Butta la luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Butta la luna
Butta la luna.png
Screenshot della seconda stagione
PaeseItalia
Anno2006-2009
Formatoserie TV
Generecommedia drammatica, giudiziario
Stagioni2
Episodi21
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaVittorio Sindoni
SceneggiaturaPatrizia Carrano, Gianfranco Calligarich, Vittorio Sindoni
Interpreti e personaggi
FotografiaSafai Teherani
MontaggioJenny Loufty
MusicheFabio Frizzi
ScenografiaEnrico Serafini
CostumiMagda Accolti Gil
ProduttorePiero Di Lorenzo per LDM Comunicazione Spa
Prima visione
Dal5 dicembre 2006
Al28 maggio 2009
Rete televisivaRai 1

Butta la luna è una serie televisiva italiana, prodotta da Rai Fiction e dalla LDM Comunicazione S.p.a. È ispirata all'omonimo bestseller di Maria Venturi ed è stata diretta da Vittorio Sindoni. Le riprese della prima stagione si sono svolte a Polignano a Mare, Roma e Milano per circa 8 mesi a partire dal 24 ottobre 2005. Le due protagoniste sono interpretate da Fiona May e Chiara Conti, che interpretano rispettivamente madre e figlia (sebbene la Conti sia solo di otto anni più giovane rispetto alla May). La seconda stagione, composta da tredici puntate, è andata in onda nel 2009.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alyssa Calangida è una giovane nigeriana che, con la sorella gemella Fatma, arriva nell'Italia degli anni ottanta in cerca dell'uomo di cui è incinta; ma questi, una volta rintracciato, rifiuta ogni responsabilità sul nascituro. A casa della madre dell'uomo, in Calabria, Alyssa partorisce una bimba: Cosima, bianca come il padre.

Grazie soprattutto all'aiuto dell'avvocato Attilio Argenzi, Alyssa riesce a dimostrare al Tribunale dei Minori di essere in grado di crescere decorosamente la neonata, di cui riesce a mantenere la custodia.

Ormai maggiorenne, Cosima si iscrive all'università a Roma, dove conosce Stefano. I due si innamorano, e quando lui scopre che la madre della sua ragazza è nigeriana, accetta la cosa, sebbene dopo qualche momento di disorientamento. Ma i suoi genitori, saputa la notizia, gli ordinano di troncare la relazione.

Nel frattempo Alyssa avvia un piccolo negozio con i gioielli realizzati da Fatma. In breve tempo l'emporio etnico delle gemelle Calangida ha un grande successo, diventando un negozio alla moda.

Cosima, una volta laureata, inizia a lavorare come psicologa per il Tribunale dei Minori. Mandata per un incarico a Milano, conosce il giudice Nicola Argenzi, figlio di Attilio, l'avvocato che vent'anni prima aveva aiutato Alyssa. Nicola è sposato, ma non felicemente, e ha una figlia, Matilde. Qualche tempo più tardi, sua moglie viene trovata uccisa.

Mentre Nicola resta a Milano per cercare di scoprire chi ha ucciso la moglie, Matilde viene portata dal nonno Attilio nella casa di Roma e, grazie a lei, i rapporti fra Attilio e Alyssa si fanno sempre più amichevoli. Dopo aver scoperto il vero assassino, anche Nicola raggiunge la figlia a Roma.

Ormai vicini di casa, Cosima e Nicola si incontrano sempre più spesso e tra di loro nasce un reciproco affetto, fino a che i due non si scoprono innamorati.

Nel frattempo Fatma muore a causa di un problema al cuore, e Alyssa decide di chiudere il negozio. L'unico che riesce a curare il suo dolore è il vecchio amico Attilio. Mentre la relazione tra Cosima e Nicola si fa più complicata – tanto che lei comincia a frequentare un collega –, quella tra Attilio e Alyssa si trasforma pian piano in amore.

Elenco episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 8 2006-2007
Seconda stagione 13 2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione