Partito Socialista Ungherese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Socialista Ungherese
(HU) Magyar Szocialista Párt
Insignia Hungary Political Party MSZP.svg
Leader Attila Mesterházy
Stato Ungheria Ungheria
Fondazione 9 ottobre 1989
(successore del Partito Socialista Operaio Ungherese)
Sede 1081 Budapest, VIII. Köztársaság tér 26.
Ideologia Socialdemocrazia
Socialismo democratico
Terza via
Collocazione Centrosinistra
Sinistra[1]
Partito europeo Partito del Socialismo Europeo
Gruppo parlamentare europeo Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici
Affiliazione internazionale Internazionale Socialista
Alleanza Progressista
Seggi Assemblea Nazionale
29 / 199
Seggi Parlamento Europeo
2 / 21
Organizzazione giovanile Fiatal Baloldal
Sito web www.mszp.hu
Ungheria

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Ungheria







Altri stati · Atlante

Il Partito Socialista Ungherese (in ungherese: Magyar Szocialista Párt, MSZP) è una formazione politica social democratica. Il partito è membro dell'Internazionale Socialista e del Partito del Socialismo Europeo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

MSZP nacque nel 1989 dalla scissione del Partito Socialista Operaio Ungherese (MSZMP), che aveva governato la Repubblica Popolare d'Ungheria dal 1956 al 1989. La componente comunista "ortodossa" diede vita al Partito Comunista Operaio Ungherese. Il richiamo al Partito Socialista Ungherese dei lavoratori ha provocato spesso contrasti interni al partito, vista da un lato l'effettiva influenza esercitata da ex-comunisti nel partito, controbilanciata però dalle politiche decisamente liberali perseguite dal partito in campo economico.

In materia economica, infatti, i socialisti sono sempre stati più vicini all'Alleanza dei Liberi Democratici, rispetto ai conservatori del Fidesz che si sono spesi in favore di un maggiore interventismo statale nell'economia. Il MSZP, infatti, ha posto in essere una serie di profonde riforme del mercato e di privatizzazione nel 1995-1996, quando l'Ungheria stava affrontando una crisi economica e finanziaria. Accanto a una visione liberale in campo economico, i socialisti, però, si sono impegnati per la costruzione di uno "stato sociale" che garantisse la tutela di bisogni prima a tutta la popolazione[2].

I socialisti e i liberali, inoltre, si sono opposti all'estensione della cittadinanza ungherese agli ungheresi che vivono nei paesi stranieri. L'obiettivo è di contenere il rafforzamento del nascente nazionalismo. Nel referendum 2004, infatti, l'alleanza socialisti-liberali vinse il referendum per vietare l'estensione della cittadinanza.

Alle elezioni parlamentari del 2006, il MSZP ha ottenuto il 43,2% dei voti, il che gli ha permesso di ottenere 190 dei 386 rappresentanti all'Assemblea Nazionale. Il MSZP ha pertanto mantenuto la coalizione di governo con i liberali. Alle precedenti elezioni, il MSZP aveva ottenuto: 10,89% (1990), 32,98% (1994), 32,92% (1998) e 42,05% (2002).

A seguito dell'uscita dalla compagine di governo dell'Alleanza dei Liberi Democratici, avvenuta nel maggio 2008, il MSZP ha formato il primo governo di minoranza della storia dell'Ungheria.

Nel 2010 è passato all'opposizione. Nel 2011, MSZP ha subito la scissione di "Coalizione Democratica", formazione politica creata dall'ex-segretario ed ex-premier Ferenc Gyurcsány, che dichiarò di voler dar vita ad una formazione politica di "centro-sinistra civico, occidentale"[3].

Rappresentanza parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Anno Percentuale seggi Numero seggi Voti Status
1990 8,55% 33 419.152 Opposizione
1994 54,1% 209 2.921.039 Governo
1998 34,7% 134 1.497.231 Opposizione
2002 46,11% 178 2.361.997 Governo
2006 49,22% 190 2.336.705 Governo
2010 19,30% 59 990.428 Opposizione

Leader[modifica | modifica wikitesto]

  • Membri del direttivo:
    • Ildikó Bangóné Borbély
    • Márta Demeter
    • Tamás Harangozó
    • Lajos Korózs
    • Ágnes Kunhalmi
    • Tibor Szanyi
    • László Teleki
    • Bertalan Tóth
    • László Varga
    • Csaba Winkfein

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hungarian Socialist Party (MSzP) (political party, Hungary) - Encyclopedia Britannica
  2. ^ http://www.duelamical.eu/es/node/172
  3. ^ Gyurcsány announces departure from Socialists, formation of new “Western, civic center-left” party | Politics.hu

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]