singolo strato di farcitura:

  • Ferrero Brioss, con ripieno alla confettura di albicocche o ciliegie[10] (in produzione dal 1961)[5][11].
  • Ferrero Yogo Brioss, con ripieno allo yogurt[12].
  • Ferrero Brioss Cacao Magro e Cereali, con ripieno al cacao[8].
  • Ferrero Brioss Cacao e Agrumi, con farcitura al cacao e agrumi[13].

Kinder Pan e Cioc[modifica | modifica wikitesto]

Simile al Kinder Brioss, il Kinder Pan e Cioc è rivestito da dei quadratini marroni al cioccolato, per dare l'effetto scacchiera, e all'interno dell'impasto sono presenti delle gocce di cioccolato.

Kinder Colazione Più[modifica | modifica wikitesto]

Anche questo simile al Kinder Brioss, il Kinder Colazione Più è realizzato da pan di Spagna al gusto di cacao, e all'interno dell'impasto sono presenti i 5 cereali. È disponibile anche in versione integrale.

Linea Fresco[modifica | modifica wikitesto]

Gelato Kinder Bueno

La Linea Fresco è composta da merendine dolci da conservare in frigorifero e consumare in tempi relativamente brevi a causa della scioglievolezza. Questa linea comprende:

Kinder Cards[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un particolare biscotto a doppia cialda, di cui una a base di cacao, con una crema al latte e cacao commercializzato dal 2017. All'interno della confezione è possibile trovare un codice per accedere alla fabbrica di cioccolato Kinder.

Kinder CereAlè[modifica | modifica wikitesto]

Barretta ai cereali e nocciole o con gocce di cioccolato. La differenza tra le barrette comuni consiste nella forma più corta e larga. Testate durante EXPO 2015, sono entrate in commercio nel 2019.

Kinder CereAlè Biscotti[modifica | modifica wikitesto]

Linea Gelati[modifica | modifica wikitesto]

Il bimbo Kinder[modifica | modifica wikitesto]

Il "bimbo Kinder" è il bambino il cui volto è raffigurato sulla parte destra delle confezioni di Kinder Cioccolato. In passato veniva usata un'immagine (ritoccata più volte) del tedesco Günter Euringer. Sostituito intorno al 2006 da Matteo Farneti. Nel 2009 la Ferrero ha organizzato un concorso per bambini tra i 4 e gli 8 anni per diventare "bimbo Kinder" per un breve periodo di tempo.

Tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente i massimi volumi di vendita di questa linea di prodotti si realizzano nei periodi di festività quali Pasqua e Natale.

Durante il periodo di Pasqua vengono prodotte uova di cioccolato di varie dimensioni, sul modello dal celebre ovetto Kinder Sorpresa.

Nel periodo natalizio la Ferrero è solita realizzare i prodotti classici in speciali confezioni decorative per l'albero di Natale e anche vari calendari dell'avvento.

Edizioni limitate[modifica | modifica wikitesto]

Nella collezione di prodotti Kinder non mancano le edizioni limitate, prodotti solitamente multifunzionali. Di seguito è elencata la lista:

  • Cioccolibri: Libri per bambini della collana Il battello a vapore allegati ad una confezione di Kinder Cioccolato da 16 pezzi. È un'idea nata per stimolare l'attività della lettura nei bambini.
  • Kinder Friends: Raccolta di Kinder Bueno, Kinder Cioccolato, Kinder Cereali e Kinder Schoko Bons in una piccola scatolina di cartone, sotto forma di piccoli snack. Ve n'è anche una versione ridotta.
  • Mezzo metro Kinder: Tre confezioni di Kinder Cioccolato da 8 barrette l'una disposte longitudinalmente, confezionate a loro volta in un imballaggio che ha la funzione di righello.
  • Kinder Bueno Dark

Cartoni[modifica | modifica wikitesto]

Kinder e Ferrero Multimedia Production[modifica | modifica wikitesto]

I Cartoni di Kinder e Ferrero o i Ferrero Cartoon sono una serie di film animati, dei mediometraggi nello specifico, sviluppati dalla Ferrero S.p.A. e sponsorizzati dalla stessa dal 2001 al 2008.

Essi venivano pubblicati, prima uno, poi due, per ciascun anno attraverso le merendine Kinder, in tutto vi sono dieci cartoni. A questi si aggiunge anche un DVD contenente alcuni episodi della serie televisiva animata Mostri e pirati, intitolato Mostri & Pirati - L'avventura.

I primi 6 film venivano distribuiti su VHS, poi in seguito anche in Video CD (un precursore del DVD; questo formato basato su CD-ROM contiene un lettore multimediale realizzato con Macromedia Director per la visualizzazione del film sul computer) e successivamente in DVD. Sempre nelle confezioni di merendine, per pubblicizzarne i prodotti, vennero distribuiti anche degli advergames per PC, dei gadget e delle statuette in plastica riproducenti i personaggi dei film, solitamente aventi caratteristiche uniche (ad esempio, cambiavano colore se si mettevano in frigo, si illuminavano al buio, ruotavano su sé stessi se avvicinati tra di loro e simili).

Sul sito ufficiale è stato creato un altro video animato dal titolo I Nut-Nut e il segreto della Nutella, pubblicato nel Natale 2006, con lo scopo di sponsorizzare appunto la nota crema di nocciole e cacao.

Non sono da considerare ufficiali nella serie Aida degli alberi e Totò Sapore e la magica storia della pizza (lungometraggi di animazione già distribuiti al cinema), e il primo episodio della stagione bonus di Monster Allergy (serie televisiva della Rainbow), sebbene questi sono stati anch'essi fortemente sponsorizzati dalla Ferrero con film, gadget e pupazzi.

I film[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Anno Soggetto Sceneggiatore Musicista Produttore Produttore
esecutivo
Regista Studio di
produzione
I Magotti e la pentola magica 2001 Roberto
Piumini
Bianca Pitzorno Daniele Cestana Roberto Buttafarro
Silvio Pautasso
Anthony LaMolinara
Giorgio Valentini
Silvio Pautasso
Harold S.p.A.
Motus S.r.l.
I Lunes e la sfera di Lasifer 2002 Marcello Vitanza Mauro Pagani Giorgio Valentini
Silvio Pautasso
I Magicanti e i 3 elementi 2003
I Roteò e la magia dello specchio 2004 Giancarlo Di
Giovine
Angelo Poggi
Giovanni Cera
Alberto
Ventafridda
Marco Marcolini Alessandro Belli The Animation
Band
Gli Animotosi nella terra di Nondove 2005 Filippo
Fiocchi
Filippo Fiocchi
I Lampaclima e l'isola misteriosa 2006 Roberto
Piumini
Francesco
Sulpizi
Gianluca Bellomo Maurizio Forestieri Cartoon One
Gli Skatenini e le dune dorate 2007 Filippo
Fiocchi
Gli Smile and Go! e il braciere bifuoco Cristina Lo
Giudice
Pietro Bezza
Cristina Fiumara
Magnolia
Neo Network
La Pallastrike sull'Isola di Pasqua 2008
Gli Straspeed a Crazy World Filippo Fiocchi
Matteo Valenti

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Magic Kinder[modifica | modifica wikitesto]

Esistevano poi otto titoli (cinque mediometraggi e tre cortometraggi), distribuiti esclusivamente nelle confezioni speciali dei Kinder Sorpresa, atti a sponsorizzare alcune delle sorprese distribuite negli stessi ovetti di cioccolato. A differenza dei cartoni Kinder e Ferrero alcuni di questi sono stati distribuiti anche fuori dall'Italia. La loro intera produzione fu ad opera della Magic Production Group S.A. (MGP).

I film[modifica | modifica wikitesto]

Titolo originale/alternativo Anno Soggetto Sceneggiatore Musicista Produttore Produttore
esecutivo
Regista Studio di co-
produzione
I Cavallegri 2004 David Frati
Luca Boschi
Roberto
Frattini
Graziano Maria
Sforza
Maurizio Forestieri Urbis Films
Monster Hotel 2005 François Corteggiani François Corteggiani
Michel Fuzellier
Graziella Loi Franco Serra
Fulvia Serra
Michel Fuzellier Gertie S.r.l.
I Piramolli Michel Fuzellier
Paola Ducci
Patrizio
Fariselli
Franco Serra
La città delle note François Corteggiani Michel Fuzellier
Piccoli pompieri / Baby pompieri Maurizio Forestieri
Magic Sport - Il calcio magnetico 2006 Dario Colombo Marco Beretta
Maurizio Forestieri
Roberto
Frattini
Graziano Maria
Sforza
Urbis Films
Mondo TV
Magic Lessons François Corteggiani François Corteggiani
Michel Fuzellier
Patrizio
Fariselli
Franco Serra Michel Fuzellier Gertie S.r.l.
Magic Sport 2 2008 Luca Blengino
Francesco Artibani
Roberto
Frattini
Gian Claudio
Galatoli
Maurizio Forestieri Mondo TV

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La storia di Kinder®, su kinder.com. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  2. ^ Le origini di Kinder, su kinder.com. URL consultato il 14 novembre 2021.
  3. ^ Kinder: 50 anni di storia italiana, su vanityfair.it. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  4. ^ È morto William Salice, il papà dell'Ovetto Kinder - Cronaca, in ANSA.it, 30 dicembre 2016. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  5. ^ a b Le Merendine dolci degli anni '60 e '70, su Anima mia: la nostra memoria bambina. URL consultato il 26 giugno 2017.
  6. ^ Prodotti Ferrero (PDF), su storiaindustria.it. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  7. ^ Kider Brioss Frutta Archiviato il 17 giugno 2017 in Internet Archive. sul sito ufficiale Ferrero
  8. ^ a b c Kinder Edizioni Limitate 2015, su ferrero.it (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2016).
  9. ^ Kinder Brioss Latte Macchiato Archiviato il 13 ottobre 2017 in Internet Archive. sul sito ufficiale Ferrero
  10. ^ Kinder Brioss, su ferrero.it. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  11. ^ Anni '60-'70, su ferrero.it. URL consultato il 4 aprile 2019.
  12. ^ Ferrero Yogo brioss Archiviato il 24 marzo 2015 in Internet Archive. sul sito ufficiale Ferrero
  13. ^ Brioss Cacao e Agrumi, su ferrero.it. URL consultato il 23 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2017).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina