Atletica leggera ai Giochi della XVI Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Ai Giochi della XVI Olimpiade di Melbourne nel 1956 vennero assegnati 33 titoli in gare di atletica leggera, di cui 24 maschili e 9 femminili

Partecipazione

[modifica | modifica wikitesto]

In questa edizione si verifica quello che può essere considerato il primo boicottaggio dei Giochi. Due avvenimenti scuotono i delicati equilibri internazionali:

La Cina popolare non partecipa ai Giochi perché contesta la legittimità del governo di Taiwan.

Nonostante la posizione periferica dell'Australia, Melbourne registra la partecipazione-record di 59 squadre nazionali[2]:

Paese Atleti
Bandiera dell'Argentina Argentina
Bandiera dell'Australia Australia 76
Bandiera dell'Austria Austria
Bandiera delle Bahamas Bahamas
Bandiera del Belgio Belgio
Bandiera della Birmania Birmania
Bandiera del Brasile Brasile
Bandiera della Bulgaria Bulgaria
Bandiera del Canada Canada 18
Bandiera della Cecoslovacchia Cecoslovacchia 16
Bandiera del Ceylon Ceylon
Bandiera del Cile Cile
Bandiera della Colombia Colombia
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud 7
Bandiera di Cuba Cuba
Bandiera della Danimarca Danimarca
Bandiera dell'Etiopia Etiopia 8
Bandiera delle Figi Figi
Bandiera delle Filippine Filippine
Bandiera della Finlandia Finlandia 19
Bandiera della Francia Francia 29
Bandiera della Squadra Unificata Tedesca Squadra Unificata Tedesca 43
Bandiera della Giamaica Giamaica
Bandiera del Giappone Giappone 20
Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna 55
Bandiera della Grecia Grecia
Bandiera della Guyana Guyana
Bandiera dell'India India 8
Bandiera dell'Indonesia Indonesia
Bandiera dell'Iran Iran
Bandiera dell'Irlanda Irlanda
Bandiera dell'Islanda Islanda
Bandiera d'Israele Israele
Bandiera dell'Italia Italia 21
Bandiera della Jugoslavia Jugoslavia 7
Bandiera del Kenya Kenya 8
Bandiera della Liberia Liberia
Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo
Bandiera della Malaysia Malaysia
Bandiera del Messico Messico
Bandiera della Nigeria Nigeria 10
Bandiera della Norvegia Norvegia
Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda 9
Bandiera del Pakistan Pakistan 17
Bandiera della Polonia Polonia 23
Bandiera del Portogallo Portogallo
Bandiera di Porto Rico Porto Rico 7
Bandiera della Romania Romania
Bandiera di Singapore Singapore
Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti 81
Bandiera del Sudafrica Sudafrica 9
Bandiera della Svezia Svezia 17
Bandiera di Taiwan Taiwan
Bandiera della Thailandia Thailandia 8
Bandiera di Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
Bandiera della Turchia Turchia
Bandiera dell'Uganda Uganda
Bandiera dell'Ungheria Ungheria 19
Bandiera dell'Unione Sovietica Unione Sovietica 75
Bandiera dell'Uruguay Uruguay
Bandiera del Venezuela Venezuela

Prima partecipazione assoluta nell'atletica leggera per:

  • 2 stati sovrani: Etiopia e Liberia
  • 4 colonie britanniche: Bahamas, Figi, Kenya e Uganda. Le isole Figi sono il terzo stato dell'Oceania, dopo Australia e Nuova Zelanda, a partecipare ai Giochi Olimpici.

Tra gli Stati di recente indipendenza, è la prima volta per Taiwan.

Ritornano: Colombia, Guyana britannica, Birmania e Trinidad e Tobago.

Il punto tecnico

[modifica | modifica wikitesto]

Anche in questa edizione è presente il cronometraggio elettrico, come riserva. I risultati sono resi noti dallo statistico inglese Bob Sparks (membro dell'Associazione internazionale degli statistici di atletica leggera, ATFS) che, come ad Helsinki, ha accesso alle pellicole del fotofinish.

A Melbourne il cronometraggio elettrico non serve solo per classificare gli atleti, ma anche a stabilire un ex aequo. Avviene nei 400 piani maschili, dove il sovietico Ignatjev ed il finlandese Hellsten finiscono terzi con lo stesso tempo manuale: 47"0. Si va a vedere il risultato al centesimo per poter attribuire il bronzo. Dal momento che anche il cronometraggio elettrico (usato come riserva) li dà alla pari (47"15 e 47"15), salgono entrambi sul podio.

Al congresso IAAF del 1954 è stata finalmente regolamentata la gara dei 3000 metri siepi. Prima di allora il numero degli ostacoli variava a seconda della manifestazione e dello stadio. Le siepi moderne, quelle che ancor oggi conosciamo, prevedono 28 barriere alte 91,4 cm e 7 fossati lunghi 3,66 metri con una profondità di 70 cm. Successivamente viene inaugurata la tabella ufficiale del record del mondo.

Risultati delle gare

[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Paese   Oro   Argento   Bronzo   Totale
1 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti 16 10 5 31
2 Bandiera dell'Unione Sovietica Unione Sovietica 5 7 10 22
3 Bandiera dell'Australia Australia 4 2 6 12
4 Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna 1 4 2 7
5 Bandiera della Polonia Polonia 1 1 0 2
6 Bandiera della Norvegia Norvegia 1 0 2 3
7 Bandiera della Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 0 1 2
8 Bandiera del Brasile Brasile 1 0 0 1
Bandiera della Francia Francia 1 0 0 1
Bandiera dell'Irlanda Irlanda 1 0 0 1
Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda 1 0 0 1
12 Bandiera della Squadra Unificata Tedesca Germania 0 5 2 7
13 Bandiera dell'Ungheria Ungheria 0 2 0 2
14 Bandiera del Cile Cile 0 1 0 1
Bandiera dell'Islanda Islanda 0 1 0 1
Bandiera della Jugoslavia Jugoslavia 0 1 0 1
17 Bandiera della Finlandia Finlandia 0 0 3 3
18 Bandiera della Grecia Grecia 0 0 1 1
Bandiera della Svezia Svezia 0 0 1 1
Totale 33 34 33 100
  1. ^ Il Libano peraltro non ha mai partecipato alle prove di atletica leggera ai Giochi.
  2. ^ Le statistiche ufficiali registrano l'effimera partecipazione del «Borneo del Nord». Inoltre tengono conto del fatto che Germania Est e Germania Ovest sono due stati sovrani, per cui in totale si contano 61 squadre ufficiali presenti.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]