Fiat Mille

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'auto prodotta a partire dal 1983 al 1995, vedi Fiat Uno.
Fiat Uno (Brasile)/Mille
Fiat Mille 3dr BR.jpg
Fiat Mille III serie
Descrizione generale
Costruttore Brasile  FIAT
Tipo principale Berlina 2 volumi
Altre versioni Sport Utility Vehicle (Mille Way)
Produzione dal 1984 al 2013
Sostituisce la Fiat 147
Sostituita da Fiat Uno (2010)
Esemplari prodotti 3.756.388[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3640 mm
Larghezza 1550 mm
Altezza 1430 mm
Massa da 831 a 851 kg
Altro
Assemblaggio Betim, Brasile
Altre antenate Fiat 147
Altre eredi Fiat Palio Fire Economy
Fiat Nuova Palio
Fiat Punto
Stessa famiglia Fiat Uno, Fiat Fiorino e Duna
Innocenti Mille e Elba
Auto simili Volkswagen Gol
Chevrolet Celta
Hyundai HB20
Peugeot 207
Ford Fiesta
Renault Clio Mercosur
Nissan March
Fiat Mille Fire rear.jpg

La Fiat Mille è un'utilitaria che è stata prodotta dalla filiale brasiliana della Fiat Auto a partire dal 1984 fino al 2013.

Il modello deriva dalla prima serie di Fiat Uno lanciata in Italia nel 1983, con la principale differenza estetica del cofano anteriore a coperchio, e in Brasile rimase in produzione per quasi 30 anni presentando solo lievi modifiche. Il modello venne inizialmente venduto in Sud America come Fiat Uno mentre dal 1994 venne rinominato Mille in occasione di un aggiornamento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una Mille marchiata Innocenti per il mercato italiano

La Mille era prodotta a Betim e venduta in Brasile con un motore 1.0 facente parte della famiglia motoristica Fire Flex e alimentato sia a benzina che ad etanolo. In Argentina il modello non ha adottato la denominazione Mille per continuare ad essere venduta come Uno. La vettura è stata assemblata fino al 2006 anche in Sudafrica in oltre 110.000 esemplari e nel corso del 2007 è stata importata direttamente dal Brasile.

In Italia è stata importata con la denominazione iniziale di Fiat Uno CS (dal 1988 al 1992) in seguito mutata in Innocenti Mille (nel 1994), dalla quale si differenziava per il frontale che presentava una mascherina e paraurti leggermente differenti, per le protezioni laterali sottoporta, la disponibilità 3 e 5 porte, per la presenza delle barre sul tetto, le diverse scritte identificative e gli interni ripresi dalla Fiat Uno II serie.

Una Fiat Mille pre-restyling

La Mille è stata prodotta in oltre 3.000.000 di esemplari ed è stata tra le autovetture più richieste in Brasile con una media di circa 10.000 vetture mensili.

Il restyling del 2005[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 la Fiat Auto Brasile presentò un restyling della Mille introducendo per la prima volta una versione rialzata da terra e con sospensioni irrigidite del 30% (simile ad uno Sport Utility Vehicle) denominato Mille Way. Le versioni classiche vennero rinominate Mille Economy e caratterizzate dalla nuova mascherina frontale ispirata al Fiat Doblò, nuovi fari e paraurti ridisegnati. Rivista anche la coda grazie all'adozione di una nuova fanaleria e la targa posteriore che venne spostata dal cofano portellone al paraurti inferiore.

Il motore 1.0 Fire è stato rivisto ed è in grado di consumare circa il 10% in meno di carburante grazie alla quinta marcia del cambio allungata e agli pneumatici a basso attrito di rotolamento. Il motore è alimentato sia a benzina (65 cavalli) che ad etanolo (66 cavalli) e permette lo 0-100 km/h registrato in 15,1 secondi a benzina e in 14,7 ad etanolo per consumi pari a 15,6 km/l in città e 22 km/l nel ciclo extraurbano a benzina, ridotti a 11,1 km/l e 15,6 km/l nel funzionamento ad etanolo. Velocità massima pari a 151 km/h a benzina (153 km/h ad etanolo).

Gli interni invece non cambiano molto, e rimangono simili (ad eccezione di volante e quadro strumenti) a quelli della Uno seconda serie.

Gli interni di una Fiat Mille, molto simili a quelli della Uno seconda serie

La serie limitata "Grazie Mille"[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2013, dopo quasi 30 anni di successi, l'autovettura viene proposta per l'ultima volta nel mercato per via delle nuove norme automobilistiche in vigore in Brasile dal 1º gennaio 2014, le quali prevedono che tutti i veicoli brasiliani, a partire da quella data, devono aver obbligatoriamente gli airbag frontali e l'ABS. Non potendo aggiornare tale modello, la Fiat ne ha lanciato una serie limitata, la "Grazie Mille", che prende il nome dalla formula di ringraziamento italiana.

La FIAT Grazie Mille è prodotta in 2.000 esemplari forniti di una ricca dotazione di accessori: alzacristalli elettrici, vernice metallizzata Argento Bari e metallizzata speciale Verde Saquarema, climatizzatore manuale, servosterzo, tergilunotto, sbrinatore, autoradio CD-MP3 con ingresso USB e connessione Bluetooth e 2 poggiatesta posteriori. Esteticamente la Fiat Grazie Mille sfoggia una calandra anteriore nera, il logo “Grazie Mille” sia dentro che fuori, cerchi in lega da 13 pollici bruniti, fasce paracolpi laterali, marmitta sportiva cromata, strumentazione con sfondo "Grazie Mille", battitacco con logo "Grazie Mille", selleria in tessuto specifico con loghi "Grazie Mille" e pedaliera sportiva. Il motore è il classico 1.0 a benzina ed etanolo da 66 CV. Il prezzo in Brasile è 31.200 Real, circa 9.600 Euro. L'auto è prevista solo in carrozzeria 5 porte.

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

Le varianti più economiche di quest'auto hanno trovato un'erede nella Nuova Uno e nella Palio Fire, autovetture economiche e compatte: la seconda, nel 2014, dopo l'uscita di produzione della Mille, è diventata l'auto più economica di casa FIAT ed è stata anche ristilizzata con un cruscotto nuovo e dotazioni migliorate. Le varianti intermedie hanno trovato un'erede nella Nuova Palio e nella Punto, auto compatte anch'esse, ma più costose e di qualità superiore.

Le varianti WAY della Mille hanno trovato un'erede nella Nuova Uno, ma nelle versioni WAY di quest'ultima. Infine le varianti sportive hanno trovato un'erede nella Nuova Uno Sporting, ma anche nella Nuova Palio Sporting e infine nella Punto T-JET, auto sportive e compatte, con ricche dotazioni e motori abbastanza potenti.

Ma la Uno "furgonata" non ha trovato una vera erede, ma le eredi più adatte sono il Fiat Fiorino, rinnovato alla fine del 2013 e il pick-up Fiat Strada, anch'esso soggetto ad aggiornamenti tra il 2013 e il 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili