Climatizzatore (veicoli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il climatizzatore di un veicolo, comunemente abbreviato in clima, è un dispositivo utilizzato per riscaldare o rinfrescare l'abitacolo di un'autovettura, di un autocarro o di un autobus attraverso l'aria condizionata.

Pannello di comando di un climatizzatore automatico

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi tentativi di utilizzo della tecnologia sugli autoveicoli risalgono agli anni trenta quando erano installati artigianalmente su veicoli di lusso[1], mentre la prima casa automobilistica che lo offrì come optional su alcuni suoi prodotti risulta essere stata la Packard appena prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. L'espansione massiva sul mercato iniziò poi negli anni sessanta e coinvolse presto anche i mezzi di trasporto industriali, sia degli autocarri che dei mezzi di trasporto pubblico.

Tipi di climatizzatore[modifica | modifica wikitesto]

È disponibile in due tipologie principali:

Tasto di accensione di un climatizzatore manuale
Manuale

Il climatizzatore manuale, comunemente chiamato aria condizionata, ha solitamente tre manopole, una per scegliere la temperatura, una per impostare il regime del climatizzatore (velocità della ventola) e una per regolare il flusso dell'aria.

La funzione refrigerante si attiva premendo il tasto "AC", diversamente il sistema funziona come riscaldamento.

Mentre in passato veniva fornito come optional, oggi è presente di serie su quasi tutte le vetture (eccetto quelle low-cost, dove è ancora optional sui modelli base).

Automatico

Il climatizzatore automatico regola il suo funzionamento in base alle impostazioni dell'utente e attraverso dei sensori che misurano la temperatura ambiente. Il climatizzatore automatico può però funzionare anche in funzione manuale.

L'uso del climatizzatore aumenta i consumi di carburante a parità di velocità a causa dell'energia necessaria al funzionamento del compressore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Popular Science del 1933
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti