Campionati italiani di nuoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Campionato italiano di nuoto)

I Campionati italiani di nuoto (nome ufficiale, per ragioni di sponsor, Campionati italiani assoluti Unipol[1]) sono la massima competizione natatoria individuale in Italia. Organizzati dalla Federazione Italiana Nuoto, si svolgono tre volte all'anno (le edizioni si denominano "primaverili", "estivi", "invernali"). Gli atleti vincitori ricevono il titolo di campioni d'Italia.

Le edizioni si svolgono alternativamente in vasca lunga e vasca corta (scelta in genere dettata dalle competizioni internazionali più vicine, in quanto i campionati italiani possono fungere da gare di qualificazione alle suddette).

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

I primi campionati, le gare si disputavano su distanze non olimpiche come lo stadio e il Miglio marino; inoltre i campi di gara non erano delimitati, trovandosi in tratti di mare, lago, fiumi o canali e gli stili non erano codificati come oggi: si sono infatti viste gare di nuoto sul fianco, a bracciate e "indumentali" (nuotando vestiti); in generale, gli stili che non fossero il primitivo stile libero nuotato allora, venivano chiamati "artistici".
assoluti --- --- --- 1898, Lago
Anguillara Sabazia
1899, Lago
Como
assoluti 1900, Non disputati 1901, Lago
Como
1902, Lago
Arona
1903, Lago
Arona e Bracciano
1904, Lago
Lecco
assoluti 1905, Lago
Bracciano
1906, Lago
Pallanza
1907, Lago
Salò
1908, Lago
Omegna
1909, Lago
Passignano sul Trasimeno
assoluti 1910, Fiume, lago e mare
Milano, Salò e Santa Margherita Ligure
1911, Fiume, lago e mare
Padova, Stresa e Nervi
1912, Fiume, lago e mare
Firenze, Pusiano e Napoli
1913, Lago
Albano
1914, Lago
Stresa
Le edizioni disputate dopo la Prima guerra mondiale si adeguarono al programma dei giochi olimpici; furono dunque allestiti campi di gara delimitati all'esterno e con le corsie separate da galleggianti. Comunque, per molti anni, le sedi di gara sono state campi a lago, campi a mare o piscine di varie lunghezze, a seconda delle possibilità della sede prescelta. Dal 1921 si disputano anche le gare femminili, sebbene con un programma diverso rispetto a quello maschile, e in molte occasioni addirittura in sedi e date diverse. Dal secondo dopoguerra i campionati vengono svolti con i due sessi nella stessa manifestazione. All'inizio degli anni cinquanta si formalizza la nascita dello stile farfalla.
assoluti dal 1915 al 1918, Non disputati 1919, 100 m, lago
Como
1920, 100 m, mare
La Spezia
1921, 100 m, lago
Passignano sul Trasimeno
1922, 100 m, mare
Abbazia
assoluti 1923, 100 m
Roma
1924, 100 m, mare
Pesaro
1925, 50 m, lago
Pusiano
1926, 50 e 100 m, mare
Sampierdarena
1927, 50 m
Bologna
assoluti 1928, 50 m
Roma
1929, 50 m
Roma
1930, 50 m
Bologna
M., 1931, 50 m, F.
Bologna e Roma
M., 1932, 50 m, F.
Bologna e Acqui Terme
assoluti 1933, 50 m
Roma
1934, 50 m
Roma
1935, 33 e 50 m
Milano
1936, 50 m
Roma
M., 1937, 33 e 50 m, F.
Genova e Levico (lago)
assoluti M., 1938, 50 m, F.
Roma e Trieste (mare)
M., 1939, 50 m, F.
Trieste (mare) e Bolzano
M., 1940, 50 m, mare, F.
Chiavari e Venezia
M., 1941, 33 e 50 m, F.
Milano e Trieste (mare)
M., 1942, 33 e 50 m, F.
Genova e Modena
assoluti 1943 e 1944, Non disputati M., 1945, 50 e 33 m, F.
Roma e Dalmine
M., 1946, 33 e 50 m, F.
Milano e Levico (lago)
M., 1947, 50 m, mare, F.
Chiavari e Trieste
M., 1948, 33 e 50 m, F.
Torino e Merano
assoluti M., 1949, 50 e 25 m, F.
Roma e Torino
1950, 33 m
Genova
1951, 50 m, mare
Napoli
1952, 33 m
Torino
1953, 50 m
Roma
Nel 1954 c'è la prima edizione dei campionati primaverili, chiamati "indoor" per anni poiché erano gli unici disputati in piscine coperte. Dalla fine degli anni cinquanta i campionati vengono tenuti solo in vasche di lunghezza standard (50 o 25 metri), e questo standardizzerà le distanze delle gare. Negli anni sessanta, seguendo l'aumento delle gare che avviene nelle competizioni internazionali, vengono inseriti in programma i 200 m dorso, i 100 m rana, i 100 m farfalla e le gare dei misti, nonché i 200 e gli 800 m stile libero femminili la staffetta 4 x 100 m stile libero maschile. Il programma rimarrà stabile per parecchi anni, fino all'introduzione definitiva dei 50 m stile libero negli anni ottanta.
primaverili
estivi
--- --- 1954 33 m, Milano
50 m, Genova
1955 33 m, Bologna
50 m, Terni
1956 33 m, Genova
50 m, Napoli
1957 33 m, Torino
50 m, Milano (M.) e Genova (F.)
primaverili
estivi
1958 50 m, Roma
50 m, Torino
1959 50 m, Roma
50 m, Genova
1960 50 m, Roma
50 m, Roma
1961 50 m, Napoli
50 m, Torino
1962 25 m, Torino
50 m, Roma
primaverili
estivi
1963 25 m, Bologna
50 m, Milano
1964 25 m, Milano
50 m, Napoli
1965 50 m, Napoli
50 m, Milano
1966 50 m, Roma
50 m, Torino
1967 25 m, Milano
50 m, Firenze
primaverili
estivi
1968 25 m, Milano
50 m, Milano
1969 25 m, Livorno
50 m, Napoli
1970 25 m, Varese
50 m, Catania
1971 25 m, Asti
50 m, Milano
1972 50 m, Roma
50 m, Torino
primaverili
estivi
1973 50 m, Roma
50 m, Livorno
1974 50 m, Roma
50 m, Firenze
1975 50 m, Roma
50 m, Padova
1976 25 m, Rapallo
50 m, Milano
1977 50 m, Roma
50 m, Chiavari
primaverili
estivi
1978 50 m, Roma
50 m, Milano
1979 50 m, Roma
50 m, Firenze
1980 50 m, Torino
50 m, Modena
1981 50 m, Como
50 m, Torino
1982 50 m, Como
50 m, Chiavari
primaverili
estivi
1983 50 m, Palermo
50 m, Roma
1984 25 m, Ravenna
50 m, Bari
1985 25 m, Loano
50 m, Pesaro
1986 25 m, Torino
50 m, Città di Castello
1987 25 m, Loano
50 m, Catania
primaverili
estivi
1988 50 m, Firenze
50 m, San Donato Milanese
1989 50 m, Ravenna
50 m, Genova
1990 50 m, Firenze
50 m, San Donato Milanese
1991 50 m, Firenze
50 m, Pesaro
1992 50 m, Firenze
50 m, Pesaro
primaverili
estivi
1993 50 m, Firenze
50 m, Roma
1994 50 m, Firenze
50 m, Riccione
1995 50 m, Firenze
50 m, San Donato Milanese
1996 50 m, Livorno
50 m, Catania
1997 50 m, Livorno
50 m, San Donato Milanese
Nel 1998 si inaugura una nuova edizione dei campionati, quella invernale, disputata all'inizio della stagione (in novembre o dicembre): entrano in calendario le gare sulla distanza dei 50 metri in tutti gli stili e, in alcune edizioni degli invernali, le staffette 4x50 metri a stile libero e miste. Nel 2010, dopo 57 edizioni in vasca lunga, i campionati estivi non vengono disputati sulla distanza dei 50 metri. Nel 2012, per evitare sovrapposizioni con i XXX Giochi olimpici, non si disputano i campionati estivi. Dal 2013 il gruppo finanziario Unipol è il Main Sponsor della Manifestazione.
primaverili
estivi
invernali
1998 50 m, Livorno
50 m, Bari
25 m, Desenzano
1999 50 m, Genova
50 m, Asti
25 m, Desenzano
2000 50 m, Torino
50 m, Monfalcone
25 m, Desenzano
2001 50 m, Livorno
50 m, Genova
25 m, Imperia
2002 50 m, Brescia
50 m, Gubbio
25 m, Camogli
primaverili
estivi
invernali
2003 50 m, Ravenna
50 m, Riccione
25 m, Camogli
2004 50 m, Livorno
50 m, Pesaro
25 m, Treviso
2005 50 m, Riccione
50 m, Pesaro
25 m, Trieste
2006 50 m, Riccione
50 m, Pesaro
50 m, Livorno
2007 50 m, Livorno
50 m, Pesaro
50 m, Riccione
primaverili
estivi
invernali
2008 50 m, Livorno
50 m, Spresiano
25 m, Genova
2009 50 m, Riccione
50 m, Pescara
25 m, Riccione
2010 50 m, Riccione
25 m, Roma
25 m, Riccione
2011 50 m, Riccione
25 m, Ostia
50 m, Riccione
2012 50 m, Riccione
non disputati
50 m, Riccione
primaverili
estivi
invernali
2013 50 m, Riccione
non disputati
50 m, Riccione
2014 50 m, Riccione
50 m, Roma
50 m, Riccione
2015 50 m, Riccione
50 m, Roma
50 m, Riccione
2016 50 m, Riccione
50 m, Roma
50 m, Riccione
2017 50 m, Riccione

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002, vol. II. ISBN 88-87110-27-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nuoto Portale Nuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nuoto