Paderno d'Adda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paderno d'Adda
comune
Paderno d'Adda – Stemma
Paderno d'Adda – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Sindaco Valter Motta - 2º mandato (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 9°27′00″E / 45.683333°N 9.45°E45.683333; 9.45 (Paderno d'Adda)Coordinate: 45°41′00″N 9°27′00″E / 45.683333°N 9.45°E45.683333; 9.45 (Paderno d'Adda)
Altitudine 266 m s.l.m.
Superficie 3 km²
Abitanti 3 936[1] (31-12-2010)
Densità 1 312 ab./km²
Comuni confinanti Calusco d'Adda (BG), Cornate d'Adda (MB), Medolago (BG), Robbiate, Verderio
Altre informazioni
Cod. postale 23877
Prefisso 039
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 097062
Cod. catastale G218
Targa LC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti padernesi
Patrono santa Maria Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Paderno d'Adda
Posizione del comune di Paderno d'Adda nella provincia di Lecco
Posizione del comune di Paderno d'Adda nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Paderno d'Adda (Padèrnu in dialetto brianzolo, e semplicemente Paderno fino al 1863) è un comune italiano di 3.826 abitanti[2] della provincia di Lecco in Lombardia. Paderno è sita nel settore orientale del fiume Adda, all'interno del Parco Adda Nord e dell'ecomuseo Adda di Leonardo. Paderno costituiva un punto di strozzatura nel percorso fluviale lungo l'Adda. Dopo svariati tentativi solo nel 1700 fu superato l'ostacolo alla navigazione creando il naviglio di Paderno permettendo il congiungimento tra il Lago di Como e Milano tramite la Martesana.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Ponte di ferro di Paderno d'Adda

A Paderno d'Adda si trova il famoso Ponte di Paderno o Ponte San Michele. Fu costruito tra il 1887 e il 1889 dalla Società Nazionale Officine di Savigliano di Cuneo, sotto la direzione dell'ingegnere svizzero Julius Rothlisberger (1851-1911). Il ponte è lungo 266 m ed è sostenuto da nove appoggi, che reggono un'arcata metallica di 150 m di corda e 37,50 di freccia. Nella travata interna del viadotto passa la ferrovia Seregno-Bergamo, sulla parte superiore c'è la strada destinata al traffico leggero. L'altezza sul fiume è di circa 85 metri.

Da segnalare anche il Monumento ai Caduti (1931), forse tra i lavori più intensi dello scultore Giuseppe Mozzanica.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Gli stranieri residenti nel comune sono 387, ovvero il 9,8% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[5]:

  1. Marocco Marocco, 76
  2. Romania Romania, 68
  3. Albania Albania, 39
  4. Egitto Egitto, 23
  5. Senegal Senegal, 22
  6. Bangladesh Bangladesh, 22

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Dato Istat all'1/1/2008.
  3. ^ Unione annullata nel 1947.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 25 ottobre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]