Nutella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nutella
Logo Nutella.svg
Nutella ak.jpg
Categoriaingredienti
TipoCrema gianduia
MarcaFerrero
Anno di creazione1964
NazionePiemonte Italia Italia
SloganChe mondo sarebbe senza Nutella?
Ingredienti
Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico2 278 kJ (544 kcal)
Proteineg
Carboidrati57,6 g
di cui zuccheri56,8 g
Grassi31,6 g
di cui saturi11 g
www.nutella.it.

«Che mondo sarebbe senza Nutella?»

(storica Tag-line)

Nutella è un marchio commerciale della Ferrero, creato nel 1964. Il prodotto è una crema gianduia contenente zucchero, olio di palma, cacao, nocciole, latte, lecitina di soia e vanillina.

È la crema spalmabile più venduta al mondo, con una produzione di 365.000 tonnellate l'anno.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Nutella viene creata nel 1964 dall'industria dolciaria piemontese Ferrero di Alba (CN), a partire da una precedente crema denominata Pasta Giandujot e poi SuperCrema. Il nome deriva dal sostantivo inglese nut, che significa «nocciola», e il suffisso italiano -ella che messi insieme creano un nome orecchiabile[2], e rappresenta di fatto la crema spalmabile più venduta al mondo, con una produzione di 365.000 tonnellate l'anno.[1]

L'origine della Nutella è legata al cioccolato Gianduia che contiene pasta di nocciole. Il gianduia prese piede in Piemonte nel momento in cui le tasse eccessive sull'importazione dei semi di cacao cominciarono a scoraggiare la diffusione del cioccolato convenzionale. Pietro Ferrero possedeva una pasticceria ad Alba, nelle Langhe, area nota per la produzione di nocciole. Durante il secondo conflitto mondiale, a causa della mancanza di cacao destinato principalmente alle scorte belliche, Ferrero decise di sostituire il cacao con le nocciole e lo zucchero, e così inventò la "prima versione" del "Giandujiot". Nel 1946 vendette il primo lotto, costituito da 300 kg di Pasta Giandujot. Si trattava di una pasta di cioccolato e nocciole venduta in blocchi da taglio.

Nel 1951 nasceva invece la Supercrema, conserva vegetale venduta in grandi barattoli. Nel 1963 Michele Ferrero, figlio di Pietro, decise di rinnovare la Supercrema con l'intenzione di commercializzarla in tutta Europa. La composizione venne modificata, così come l'etichetta e il nome: la parola Nutella e il logo vennero registrati verso la fine dello stesso anno, restando immutati fino ad oggi.

Il primo vasetto di Nutella uscì dalla fabbrica di Alba il 20 aprile del 1964[3]. Il prodotto ebbe successo istantaneo: nel 1965 uscì in Germania dove riscosse subito un enorme successo e l'anno successivo uscì in Francia.[4]

Ulteriori sviluppi[modifica | modifica wikitesto]

Sin dagli esordi Ferrero ha adottato per il formato da 200 grammi dei contenitori in vetro da 250 mL riutilizzabili come forma incentivante all'acquisto del prodotto. Una volta svuotato del suo contenuto, il contenitore può essere utilizzato come bicchiere di casa. Essi furono presto caratterizzati da immagini multicolore. L'uso di immagini serigrafiche stilizzate con temi astratti o legati alla natura è durata sino al 1990, quando furono sostituite da immagini dei personaggi dell'animazione, per poi ritornare sporadicamente. La scelta di merchandising del prodotto a base di immagini a fumetti è ancora attuale per il formato 200 g.

Nel 1969 fu tentata una variazione: la Crema Kinder vitaminizzata:

«A un certo punto si lavorò per far entrare nella linea di prodotti Kinder anche la Nutella […] Il chimico Francesco Rivella fu incaricato di creare "Nutella Vitamin" in quanto si temeva che i concorrenti cercassero di immettere sul mercato una crema spalmabile prodotta con l'aggiunta di sostanze "adatte alla crescita", per invogliare le mamme all'acquisto [...] Ma questo prodotto non uscì mai dalle aree test.»

(Nutella - un mito italiano)

Anni recenti[modifica | modifica wikitesto]

Rimane a tutt'oggi estremamente popolare e viene spesso citato in romanzi, canzoni e opere cinematografiche. Il 14 maggio 2014 in Italia è stato emesso un francobollo ordinario per il 50º anniversario della sua realizzazione, della serie "le Eccellenze del sistema produttivo ed economico".[5] Nel 2021 la Zecca di Stato le ha dedicato tre monete da 5 .

Nel febbraio 2007 una blogger statunitense istituisce il World Nutella Day: da allora si celebra ogni anno il 5 febbraio, riunendo tutta la comunità di appassionati della crema italiana.[6]

Nel giugno del 2010 il Parlamento europeo ha approvato una normativa in base alla quale tutti gli alimenti contenenti molti grassi e zuccheri devono inserire nella loro etichetta l'avviso del «miglior profilo nutrizionale»[7]. L'iniziativa, volta a combattere l'obesità offrendo più informazione ai consumatori, è stata criticata dal vicepresidente della Ferrero SpA Francesco Paolo Fulci, che ha creato il comitato «Giù le mani dalla Nutella»[8], sostenuto dalla regione Piemonte e dall'ex ministro per le Politiche europee Andrea Ronchi, che ha invitato l'Unione europea a non cadere nel «fondamentalismo nutrizionista»[9].

La Nutella funge da ingrediente dei Nutella Biscuits, frollini al cacao lanciati dalla Ferrero nel 2019 dapprima nel mercato francese e poi in altri Paesi.[10]

Il 5 febbraio 2021, in occasione del World Nutella Day, per omaggiare il 75º anniversario dalla fondazione della Ferrero, il Ministero dell'economia e delle finanze ha fatto emettere una moneta d'argento[11], coniata dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, dedicata alla Nutella ed alla Ferrero, all'interno della serie "Eccellenze italiane", con un valore nominale di 5 euro. Sul retro vi è rappresentato il classico barattolo della crema spalmabile e sul fronte la facciata della sede storica della Ferrero ad Alba.[12]

Impatto nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Pane di Pasqua alla Nutella venduto in Ucraina
Barattoli di Nutella venduti in Turchia durante il Ramadan
Nutella Cafe in Canada
Nutella B-Ready in Ilulissat (Groenlandia)

Nutella è la crema spalmabile più diffusa al mondo. L'Ocse ha definito la crema un prodotto esemplare nell'economia di globalizzazione: le 9 fabbriche sono distribuite in tutti i continenti e gli ingredienti utilizzati provengono da diverse parti del mondo[13]. Questa crema è utilizzata soprattutto come accompagnamento per pane, biscotti, dolci e frutta, anche se negli anni sono state ideate numerose ricette che ne prescrivono l'uso in torte, pasticcini e crêpes.

Un fenomeno di costume[modifica | modifica wikitesto]

In molte nazioni europee la crema cioccolato non è solamente un alimento o una golosità, bensì un consolidato fenomeno di costume. Nel corso degli anni e al mutare dei tempi e delle mode la ricetta, la confezione e l'apprezzamento del pubblico di Nutella sono rimasti invariati[senza fonte].

  • La crema è comparsa anche in pellicole cinematografiche: famosa è la scena del film Bianca di Nanni Moretti in cui il protagonista Michele Apicella, alter ego del regista-attore, affoga l'ansia in un enorme barattolo di Nutella alto circa 1 metro, che fu predisposto proprio in funzione del set.
  • Appartiene al linguaggio quotidiano, è presa quale termine di paragone (es. Gnutella) e ha costituito oggetto di studi sociologici.
  • Su di essa sono addirittura stati scritti saggi riferiti al costume italiano (ad esempio Nutella un mito italiano del giornalista Gigi Padovani, edito da Rizzoli nel 2004), libri di ricette e svariate relazioni accademiche che indagano sulle motivazioni dell'apprezzamento di un prodotto trasversale a più generazioni.
  • Giorgio Gaber usò il nome della crema nella sua canzone Destra-Sinistra:

«Se la cioccolata svizzera è di destra, la Nutella è ancora di sinistra.»

I Negrita usarono nell'album XXX il nome della crema nella canzone Sex.

«Provare le ricette, collaudare la cucina, usare la Nutella, usare la farina»

Il cantautore Ivan Graziani le dedicò un'intera canzone, a metà strada tra l'elogio incondizionato, con alcuni consigli su come gustarla meglio, e una serie di metafore a sfondo sessuale che derivano dal diffuso binomio cibo-sesso. La canzone si intitola Lanutella di tua sorella ed è stata cantata insieme a Renato Zero, inserita nell'album Fragili fiori del 1996.

«Quando dovevo dimagrire prendevo il Weetabix, ma di nascosto lo spalmavo di Nutella.»

Nutella Nutellæ è il titolo di un libro umoristico di Riccardo Cassini del 1995, dove vengono riviste parti di celebri opere in chiave Nutella.

I marchi concorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Crema cioccolato.
Nutella spalmata su delle fette biscottate

I produttori di crema cioccolato concorrenti sono numerosi, anche a livello internazionale. Sinora nella penisola italiana nessun concorrente è mai riuscito a imporre il proprio marchio come concreta alternativa a Nutella Ferrero, mentre "Nutella" è diventato nel mondo intero, per estensione, nome comune, più che sinonimo di crema gianduia.[14]

In Italia, a partire dal decennio dal 1975 - 1985 furono messe in commercio molte creme gianduia e dunque simili alla Nutella, alcune delle quali tuttora in vendita. Tra queste:

Nel mondo, prodotti simili con altri marchi godono di largo successo. Tra questi:

  • Merenda in Grecia: il nome è stato preso proprio dall'originale italiano per indicare appunto uno spuntino della prima colazione;
  • Nusspli in Germania: è un prodotto tedesco della ditta Zentis;
  • Nudossi in Germania: è un prodotto tedesco, ancora venduto nella ex Germania dell'Est;
  • La Mars produce una crema da spalmare bicolore marrone e bianca;
  • Alpella In Turchia, prodotta dal colosso alimentare turco Ülker;
  • In Australia la Sweet William, una crema spalmabile priva di latticini e nocciole;
  • In Canada si trovano Choconutta, Hazella e una grande varietà di creme spalmabili alla nocciola con il marchio delle catene di distribuzione;
  • In Nuova Caledonia è vietata l'importazione sia del prodotto italiano sia dei similari prodotti della Francia continentale in modo da proteggere un prodotto locale, il Biscochoc;
  • In Serbia e nei paesi dell'ex-Jugoslavia si vende dal 1972 una crema bicolore simile alla Nutella, chiamata Eurocrem e prodotta a Gornji Milanovac, 120 chilometri a sud di Belgrado. L'importazione della Nutella in questi territori, un tempo osteggiata per ragioni politiche, è diventata di prassi dopo la fine delle guerre jugoslave;
  • In Spagna e Portogallo l'alternativa più popolare alla Nutella è la crema spalmabile Nocilla.

Colonne sonore delle campagne pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

Ad ottobre 2010 usò la canzone Go Do di Jónsi. Per tre anni e due mesi, da febbraio 2015 ad aprile 2018 usò I Want You Back dei Jackson 5; a gennaio e a febbraio del 2017 usò Come te non c'è nessuno di Rita Pavone. A febbraio 2019 per il Festival di Sanremo fece una campagna pubblicitaria con scritto "La vita è bella" con una cover di Lo Stato Sociale della canzone E la vita, la vita di Cochi e Renato. Nel 2018 e nel 2019 usò Run dei Tiggs Da Author; ha utilizzato anche un'altra canzone per un'altra campagna pubblicitaria e una campagna di Natale con jingle realizzato appositamente per lo spot. Dal 2022 viene utilizzata la canzone Upside Down di Diana Ross. Il brano "can't stop the feeling" pubblicato dal cantautore statunitense Justin Timberlake, il 6 maggio 2016, estratto dalla colonna sonora del film Trolls, è l'ultimo "jingle" per la pubblicità della Nutella.

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

Nutella
Valori nutrizionali per 100 g
Energia544 kcal (2 270 kJ)
Proteine6,4 g
Carboidrati
Totali56,4 g
Grassi
Totali31 g
 
Acqua0 g
Vitamine
Riboflavina (Vit. B2)0,25 mg
Vitamina B120,26 μg
Vitamina E6,6 mg
Minerali
Fosforo172 mg
Magnesio70 mg

La composizione degli ingredienti e la loro incidenza sul peso totale del prodotto non è uguale per tutte le nazioni. Mentre lo zucchero e l'olio di palma costituiscono stabilmente oltre il 50% del prodotto, nel mondo anglosassone la Nutella contiene prodotti a base di soia[17]. Nell'ambito della legge italiana, la Nutella non potrebbe essere etichettata come "crema al cioccolato", poiché non contiene la quantità minima di cacao richiesta.[18]

Di seguito si riporta la composizione:[19][20]

  • Zucchero
  • Olio di palma
  • Nocciole (13%)
  • Latte scremato in polvere (8,7%)
  • Cacao magro (7,4%)
  • Lecitine (soia)
  • Vanillina

Nutella e i bambini del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nutella e i bambini del mondo è una storica campagna pubblicitaria costituita da 12 foto rappresentanti bambini di altrettanti paesi diversi, pubblicata dal 1979 al 1984 su Topolino e Il giornalino[21]. La frase "Nutella è buona" è riportata nelle lingue dei bambini, di seguito elencate:

  1. Dalla fredda Alaska Yuky dice: ᓇᑎᓚ ᒪᒪᕐᒃᑐᕐᒃ
  2. Dall'India misteriosa Gaytry dice: Nutella നല്ലതാണ്
  3. Dallo sconfinato Canada Naomy dice: Nutella knachwa
  4. Dall'immensa Russia Ivan dice: Нутэлла-это вкусно
  5. Dalla bella Svezia Ingrid dice: Nutella ãr god
  6. Dalla verde Scozia Steve dice: Nutella is verrry guid
  7. Dalla grande Cina Hwang dice: Nutella 真係好食
  8. Dalla fiorita Austria Herbert dice: Nutella ist guat
  9. Dalla vivace America Jimmy dice: Nutella is great
  10. Dalla vecchia Inghilterra Lawrence dice: Nutella is smashing!
  11. Dal magico Perù Juanito dice: Nutella es sabrosa
  12. Dalla suggestiva Arabia Ibrahim dice: نوتلا ھي لذيذة

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Cambio della composizione della ricetta[modifica | modifica wikitesto]

Diverse sono le accuse che nel tempo sono state mosse all'azienda Ferrero, alle volte quasi leggende mentre altre volte confermate dall'azienda stessa, circa la composizione della ricetta della crema, in particolare riguardo a presunti cambi di ingredienti o della miscela tra di essi al fine di poter ottenere una riduzione dei costi di produzione.

Bisogna tenere conto che la tradizionale ricetta del gianduia era una miscela contenente all'incirca il 71,5% di crema alla nocciola e il 19,5% di cioccolato[22], mentre la Nutella sin dal suo esordio differisce di molto dalla tradizionale ricetta, con svariate accuse non dimostrate che a partire dagli anni '90 essa sarebbe stata ulteriormente modificata, allontanandosi sempre più dal significato del termine "crema alla nocciola".

A fine 2017 l'azienda modificò leggermente la ricetta, aumentando la percentuale di zucchero e di latte in polvere, il tutto senza avvertire i consumatori[23]. Poiché fu notato anche un leggero schiarimento del colore della crema stessa, diversi enti come l'Hamburg Consumer Protection Center hanno ipotizzato che anche la quantità di cacao fosse stata abbassata.[24] Questa vicenda provocò una rivolta dei fan della crema piemontese.[25] In Francia la risposta dei consumatori fu talmente adirata che la filiale locale dovette emettere un comunicato per rassicurare che in Francia non sarebbe cambiato nulla.[26]

La classificazione Nutri-score per la Nutella è E.

La classificazione Nutri-score[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema Nutri-score francese è candidato a diventare il sistema europeo per l'informazione sulla sostenibilità dei cibi, ha assegnato una valutazione E alla Nutella.[27] Ciò ha sollevato polemiche in Italia su tale sistema, anche per altre classificazioni (come l'olio di oliva), in quanto non terrebbe conto dell'uso del prodotto nello specifico.[28]

La questione dell'olio di palma[modifica | modifica wikitesto]

Olio di palma in panetti

In seguito alla campagna di Greenpeace Italia Nutella salva la foresta[29] e alla raccolta di 10 000 firme, Ferrero ha aderito alla moratoria sull'espansione delle coltivazioni di palma da olio che distruggono le ultime foreste del Sud est asiatico.[30][31]

In una lettera inviata a Greenpeace il 10 luglio del 2008 Ferrero ha dichiarato di essere pronta a muoversi per raggiungere in un lasso di tempo ragionevole i seguenti obiettivi:

  • Moratoria su ulteriori deforestazioni dovute alla produzione di olio di palma;
  • Sviluppo di sistemi credibili di tracciabilità e di certificazione di quest'ultimo.

Prodotti contenenti Nutella[modifica | modifica wikitesto]

Nutella Biscuits

L'azienda Ferrero commercializza diversi snack contenenti Nutella:

  • Nutella B-Ready: un wafer con la forma di una piccola baguette (il nome richiama la parola inglese bread, pane) farcita di Nutella;
  • Nutella & go: contiene grissini salati (oppure bastoncini bretzel) da immergere nella Nutella;
    • Nutella Snack & Drink: identico al precedente, con l'aggiunta di una sezione che contiene EstaThe;
  • Nutella Break: barretta composta tre sottili strati di cialda con una farcitura di Nutella e grano soffiato, infine ricoperta di cioccolato (non venduta in Italia);
    • Nutella MiniBrunch: simile al Nutella Break, ma non ricoperto, in quattro varianti (frutta secca, cereali, bacche o semi) - venduta in Francia tra il 2011 e 2012;
  • Nutella Biscuits: biscotti frollini caratterizzati da una base di pasta frolla con piccoli bordi, riempita di Nutella, e un coperchio di biscotto; il prodotto, dopo 10 anni di ricerca e sviluppo e una fase di sperimentazione con esito favorevole nei supermercati di Germania e Lussemburgo nel 2018,[32] è stato lanciato nell'aprile 2019 sul mercato francese[33] e il 4 novembre dello stesso anno su quello italiano,[34] dove, durante il primo mese di commercializzazione, ne sono state vendute 4 200 000 confezioni.[35]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Enough Nutella is Made Every Year to Circle the Earth 1.8 Times, su vinepair.com. URL consultato l'8 dicembre 2019 (archiviato il 2 gennaio 2020).
  2. ^ Adriel Carridice, The History of Nutella (3), su NutellaUSA.com. URL consultato il 28 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2015).
  3. ^ Ansa,it. Primo vasetto nel 1964, mezzo secolo di Nutella., su ansa.it. URL consultato l'8 gennaio 2017 (archiviato il 9 gennaio 2017).
  4. ^ Copia archiviata, su nutella.com. URL consultato il 14 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ Poste Italiane - Filatelia, su e-filatelia.poste.it. URL consultato il 15 novembre 2014 (archiviato il 9 ottobre 2014).
  6. ^ Copia archiviata, su ansa.it. URL consultato il 4 febbraio 2020 (archiviato il 4 febbraio 2020).
  7. ^ La Ue dichiara guerra al mito della Nutella (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2010)., La Repubblica, 17 giugno 2010
  8. ^ «Giù le mani dalla Nutella, La UE vuole che scompaia» Ferrero lancia l'allarme (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2010)., Quotidiano Nazionale, 17 giugno 2010
  9. ^ Dipartimento Politiche Europee: UE, Nutella: "Ok etichettatura, no a fondamentalismo nutrizionista", su politicheeuropee.it. URL consultato il 9 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2014).
  10. ^ Nutella Biscuits, l'idea Ferrero per entrare nel settore biscotti, su ansa.it. URL consultato il 17 novembre 2022.
  11. ^ WORLD NUTELLA DAY: OGGI È STATA EMESSA LA MONETA DEDICATA A NUTELLA®., su ferrero.it, 5 febbraio 2021. URL consultato il 17 aprile 2021.
  12. ^ Tutti pazzi per la Nutella d’argento: una moneta da 5 euro dedicata alla crema spalmabile Ferrero, su lastampa.it, 25 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  13. ^ La Nutella? Secondo l'Ocse un esempio azzeccato di globalizzazione, Enrico Marro, Il Sole 24 ore
  14. ^ Va notato che la Nutella per la legislazione italiana non può essere assimilata alla crema di cioccolato per via del ridotto contenuto di cacao (gli elementi principali essendo appunto zucchero, oli vegetali e nocciole).
  15. ^ Reclame del prodotto (es. Topolino n.1212 02/1979)
  16. ^ Crema Spalmabile Cuor di Cacao, su venchi.com. URL consultato il 22 ottobre 2022 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2014).
  17. ^ Nutella and Nutrition: Food Pyramid and Guidelines, su web.archive.org, 20 agosto 2015. URL consultato il 6 agosto 2022 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2015).
  18. ^ (EN) A frost in Turkey may drive up the price of your Nutella, su Quartz, 14 agosto 2014. URL consultato il 6 agosto 2022.
  19. ^ Nutella settles lawsuit from angry mom, drops health claims, su ctvnews.ca, CTV News, 27 aprile 2012. URL consultato il 29 agosto 2013.
  20. ^ Nutrition Facts and Analysis for Chocolate-flavored hazelnut spread, su nutritiondata.com, NutritionaData. URL consultato il 9 novembre 2008 (archiviato il 16 maggio 2008).
  21. ^ Collezionismo Sa Lolla, su globnet.it. URL consultato il 10 ottobre 2016 (archiviato il 1º aprile 2016).
  22. ^ The History of Nutella, su web.archive.org, 12 settembre 2015. URL consultato il 6 agosto 2022 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2015).
  23. ^ (EN) Angelica LaVito, Nutella's new recipe sparks #NutellaGate Twitter backlash, su CNBC. URL consultato il 6 agosto 2022.
  24. ^ (EN) Nick Squires, Nutella fans go nuts over changes to recipe of beloved chocolate spread, in The Telegraph, 7 novembre 2017. URL consultato il 6 agosto 2022.
  25. ^ (EN) Choc horror: fans outraged by Nutella's secret recipe change, su the Guardian, 7 novembre 2017. URL consultato il 6 agosto 2022.
  26. ^ (FR) L'entreprise Ferrero a modifié la recette du Nutella sans en informer ses clients, su LEFIGARO, 10 novembre 2017. URL consultato il 6 agosto 2022.
  27. ^ (FR) Nutella pâte à tartiner aux noisettes et au cacao 750g - Ferrero - 750 g, su fr.openfoodfacts.org. URL consultato il 6 agosto 2022.
  28. ^ Carinsi, Nutri-Score; cos'è e come calcolarlo, su Carinsi.it, 19 novembre 2021. URL consultato il 6 agosto 2022.
  29. ^ Nutella salva la foresta, su greenpeace.it (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2017).
  30. ^ Rebecca Smithers, Choc horror: fans outraged by Nutella's secret recipe change. URL consultato il 7 novembre 2017 (archiviato il 7 novembre 2017).
  31. ^ Khalil Akhtar, Hard nut to crack: The quest to make Nutella a bit more Canadian. URL consultato il 4 aprile 2017.
  32. ^ Chiara Cavalleris, Nutella Biscuits: guardate i nuovi biscotti Ferrero farciti di Nutella, su Dissapore, 25 febbraio 2018. URL consultato il 24 dicembre 2019autore.
  33. ^ Gabriella Rocco, Arrivano i Nutella Biscuits dopo 10 anni di test (e un investimento 120 mln di Euro), in The Food Makers, StartupItalia!, 4 novembre 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  34. ^ Nutella Biscuits, l'idea Ferrero per entrare nel settore biscotti, su ANSA, 24 ottobre 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  35. ^ Alice Scaglioni, Nutella Biscuits, mese da record: vendute 4,2 milioni di confezioni, su Corriere della Sera, 12 maggio 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Cassini, Nutella nutellae. Libero magno et odoroso, Comix, 1999, ISBN 88-8193-038-2.
  • Gigi Padovani, Nutella. Un mito italiano, Rizzoli, 2004, ISBN 88-17-00189-9.
  • Clara Vada Padovani & Gigi Padovani, Passione Nutella. Grandi chef, premiati pasticceri e mastri gelatai travolti da un'insolita avventura, Giunti Editore, 2006, ISBN 88-09-04900-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2004006965 · GND (DE4796923-4 · J9U (ENHE987007561522705171