Gianni De Magistris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianni De Magistris
Gianni De Magistris 1970.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 82 kg
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Centroboa)
Ritirato 1987
Hall of fame Int. Swimming Hall of Fame (1995)
Hall of fame Int. Swimming Hall of Fame (1995)
Carriera
Squadre di club1
1965-1973Florentia
1974Fiamme Oro
1975-1985Florentia
1985-1986Bologna
1986-1987Camogli Camogli
Nazionale
1968-1984Italia Italia388
Carriera da allenatore
?-1993Florentiamaschile
2004-2012Fiorentinafemminile
2016-2017Florentiamaschile
Palmarès
Olimpiadi 0 1 0
Campionati mondiali 1 0 1
Coppa del Mondo 0 0 1
Campionati europei 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità stile libero
Palmarès
Campionati italiani 3 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 14 febbraio 2012

Gianni De Magistris (Firenze, 3 dicembre 1950) è un ex nuotatore, ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano, vincitore di una medaglia d'argento all'Olimpiade di Montréal 1976.

È il padre di Mila, anch'essa pallanuotista di alto livello.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha militato per quasi tutta la sua carriera agonistica di club nelle file della Rari Nantes Florentia, squadra con la quale ha vinto lo scudetto nel 1976 (anno in cui ha trionfato anche in Coppa Italia) e nel 1980. Ha giocato solo tre stagioni lontano da Firenze, nel 1974 con le Fiamme Oro, per adempiere agli obblighi di leva, e nelle sue ultime due apparizioni da giocatore nel campionato italiano, con la Rari Nantes Bologna nel 1985-86 e l'annata successiva con la Rari Nantes Camogli. È stato uno dei più prolifici goleador di tutti i tempi, vincendo la classifica dei marcatori di serie A in ben sedici edizioni del campionato, dal 1969 al 1985, interrompendo questa striscia solo nel 1974, poiché le Fiamme Oro militavano nel campionato cadetto, e quindi quell'anno dovette "accontentarsi" di vincere la classifica marcatori della serie B[1].

In nazionale ha disputato 388 partite ed ha partecipato a cinque Olimpiadi, unico pallanuotista italiano a riuscire in questa impresa, conquistando la medaglia d'argento nell'edizione di Montréal 1976. Vanta inoltre tre presenze ai mondiali dove ha conquistato la medaglia di bronzo a Calì nel 1975 ed il titolo iridato nella successiva rassegna di Berlino Ovest del 1978. Sempre con il settebello ha conseguito inoltre una medaglia di bronzo sia agli europei di Jönköping 1977 che nella Coppa del Mondo di Malibù 1983.

Terminata la carriera di giocatore è diventato allenatore prima della squadra maschile della Rari Nantes Florentia e successivamente della compagine femminile della Fiorentina Waterpolo, con la quale nella stagione 2006-07 ha ottenuto la vittoria nel Campionato italiano, nella Coppa dei campioni e nella Supercoppa europea.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pallanuoto[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]
R.N. Florentia: 1976, 1980
R.N. Florentia: 1976
Nazionale[modifica | modifica wikitesto]
Italia: Montréal 1976
Italia: Berlino Ovest 1978
Italia: Calì 1975
Italia: Malibù 1983
Italia: Jönköping 1977

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]
Fiorentina: 2006-07
Fiorentina: 2006-07
Fiorentina: 2007

Nuoto[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

1 titolo italiano individuale e 2 in staffette, così ripartiti:

  • 1 nei 1500 m stile libero
  • 2 nella staffetta 4 × 200 m stile libero

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campione mondiale 1978»
— 2018[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Un fiorentino nel firmamento mondiale della waterpolo, su flonthego.it. URL consultato il 14 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ Consegnati i Collari d'Oro ai campioni del 2015 e della storia. Il Premier Renzi: con voi vince l'Italia, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  3. ^ Collari d'oro 2018, su coni.it. URL consultato il 21 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]