Adam Peaty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Peaty
Adam Peaty Olympics 2016 (cropped).jpg
Adam Peaty alle Olimpiadi di Rio del 2016
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 191[1] cm
Peso 86[1] kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità Rana
Record
50 m rana 25"95 Record mondiale (2017)
100 m rana 57"13 Record mondiale (2016)
Squadra City of Derby
Palmarès
Giochi olimpici 1 1 0
Mondiali 5 1 0
Mondiali in vasca corta 0 3 0
Europei 8 0 0
Europei di nuoto in vasca corta 0 2 0
Giochi del Commonwealth 2 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 30 luglio 2017

Adam Peaty (Uttoxeter, 28 dicembre 1994) è un nuotatore britannico, detentore del record del mondo dei 50 e 100 metri rana in vasca lunga. Si allena a Derby, dove è seguito dall'ex atleta olimpionica inglese Melanie Marshall[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2012-2013: Il debutto[modifica | modifica wikitesto]

Il nuotatore inglese disputò la sua prima competizione internazionale nel 2012, quando prese parte ai Campionati europei giovanili di nuoto ad Anversa, raggiungendo la finale nei 200 metri rana[2].

L'anno seguente Peaty colse le prime medaglie in campo nazionale, vincendo l'argento nei 50 metri rana e il bronzo nei 100[2]. A dicembre prese parte ai Campionati europei di nuoto in vasca corta, tenutisi a Herning, in Danimarca. In questa occasione Peaty si cimentò in tutte le distanze a rana, raggiungendo la semifinale nei 50[3].

2014: I successi internazionali e i record del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 il nuotatore inglese continuò nella sua crescita: ad aprile, ai campionati nazionali britannici, Peaty vinse l'oro nei 50 rana e l'argento nei 100 e nei 200[2]. Il nuotatore inglese si mise poi in luce nei Giochi del Commonwealth, disputati a Glasgow a fine luglio: giunse quarto nei 200 rana, a 15 centesimi dal podio[4], vincendo poi l'argento nei 50 rana con il tempo di 26"78, ad appena due centesimi di secondo dal vincitore Cameron van Der Burgh[5]. Peaty vinse poi due ori, uno individuale nei 100 metri rana e uno nella staffetta 4x100 mista.

Ai Campionati europei di nuoto 2014 Peaty disputò nuovamente tutte le gare a rana e la staffetta mista 4x100 misti. Nei 200 rana il nuotatore inglese fu escluso alle batterie, pur avendo nuotato il nono tempo assoluto, perché preceduto da altri due nuotatori britannici[6]. Nei 100 rana Peaty vinse l'oro dopo aver fatto segnare il tempo migliore sia nelle batterie che nelle semifinali, stabilendo anche il record della manifestazione. Anche nei 50 rana il nuotatore inglese ripeté un percorso simile, imponendosi sin dalle batterie. In semifinale, inoltre, Peaty fece segnare il record del mondo sulla distanza, nuotando in 26"62 e migliorando di 5 centesimi di secondo il record precedente, appartenente a van Der Burgh dal 2009[7][8]. In finale Peaty non ripeté la prestazione, ma il tempo di 27"00 nuotato gli fu sufficiente per conquistare la medaglia d'oro.

Il nuotatore inglese conquistò, inoltre, l'oro nella staffetta mista, nella quale la rappresentativa britannica ottenne anche il record del mondo[9]. Nella giornata conclusiva di gare Peaty vinse un altro oro, aggiudicandosi la staffetta 4x100 misti con la rappresentativa britannica.

2015: Mondiali di Kazan e record del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di aprile gareggiò ai Campionati Nazionali Britannici. Nella giornata di apertura vinse la medaglia d'oro nei 200 m rana in 2'08"34, battendo i compagni specialisti della distanza e facendo registrare la seconda miglior prestazione mondiale.[10] Tre giorni più tardi si tuffò nell'Aquatics Centre di Londra per la finale dei 100m rana che concluse stabilendo il nuovo record del mondo in 57"92. Strappò il precedente primato a Cameron van Der Burgh e divenne così il primo uomo a scendere al di sotto dei 58"00.[11]

Nella prima giornata dei Campionati mondiali di Kazan disputò le fasi eliminatorie dei 100 m rana: vinse le batterie in 58"52 [12] e le semifinali in 58"18,[13] facendo segnare in entrambe le occasioni il nuovo record dei campionati. Il giorno successivo vinse il primo oro mondiale della sua carriera con il tempo di 58"52 battendo il sudafricano van Der Burgh.[14]

Il 4 agosto 2015 nei 50 rana (semifinale) ferma il cronometro sui 26"42, tempo che gli garantisce il nuovo record del mondo sulla distanza, togliendo il primato di 26"62 al sudafricano Van Der Burgh. Il giorno dopo, nella medesima gara (finale), si laurea campione del mondo, battendo lo stesso van Der Burgh e firmando un crono di 26"51.

2016-2017: Giochi olimpici di Rio e Mondiali di Budapest[modifica | modifica wikitesto]

Peaty durante i 100 rana a Rio 2016.

Ai Giochi di Rio Peaty migliora il suo record mondiale nelle batterie dei 100 rana, nuotandoli in 57"55. In finale il nuotatore britannico conquista l'oro e ritocca ulteriormente il record, facendo segnare un tempo di 57"13.

Il 25 luglio dell'anno successivo ai Mondiali di Budapest, Adam batte il suo stesso record mondiale nei 50m rana.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro 2016: oro nei 100m rana e argento nella 4x100m misti.
Kazan 2015: oro nei 50m rana, nei 100m rana e nella 4x100m misti mista.
Budapest 2017: oro nei 50m rana e nei 100m rana e argento nella 4x100m misti.
Doha 2014: argento nei 50m rana, nei 100m rana e nella 4x50m misti mista.
Berlino 2014: oro nei 50m rana, nei 100m rana, nella 4x100m misti e nella 4x100m misti mista.
Londra 2016: oro nei 50m e 100m rana, nella staffetta 4x100m misti e nella staffetta 4x100m misti mista.
Netanya 2015: argento nei 50m rana e nei 100m rana.
Glasgow 2014: oro nei 100m rana e nella 4x100m misti e argento nei 50m rana.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi al nuoto.»
— 31 dicembre 2016[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Glasgow 2014 - Adam Peaty, results.glasgow2014.com. URL consultato il 24 agosto 2014.
  2. ^ a b c d (EN) Adam Peaty, swimming.org. URL consultato il 24 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Results - Herning 2013, www.len.eu. URL consultato il 24 agosto 2014.
  4. ^ (EN) Swimming - Men's 200m Breaststroke Final, results.glasgow2014.com. URL consultato il 24 agosto 2014.
  5. ^ (EN) Golden night for Carlin, Taylor and Hynd in Glasgow, in swimming.org, 28 luglio 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  6. ^ Per il regolamento della manifestazione possono accedere alle semifinali al massimo due atleti della stessa nazionalità.
  7. ^ (EN) World record and silver medal for Brits in Berlin, in swimming.org, 22 agosto 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  8. ^ Record del mondo di Adam Peaty nei 50 rana, in raisport.rai.it, 22 agosto 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  9. ^ (EN) World record for mixed relay team in Berlin, in swimming.org, 19 agosto 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  10. ^ (EN) ADAM PEATY RIPS UP REPUTATIONS WITH 2:08.34 WIN AHEAD OF WILLIS, MURDOCH & JAMIESON, in swimvortex.com, 14 aprile 2015. URL consultato il 17 aprile 2015.
  11. ^ (EN) ADAM PEATY THE PIONEER: 57.92 100M BREAST 91YRS AFTER TARZAN’S TOOK FREE THAT WAY, in swimvortex.com, 17 aprile 2015. URL consultato il 17 aprile 2015.
  12. ^ (EN) Men's 100 m Breastroke Heats - Results, in omegatiming.com, 3 agosto 2015. URL consultato il 3 agosto 2015.
  13. ^ (EN) Men's 100 m Breastroke Semifinals - Results, in omegatiming.com, 3 agosto 2015. URL consultato il 3 agosto 2015.
  14. ^ (EN) Men's 100 m Breastroke Finals - Results, in omegatiming.com, 3 agosto 2015. URL consultato il 3 agosto 2015.
  15. ^ The London Gazette (PDF), nº 61803, 31 December 2016, p. N22.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]