Atletica leggera ai Giochi della VII Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ai Giochi della VII Olimpiade di Anversa 1920 sono stati assegnati 30 titoli in gare di atletica leggera.

L'atletica leggera ai Giochi della VII Olimpiade di Anversa


  • 30 titoli in palio
  • Durata del programma: dal 15 al 23 agosto 1920
  • Nazioni partecipanti: 25.
  • Numero di atleti iscritti: 564 (tutti uomini).
  • Sede delle gare: Stadio Olimpico di Anversa. Pista in cenere di 389,90 m con 6 corsie. La pista, nuova, è realizzata con gli stessi componenti di quella di Stoccolma, però si rivelerà tutt'altro che veloce.
  • Il numero di atleti che una singola nazione può iscrivere in ciascuna specialità viene ridotto a 4 + 2 riserve.
  • I salti da fermo vengono esclusi dai Giochi. Il programma dei concorsi prevede 4 salti e 4 lanci e rimarrà immutato fino ad oggi.
  • 4 nuovi record mondiali, 5 nuovi record olimpici.

Partecipazione[modifica | modifica wikitesto]

Non sono invitati i Paesi aggressori nella Prima guerra mondiale: Germania, Austria, Ungheria, Bulgaria (che non ha mai partecipato ai Giochi) e Turchia[1]. La Boemia, ora parte della Cecoslovacchia, è l'unico territorio dell'ex impero austro-ungarico ammesso ai Giochi.

Tutti i Paesi partecipanti selezionano una squadra ufficiale. Negli Stati Uniti gli Olympic Trials del 1920 si tengono sulle distanze inglesi poiché assegnano in concomitanza anche il titolo nazionale. Ma, dalle edizioni successive, i Trials verranno sempre corsi sulle distanze metriche, anche quando saranno abbinati ai Campionati nazionali.

Le 25 nazioni che prendono parte alle gare di atletica leggera ai VII Giochi olimpici sono:

Hanno ottenuto l'indipendenza dopo la prima guerra mondiale: Australia, Nuova Zelanda, Cecoslovacchia ed Estonia.

È la prima partecipazione nell'atletica leggera con una squadra ufficiale per: India, Egitto, Principato di Monaco e Spagna.

Oltre ai paesi aggressori della prima guerra mondiale sono assenti, rispetto a Stoccolma 1912: Portogallo, Russia (ora Unione Sovietica) e Serbia (ora parte della Jugoslavia).

Il punto tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1913 si è costituita a Berlino la Federazione mondiale degli sport atletici («International Amateur Athletic Federation», IAAF)[2]. Il nuovo organismo approva regolamenti tecnici omogenei e stabilisce i pesi e le misure di attrezzi e ostacoli; inoltre riscrive in senso moderno i programmi olimpici: viene deciso l'abbandono dei salti da fermo e dei lanci a due braccia. Invece rimangono in programma il lancio del martello con maniglia corta e il tiro alla fune. Sarà l'ultima apparizione ai Giochi per entrambe. La IAAF non ha ancora la forza di imporre ai vari paesi membri un regolamento uguale per tutti.

Molte delle innovazioni di Stoccolma 1912 non vengono ripresentate: ritornano le cordicelle nelle gare di velocità, ritorna anche il cronometraggio al quinto di secondo e l'ufficializzazione è limitata al tempo del vincitore (a Stoccolma riguardava invece i primi tre). L'unica novità positiva è l'uso di un sistema di rilevazione fotografica dell'arrivo più progredito rispetto a quello usato a Stoccolma. Ad Anversa infatti viene introdotto il primo precursore dei moderni sistemi di rilevazione cronometrica. Si tratta di un congegno fotografico nel quale l'immagine di un quadrante cronometrico si sovrappone alla pellicola dell'arrivo, permettendo così di abbinare i tempi della fase della corsa ai concorrenti giunti al traguardo.

La gara delle siepi si corre ancora sull'erba. Per la prima volta la distanza è fissata in 3000 metri.

Le prove di marcia si disputano nella pista dello stadio.

Regolamento dei lanci: normalmente qualificazione e finale si disputano lo stesso giorno[3]. Ad Anversa invece il turno qualificazione si disputa il giorno prima della finale[4]. Non cambia invece la regola secondo cui anche i lanci di qualificazione fanno classifica.

Viene inaugurata la nuova tabella del Decathlon. La cronologia ufficiale del record partirà comunque dal 1922 (con una prestazione inferiore al record di Jim Thorpe a Stoccolma). La tabella rimarrà in vigore fino al 1934 compreso.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Athletics pictogram.svg Atletica leggera alla VII Olimpiade
Luglio 1920 Gio 15 Ven 16 Sab 17 Dom 18 Lun 19 Mar 20 Mer 21 Gio 22 Ven 23 Titoli
Uomini
100 m 100 m 200 m 200 m Staffetta
4x100 m
Staffetta
4x100 m
30
400 m ost. 400 m ost. 110 m ost. 110 m ost. 400 m 400 m Staffetta
4x400 m
Staffetta
4x400 m
800 m 800 m 1500 m 1500 m
5000 m 5000 m 3000 m siepi 10.000 m 10.000 m e
3000 m siepi
3000 m a squadre 3000 m a squadre Cross[5]
Marcia
10.000 m
Marcia
10.000 m
Marcia 3000 m Marcia 3000 m Maratona
Alto Alto Asta Asta Disco Disco
Lungo Lungo Triplo Triplo
Giavellotto Peso Peso e Martello Martello con maniglia Martello con maniglia
Pentathlon Tiro alla fune Tiro alla fune Tiro alla fune Tiro alla fune Decathlon
(1ª giornata)
Decathlon
(2ª giornata)
Titoli 1 3 3 5 1 6 3 5 3 30
       Qualificazioni        Finali

Nel 1912 a Stoccolma erano stati elaborati dei criteri che avevano consentito una distribuzione razionale delle gare. Ad Anversa, purtroppo, si torna indietro. Si nota infatti che:

  • Velocità: i 400 metri si sovrappongono ai 200 metri; ancora sui 400 metri piani: mentre a Stoccolma la finale si disputava il giorno dopo la semifinale, ad Anversa i due turni si svolgono nello stesso giorno[6]
  • Fondo: i 10 mila vengono dopo i 5000;
  • Fondo: i due turni dei 10 mila metri (Qualificazione e Finale) sono svolti in due giorni consecutivi (poco riposo), mentre tra i due turni dei 3000 siepi viene intervallato un giorno. La decisione appare cervellotica: molto più riposo per una gara più corta. Lo stesso rapporto sbilanciato si osserva tra 1500 e 800 metri;
  • Salti e lanci: non c'è un criterio di distribuzione delle gare;
  • Alcuni concorsi si disputano in due giorni consecutivi (Qualificazione+Finale); in altri casi tra qualificazione e finale viene intervallato un giorno. Manca la spiegazione logica di tale differenza.

Nuovi record[modifica | modifica wikitesto]

I record mondiali sono, per definizione, anche record olimpici.

Nuovo record mondiale in 4 specialità: 110 hs, 400 hs, staffetta 4×100 m e salto con l'asta.
Nuovo record olimpico in 5 specialità: 3.000 siepi, maratona[7]salto in alto, lancio del giavellotto e decathlon.

Risultati delle gare[modifica | modifica wikitesto]

Specialità Oro Oro Risultato Argento Argento Risultato Bronzo Bronzo Risultato Dettagli
100 m Stati Uniti Charley Paddock 10"8 Stati Uniti Morris Kirksey 10"8 Regno Unito Harry Edward 11"0 Classifica completa
200 m Stati Uniti Allen Woodring 22"0 Stati Uniti Charley Paddock 22"0 Regno Unito Harry Edward 22"1 Classifica completa
400 m Sudafrica Bevil Rudd 49"6 Regno Unito Guy Butler 49"9 Svezia Nils Engdahl 50"0 Classifica completa
800 m Regno Unito Albert Hill 1'53"4 Stati Uniti Earl Eby 1'53"7 Sudafrica Bevil Rudd 1'53"7 Classifica completa
1.500 m Regno Unito Albert Hill 4'01"8 Regno Unito Philip Noel-Baker 4'02"4 Stati Uniti Lawrence Shields 4'03"1 Classifica completa
5.000 m Francia Joseph Guillemot 14'55"6 Finlandia Paavo Nurmi 15'00"0 Svezia Eric Backman 15'13"0 Classifica completa
10.000 m Finlandia Paavo Nurmi 31'45"8 Francia Joseph Guillemot 31'47"2 Regno Unito James Wilson 31'50"8 Classifica completa
3000 m siepi Regno Unito Percy Hodge 10'00"4 Record olimpico Stati Uniti Patrick Flynn 10'21"0 Italia Ernesto Ambrosini 10'32"0 Classifica completa
110 m ostacoli Canada Earl Thomson 14"8 Record mondiale Stati Uniti Harold Barron 15"0 Stati Uniti Fred Murray 15"2 Classifica completa
400 m ostacoli Stati Uniti Frank Loomis 54"0 Record mondiale Stati Uniti John Norton 54"6 Stati Uniti August Desch 54"7 Classifica completa
Staffetta 4×100 m Stati Uniti Stati Uniti
Charley Paddock
Jackson Scholz
Loren Murchison
Morris Kirksey
42"2 Record mondiale Francia Francia
René Lorain
René Tirard
René Mourlon
Émile Ali-Khan
42"5 Svezia Svezia
Agne Holmström
William Petersson
Sven Malm
Nils Sandström
42"8 Classifica completa
Staffetta 4×400 m Regno Unito Regno Unito
Cecil Griffiths
Robert Lindsay
John Ainsworth-Davis
Guy Butler
3'22"2 Sudafrica Sudafrica
Henry Dafel
Clarence Oldfield
Jack Oosterlaak
Bevil Rudd
3'24"2 Francia Francia
Géo André
Gaston Féry
Maurice Delvart
André Devaux
3'24"8 Classifica completa
3000 m a squadre Stati Uniti Stati Uniti
Horace Brown
Arlie Schardt
Ivan Dresser
10 p. Regno Unito Regno Unito
Joe Blewitt
Albert Hill
William Seagrove
20 p. Svezia Svezia
Eric Backman
Sven Lundgren
Edvin Wide
24 p. Classifica completa
Maratona Finlandia Hannes Kolehmainen 2h32'35"8 Record olimpico Estonia Jüri Lossmann 2h32'48"6 Italia Valerio Arri 2h36'32"8 Classifica completa
Marcia 3.000 m Italia Ugo Frigerio 13'14"2 Australia George Parker 13'20"6 Stati Uniti Richard Remer 13'23"6 Classifica completa
Marcia 10.000 m Italia Ugo Frigerio 48'06"2 Stati Uniti Joseph Pearman 49'49"8 Regno Unito Charles Gunn 49'54"4 Classifica completa
Corsa campestre
individuale
Finlandia Paavo Nurmi 27'15"0 Svezia Eric Backman 27'15"6 Finlandia Heikki Liimatainen 27'37"0 Classifica completa
Corsa campestre
a squadre
Finlandia Finlandia
Paavo Nurmi
Heikki Liimatainen
Teodor Koskenniemi
10 p. Regno Unito Regno Unito
James Wilson
Frank Hegarty
Alfred Nichols
21 p. Svezia Svezia
Eric Backman
Gustaf Mattsson
Hilding Ekman
23 p. Classifica completa
Salto in alto Stati Uniti Richmond Landon 1,935 m Record olimpico Stati Uniti Harold Muller 1,900 m Svezia Bo Ekelund 1,900 m Classifica completa
Salto con l'asta Stati Uniti Frank Foss 4,09 m Record mondiale Danimarca Henry Petersen 3,70 m Stati Uniti Edwin Myers 3,60 m Classifica completa
Salto in lungo Svezia William Petersson 7,150 m Stati Uniti Carl Johnson 7,095 m Svezia Erik Abrahamsson 7,080 m Classifica completa
Salto triplo Finlandia Vilho Tuulos 14,505 m Svezia Folke Jansson 14,480 m Svezia Erik Almlöf 14,275 m Classifica completa
Getto del peso Finlandia Ville Pörhölä 14,810 m Finlandia Elmer Niklander 14,155 m Stati Uniti Harry Liversedge 14,150 m Classifica completa
Lancio del disco Finlandia Elmer Niklander 44,685 m Finlandia Armas Taipale 44,190 m Stati Uniti Gus Pope 42,130 m Classifica completa
Lancio del martello Stati Uniti Patrick Ryan 52,875 m Svezia Carl Johan Lind 48,430 m Stati Uniti Basil Bennett 48,250 m Classifica completa
Martello con maniglia corta Stati Uniti Patrick McDonald 11,265 m Stati Uniti Patrick Ryan 10,965 m Svezia Carl Johan Lind 10,250 m Classifica completa
Lancio del giavellotto Finlandia Jonni Myyrä 65,78 m Record olimpico Finlandia Urho Peltonen 63,50 m Finlandia Paavo Johansson 63,09 m Classifica completa
Pentathlon Finlandia Eero Lehtonen 14 p. Stati Uniti Everett Bradley 24 p. Finlandia Hugo Lahtinen 26 p. Classifica completa
Decathlon Norvegia Helge Løvland 6.803,355 p. Record olimpico Stati Uniti Brutus Hamilton 6.771,085 p. Svezia Bertil Ohlson 6.580,030 p. Classifica completa
Tiro alla fune Regno Unito Regno Unito Paesi Bassi Paesi Bassi Belgio Belgio Classifica completa
Record mondiale record mondiale; Record olimpico record olimpico; Miglior prestazione mondiale stagionale record mondiale stagionale; Record africano record africano; Record asiatico record asiatico; Record europeo record europeo; Record nord-centroamericano record nord-centroamericano e caraibico; Record sudamericano record sudamericano; Record oceaniano record oceaniano; Record nazionale record nazionale; Miglior prestazione personale record personale; Miglior prestazione personale stagionale record personale stagionale.

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Paese Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Totale
1 Stati Uniti Stati Uniti d'America 9 12 18 29
2 Finlandia Finlandia 9 4 3 16
3 Regno Unito Gran Bretagna 4 4 4 12
4 Italia Italia 2 - 2 4
5 Svezia Svezia 1 3 10 14
6 Francia Francia 1 2 1 4
7 Sudafrica Sudafrica 1 1 1 3
8 Canada Canada 1 - - 1
Norvegia Norvegia 1 - - 1
10 Australia Australia - 1 - 1
Danimarca Danimarca - 1 - 1
Estonia Estonia - 1 - 1
Totale 29 29 29 87

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Presidente del CIO Pierre de Coubertin espresse la sua contrarietà a questa decisione.
  2. ^ Dal 2001 International Association of Athletics Federations.
  3. ^ Vedi Regolamento a Londra 1908.
  4. ^ È esattamente come si fa oggi, ma all'epoca è un esperimento.
  5. ^ La competizione assegna due titoli: individuale e a squadre.
  6. ^ Si dovranno aspettare i Giochi di Roma 1960 per vedere di nuovo semifinale e finale in due giorni diversi.
  7. ^ I record mondiali nella maratona sono riconosciuti ufficialmente dalla IAAF solo dal 1º gennaio 2004.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]