Fiat Punto (1993)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Fiat Punto.

Fiat Punto
1993-1999 Fiat Punto SX (5-door hatchback) in Ipoh, Malaysia (01).jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  FIAT
Tipo principale Berlina 2 volumi
Altre versioni Van
cabriolet
Produzione dal 1993 al 1999
Sostituisce la Fiat Uno
Sostituita da Fiat Punto (1999)
Esemplari prodotti 3.338.896[senza fonte]
Euro NCAP (1997[1]) 2 stelle
Premio Auto dell'anno nel 1995
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3760 mm
Larghezza 1620 mm
Altezza 1450 mm
Massa da 830 a 1090 kg
Altro
Assemblaggio Fiat Mirafiori, Torino
SATA, Melfi (PZ)
Stabilimento di Termini Imerese (PA)
Stabilimento di Tychy, Polonia
Stile Giorgetto Giugiaro
Stessa famiglia Fiat Albea, Barchetta, Palio e Siena
Lancia Y
1993-1999 Fiat Punto SX (5-door hatchback) in Ipoh, Malaysia (02).jpg

La Fiat Punto del 1993 è la prima di una famiglia di vetture di tipo utilitaria, prodotta dalla casa automobilistica italiana FIAT concepita come erede della Fiat Uno. La sua produzione è iniziata nel 1993, per cessare nel 1999 anno in cui è stata sostituita dalla seconda serie del 1999.[2]

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

La prima apparizione di questo modello (numero di progetto 176) risale al Salone dell'automobile di Francoforte del 1993, disegnata da Giorgetto Giugiaro (come l'auto che andava a sostituire) era più lunga di 7 cm rispetto alla sua progenitrice, raggiungendo i 376 centimentri di lunghezza, i 145 di altezza (4 cm in più) e i 162 di larghezza (quasi 7 in più della Uno). L'accoglienza della critica e del pubblico furono in ogni caso molto positive e la Punto riuscì ad aggiudicarsi nel 1995 l'ambito titolo di Auto dell'anno. In quell'anno risultò essere anche l'auto più venduta in Italia sia nella versione a benzina che diesel,[3] dopo aver venduto nel primo anno di commercializzazione, tra il 1993 e il 1994, circa 640.000 unità.[4] Ha raggiunto il traguardo di un milione e mezzo di auto vendute in appena un anno e mezzo di vendite.[5][6]

Per quanto riguarda l'impostazione generale seguì la tradizione delle auto di quel periodo, con motore e trazione anteriori e carrozzeria a 2 volumi con portellone posteriore per accedere più comodamente al vano bagagli.

Sin dall'uscita sul mercato il modello è stato reso disponibile in 14 colori e 31 versioni tra cui una sportiva, la GT. La scelta possibile era fra tre e cinque porte, tre livelli di allestimento con motore benzina dai 1100 ai 1600 cm³ di cilindrata e con cambio manuale a 5 marce o automatico a variazione continua controllato elettronicamente, e Motore Diesel da 1700 cm³ in versioni aspirata e TD.

Polizia, Carabinieri, in misura minore Guardia di Finanza e altri corpi, hanno utilizzato per anni questa vettura. Tuttora diversi esemplari sono in servizio anche se il loro numero irrimediabilmente si sta assottigliando col tempo.

La versione GT[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fiat Punto GT.
Una Punto GT dopo il 1º restyling

La versione GT era la più sportiva della gamma con un motore da 1372 cm³, lo stesso della Fiat Uno Turbo seconda serie (e derivante a sua volta dal motore della Fiat 128) fornito di turbocompressore IHI VL7-2 con intercooler, erogante 136 CV (il prima serie) ed in grado di spingere l'autovettura oltre i 200 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi.

Veniva fornita con la dotazione di serie delle versioni "ELX" con in più: specchietti elettrici riscaldabili in tinta carrozzeria, cerchi in lega da 14" con canale da 5,5j su gomme 185/55, minigonne, lavafari sul paraurti anteriore, ABS a 4 sensori, fari regolabili in altezza, sedili sportivi (lato guida regolabile in altezza), volante in pelle regolabile in altezza, pomello e cuffia cambio in pelle. A richiesta: 2 airbag (quello dal lato guida di serie dal 1995), climatizzatore, interni in pelle dedicati e i vari optional previsti per l'intera gamma.

La Punto GT ha subìto due restyling: nel primo, datato 1995, i fari anteriori sono sostituiti con dei gruppi dalle stesse caratteristiche ma color fumé (infatti quelli della versione originale erano gli stessi a doppia parabola della Punto ELX) le minigonne sottoporta ora sono verniciate in tinta carrozzeria, cambia il logo "gt" sul portellone e sulle fiancate i paracolpi perdono la striscia rossa, il quadro strumentazione passa dal nero al bianco, i sedili assumono una seduta più bassa ed un profilo più avvolgente, il volante sempre rivestito in pelle viene sostituito con lo stesso usato per la Fiat Barchetta e per la Fiat Coupé. Inoltre le cartelle delle portiere diventano piatte e imbottite anziché sagomate.

Il secondo restyling (1997) esteticamente ha visto pochi cambiamenti: il cruscotto passa dal color grigio chiaro a scuro, così come le plastiche interne, il rivestimento dei sedili presenta i loghi GT, il condizionatore viene offerto di serie, gli specchi esterni sempre elettrici e in tinta, presentano ora una calottina smontabile. Leggermente ridotta la dotazione di serie interna. Modifiche piuttosto importanti, invece, per quanto riguarda il motore: viene sostituita la testa, la valvola del minimo, l'albero a camme ed altri particolari di minore importanza per rientrare nei parametri di emissioni inquinanti previsti dalla categoria Euro 2, i CV scendono a 133 che consentono di passare da 0–100 km/h in 8,2 secondi. Potenziato l'impianto frenante.

Fiat Punto Abarth[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'inizio FIAT aveva deciso che la Punto GT non avrebbe dovuto essere la Punto più potente. Infatti era stato previsto un modello dal semplice nome di Abarth, con poche differenze estetiche rispetto alla GT (solo i parafanghi avrebbero dovuto essere più bombati rispetto a quelli standard) ma con una differenza abissale nella scelta del motore. FIAT era indecisa se utilizzare un 1800 cm³ o un 2000 cm³. La potenza sarebbe stata portata a circa 150 cavalli. La Punto Abarth non è mai stata commercializzata.

Fiat Punto Cabrio[modifica | modifica wikitesto]

Fiat Punto cabrio
Retro di una Punto cabrio

Nel 1994 fece il suo debutto anche la Punto Cabrio, versione scoperta dell'utilitaria italiana, disegnata e prodotta da Bertone, che differiva dalla Punto normale nella fanaleria posteriore, oltre che, ovviamente, nella linea. Montava un motore a benzina con 60 CV o 88 CV. Commercializzata a partire dall'estate di quell'anno, ne sono stati ordinati circa dodicimila esemplari in pochi mesi in tutta Europa.[4]

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

La motorizzazione 1100 benzina si poteva avere anche accoppiata ad un cambio meccanico a 6 rapporti nella versione 55 6Speed (in seguito anche Team). Tale versione era caratterizzata da un rapporto finale della trasmissione più corto rispetto al 5 marce, il che conferiva ulteriori doti di accelerazione e ripresa.

Gli allestimenti andavano dal più spartano S, all'intermedio SX che aggiunge vetri elettrici, contagiri, termometro acqua e gli indicatori di direzione anteriori trasparenti. Infine c'è l'ELX, riconoscibile esternamente per i paraurti in tinta, che ha la spia della mancata chiusura delle porte e rivestimenti interni migliori. Fra gli optional predisposizione autoradio, ABS, servosterzo e aria condizionata. Da menzionare la presenza di allestimenti speciali come ED, acronimo di "Economy Drive", che rappresentava una Punto 55 S con diversi rapporti al cambio, e HSD, acronimo di High Safety Drive, quest'ultimo rappresentava una Punto 75 SX avente di serie doppio airbag, servosterzo, climatizzatore, poggiatesta posteriori e ABS.[7] Dal telaio della Punto nacque l'autovettura spider Fiat Barchetta.

Esisteva anche la versione van, disponibile sia benzina (1.1i) che diesel (1.7, TD 70, turbodiesel)[8].

Gamma Punto 1993 (1993-1996)[modifica | modifica wikitesto]

3 porte

  • 55 ED/S/SX/6 Speed (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 S/SX (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 S/SX/ELX/HSD (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 90 SX/ELX/Sporting (1581 cm³, 88 CV, 178 km/h)
  • GT (1372 cm³, 133 CV, 200 km/h)
  • D S/SX (1698 cm³, 57 CV, 150 km/h)
  • TD S/SX/ELX (1698 cm³, 71 CV, 163 km/h)

5 porte

  • 55 S/SX (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 S/SX (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 S/SX/ELX/HSD (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 90 SX/ELX (1581 cm³, 88 CV, 178 km/h)
  • D S/SX (1698 cm³, 57 CV, 150 km/h)
  • TD S/SX/ELX (1698 cm³, 71 CV, 163 km/h)

Cabrio (1994-1996)

  • 60 S (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 90 ELX (1581 cm³, 88 CV, 170 km/h)

Aggiornamento gamma 1997[modifica | modifica wikitesto]

Interno di una Punto 55 SX del 1997

La Punto nel 1997 ha beneficiato di un leggero restyling sia per quanto riguarda gli esterni con nuove tinte e nuovi copricerchi, sia per quanto riguarda gli interni con plastiche di colore più scuro, quadro strumenti dal diverso disegno (già dal 1996) e tappezzerie rinnovate. Vengono anche apportate delle modifiche su alcuni dettagli come la semplificazione dell'impianto elettrico nelle versioni S e diesel, la sostituzione di alcune guarnizioni in ABS, con altre in PVC; e altro. La meccanica è stata aggiornata e ha visto l'esordio della versione a 16v del noto 1242 cm³ Fire dopo il debutto ufficiale nello stesso anno sulla cugina Lancia Y (come avvenne nel 1985 per il primo 999 cm³ su Autobianchi Y10), tuttora fra i migliori motori di questa cilindrata, per potenza e rendimento. La versione 85 16v sostituì la 90, anche nella versione Sporting con rapporto finale più corto per guadagnare in accelerazione. Il nuovo 1242 consentiva un netto risparmio di carburante e un risparmio anche sul premio dell'assicurazione. Le prove di riviste dell'epoca parlavano di uno 0–100 km/h in 11.7" per la 85 16v, e 10.9" per la Sporting col km da fermo coperto in poco più di 32 secondi.

La Sporting adottava le stesse sospensioni sportive (molle, ammortizzatori, barre antirollio) e ruote della sorella GT, grazie alle quali, dato anche il peso inferiore di ~70 kg (motore e cambio) rispetto alla GT, aveva un'ottima dinamicità di guida (stabilità e prontezza).

La versione GT passò da 136 a 130 CV per via delle norme anti-inquinamento Euro2, mentre venne eliminata dal listino la versione D aspirata, che aveva raccolto poco successo commerciale. Scompaiono le versioni Diesel aspirate, mentre la versione TD viene declinata adesso in due livelli di potenza (60 CV e 70 CV) ottenuti grazie alla diversa regolazione del turbocompressore.

Gamma Punto 1997[modifica | modifica wikitesto]

3 Porte

  • 55 S/SX/6 Speed (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 S/SX (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 SX/ELX (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 85 16v ELX/Sporting (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)
  • GT (1372 cm³, 130 CV, 200 km/h)
  • TD 60 S/SX (1698 cm³, 63 CV, 155 km/h)
  • TD 70 SX/ELX (1698 cm³, 69 CV, 163 km/h)

5 porte

  • 55 S/SX (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 S/SX (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 SX/ELX (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 85 16v ELX (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)
  • TD 60 S/SX (1698 cm³, 63 CV, 155 km/h)
  • TD 70 SX/ELX (1698 cm³, 69 CV, 163 km/h)

Cabrio

  • 60 S (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 85 16v ELX (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)
  • 90 ELX (1581 cm³, 88 CV, 170 km/h)

Nel 1998, la gamma viene ulteriormente aggiornata, presentando nuovi allestimenti: Sole (versione base, sostituisce l'allestimento S), Star (versione intermedia, sostituisce l'allestimento SX), Stile (sostituisce l'allestimento ELX).

3 Porte

  • 55 Sole/6 Speed (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 Sole/Star (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 Stile (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 85 16v Stile/Sporting (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)
  • GT (1372 cm³, 130 CV, 200 km/h)
  • TD 60 Sole/Star (1698 cm³, 63 CV, 155 km/h)
  • TD 70 Stile (1698 cm³, 68 CV, 163 km/h)

5porte

  • 55 Sole (1108 cm³, 54 CV, 150 km/h)
  • 60 Sole/Star (1242 cm³, 60 CV, 160 km/h)
  • 60 Selecta (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 75 Stile (1242 cm³, 73 CV, 170 km/h)
  • 85 16v Stile (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)
  • TD 60 Sole/Star (1698 cm³, 63 CV, 155 km/h)
  • TD 70 Stile/ELX (1698 cm³, 68 CV, 163 km/h)

Cabrio

  • 60 Sole (1242 cm³, 60 CV, 150 km/h)
  • 85 16v Stile (1242 cm³, 86 CV, 177 km/h)

Nel 1999 esce di produzione per lasciare posto alla nuova generazione di Fiat Punto.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza Coppia max (Nm) Cambio Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.1 55 dal debutto al 1999 Benzina 1108 40 kW (54 Cv) 88 3000g/min 5/6 Manuale N.D. 16.5 150 15.7
1.2 60 dal debutto al 1999 Benzina 1242 44 kW (60 Cv) 102 3000g/min 5 Manuale - CVT N.D. 14.5 160 16.0
1.2 75 dal debutto al 1999 Benzina 1242 54 kW (73 Cv) 106 4000g/min 5 Manuale N.D. 12.0 170 16.0
1.2 85 16V dal 1997 al 1999 Benzina 1242 63 kW (86 Cv) 113 5 Manuale N.D. 10.9 177 14.1
1.4 GT Turbo dal debutto al 1999 Benzina 1372 96 kW (131 Cv) 200 5 Manuale N.D. 7.9 220 13.1
1.6 90 dal debutto al 1997 Benzina 1581 65 kW (88 Cv) 127 5 Manuale N.D. 11.5 178 12.7
1.7 D dal debutto al 1997 Diesel 1698 42 kW (57 Cv) 98 5 Manuale N.D. 20.0 150 16.5
1.7 TD 60 (cat) dal 1996 al 1999 Diesel 1698 46 kW (63 Cv) 118 5 Manuale N.D. 16.8 155 16.1
1.7 TD 70 (cat) dal 1995 al 1999 Diesel 1698 51 kW (69 Cv) 134 5 Manuale N.D. 14.8 163 15.3
1.7 TD (no cat.) dal 1993 al 1997 Diesel 1698 52 kW (71 Cv) 134 5 Manuale N.D. 14.8 163 16.8

[9]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Questa serie di Punto, è stata la vettura straniera più venduta in Francia nel biennio 1998-1999, ha ottenuto un buon riscontro in quasi tutti i paesi europei, come Regno Unito, Germania e Paesi Bassi.

Utilizzo da parte delle forze dell'ordine[modifica | modifica wikitesto]

Molte forze dell'ordine italiane, tra cui Polizia di Stato, Carabinieri e Vigili del Fuoco, hanno utilizzato la Punto come auto di servizio nel corso degli anni novanta e duemila.

Una Fiat Punto allestita per i Carabinieri

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 1997, su euroncap.com. URL consultato il 28 marzo 2017.
  2. ^ omniauto.it: Fiat Punto prima serie 1993-1999, su omniauto.it.
  3. ^ Fiat Punto e 500 auto più vendute in Italia del 1995, in Corriere della Sera, 14 marzo 1995, p. 43. URL consultato il 03-12-2009.
  4. ^ a b Nestore Morosini, La Punto trascina il gruppo, in Corriere della Sera, 26 novembre 1994, p. 45. URL consultato il 03-12-2009.
  5. ^ Ottavio Rossani, Fiat Punto e 500 auto più vendute in Italia del 1995, in Corriere della Sera, 14 marzo 1995, p. 43. URL consultato il 03-12-2009 (archiviato dall'url originale il ).
  6. ^ Ottavio Rossani, Fiat boom in Europa, in Corriere della Sera, 6 marzo 1996, p. 23. URL consultato il 03-12-2009.
  7. ^ Punto, Tipo, Tempra ancora più sicure, in Corriere della Sera, 19 marzo 1994, p. 45. URL consultato il 03-12-2009 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).
  8. ^ Listino Fiat Punto (1993-00) usate - Automoto.it, in Automoto.it. URL consultato il 27 luglio 2017.
  9. ^ Dat Tecnici Fiat Punto 1ª Serie

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili