Fiat 600 Multipla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'automobile prodotta dal 1998, vedi Fiat Multipla (1998).
Fiat 600 Multipla
1959 Fiat 600 Multipla tipo 100.108.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  FIAT
Tipo principale Monovolume
Produzione dal 1956 al 1967
Sostituita da Fiat 850T
Esemplari prodotti 243.000[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3540 mm
Larghezza 1450 mm
Altezza 1580 mm
Passo 2000 mm
Massa 720 kg
Altro
Stile Dante Giacosa
Stessa famiglia Fiat 600
1959 Fiat 600 Multipla rear.jpg

La Fiat 600 Multipla è un'automobile costruita da gennaio del 1956 alla primavera del 1967 dalla casa torinese FIAT.

La vettura[modifica | modifica wikitesto]

Presentata il 14 gennaio 1956 al XXXIX Salone di Bruxelles, può di fatto essere considerata una delle antesignane del moderno concetto di monovolume. Dalla "600 Multipla" venne derivato il furgone "600T", prodotto dal 1962 al 1968, da cui deriverà a sua volta il furgone "850T".

Era basata sulla Fiat 600 ed ospitava da quattro a sei persone, a seconda del tipo di modello.[1]

Vista laterale con le caratteristiche aperture

La versione 4-5 posti, oltre al sedile anteriore per due persone, disponeva di un unico sedile posteriore-centrale e di un ampio spazio per i bagagli tra lo schienale e il vano motore; abbattendo i sedili, poteva essere trasformata in una letto matrimoniale lungo quasi due metri.

La versione 6 posti, oltre al sedile anteriore per due persone, disponeva di quattro sedili singoli ripiegabili disposti su due file; abbattendo i sedili si otteneva un piano di carico di oltre 1,75 metri quadrati, interamente sfruttabile, al quale si poteva comodamente accedere mediante le due porte, una per ogni lato.

La versione taxi disponeva anteriormente di un sedile solo per il guidatore, al fianco del quale c'era un ripiano rivestito in gomma per appoggiare i bagagli; posteriormente montava invece un sedile unico posteriore e due strapuntini estraibili, per ospitare fino a quattro passeggeri.

Il posto di guida rispetto alla Fiat 600 venne spostato in avanti, eliminando il volume centrale e conferendo alla struttura le sembianze di un'auto da lavoro. Ebbe notevole successo come taxi negli anni sessanta e come piccolo pulmino economico. Nelle sue campagne pubblicitarie la casa produttrice puntava molto anche sul concetto, a quei tempi quasi rivoluzionario, di un'autovettura destinata anche al tempo libero, al camping e ai vari hobby.[2]

La prima serie monta motore 633 cm³, aumentato di cilindrata per la seconda serie (600 D Multipla) a 767 cm³.

La denominazione "Multipla" venne ripresa dalla FIAT, parecchi anni più tardi, in occasione della presentazione e produzione di un'altra vettura, la "Nuova Fiat Multipla", che offriva sei posti di serie e che ottenne lo stesso spiccato successo dell'antenata nel campo del trasporto pubblico.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Fiat 600 multipla del 1959.
Fiat-600-d-multipla.jpg
Configurazione
Carrozzeria: Monovolume quattro porte Posizione motore: posteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 3530 × 1450 × 1580 Diametro minimo sterzata: 8,70 m
Interasse: 2000 mm Carreggiate: anteriore 1230 - posteriore 1154 mm Altezza minima da terra: 150 mm
Posti totali: 4 Bagagliaio: Serbatoio: 29 litri
Masse / in ordine di marcia: 750 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea raffreddato a liquido Cilindrata: Alesaggio x corsa = 63,5 x 62 mm; totale 767 cm³
Distribuzione: aste e bilancieri, a due valvole in testa per cilindro, con albero a camme laterale comandato da catena Alimentazione: un carburatore invertito Weber 28ICP
Prestazioni motore Potenza: 29 CV DIN a 4.800 giri/min
Accensione: a bobina e spinterogeno con correttore pneumatico d'anticipo Impianto elettrico:
Frizione: monodisco a secco, comando meccanico Cambio: a 4 rapporti (2°, 3° e 4° sincronizzati) + RM
Telaio
Corpo vettura carrozzeria a struttura portante
Sterzo a vite e rullo
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti con trapezio trasversale oscillante con molone elicoidale e ammortizzatori idraulici telescopici a doppio effetto / posteriori: a ruote indipendenti con bracci triangolati trasversali e inclinati, molloni elicoidali e ammortizzatori idraulici telescopici a doppio effetto
Freni anteriori: a tamburo / posteriori: a tamburo con comando idraulico
Pneumatici 5.20-12
Prestazioni dichiarate
Velocità: in 4ª marcia: 95 km/h Accelerazione: sul km da fermo con uso del cambio: 57,950 sec.
Consumi medio 7 l/100km
Fonte dei dati: [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BUON COMPLEANNO FIAT 600!, automobilismo.it, 30 gennaio 2015. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  2. ^ Articolo della rivista Ruoteclassiche, ruoteclassiche.quattroruote.it, 1 aprile 2001. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  3. ^ Prova Fiat 600 Multipla, Quattroruote, gennaio 1960

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili