Massimo Giuliani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Giuliani nel 1987

Massimo Giuliani (Roma, 5 febbraio 1951) è un attore, doppiatore, direttore del doppiaggio, dialoghista e imitatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Massimo Giuliani in La donna della domenica (1975)

Nato a Roma nel 1951, conosce tra il 1956 e il 1966 un'intesa esperienza come attore bambino, al cinema e alla televisione.[1] Ha ruoli di rilievo in Face in the Rain (1963), I terribili 7 (1963) e in numerosi sceneggiati televisivi, come Avventure in IV B (1964) e Il favoloso '18 (1965), lavorando al fianco di altri noti attori bambini del tempo come Roberto Chevalier e Loretta Goggi.

Continua a recitare da giovane attore; tra le sue apparizioni i varietà televisivi Tante scuse (1974), Di nuovo tante scuse (1975-76) e Noi... no! (1977-78) al fianco di Raimondo Vianello. Nel 1976 presenta alla Rai il gioco per ragazzi Dedalo, al quale partecipavano due squadre composte da tre ragazzi che dovevano avere un elemento in comune tra loro.

Nel 1977 fu la volta di "Il trucco c'è", un altro programma settimanale destinato ai ragazzi in cui venivano spiegati i vari trucchi che potevano essere usati in campo televisivo e cinematografico.

A metà degli anni '80 conduce su Radio 2 la trasmissione radiofonica "Perché non parli? - Sfida a colpi di parole tra due concorrenti alla ricerca dell'italiano perduto", che andava in onda a ora di pranzo e nella quale due concorrenti dovevano sfidarsi per una intera settimana, rispondendo a domande sulla lingua italiana, cimentarsi in sciogli lingua oppure citare proverbi o detti famosi che contenessero una determinata parola. Con lui in studio lavoravano anche alcuni doppiatori famosi come Marco Mete e Franco Pucci.

Molto attivo anche nel doppiaggio fin da bambino, è stato la voce di Mel Gibson ne Il Bounty del 1984, di John Belushi nel cult-movie The Blues Brothers (1980), del premio Oscar Christopher Walken ne Il cacciatore (1978) e di Anthony Edwards nel ruolo di Goose in Top Gun del 1986. Viene spesso ricordato con il personaggio di Ciro, interpretato nella serie del 1987 I ragazzi della 3ª C, nella quale vendeva gli oggetti più disparati all'ingenuo Bruno Sacchi. Nel 1996 fondò la società di doppiaggio Time Out Cin.ca, oggi chiamata Int. Prod. Time Out, nella quale lavora spesso come dialoghista e direttore del doppiaggio. Tra i primi lavori della società ci fu il ridoppiaggio di film e cortometraggi Looney Tunes e Merrie Melodies, al cui cast prese parte lo stesso Giuliani nel ruolo di Bugs Bunny, di cui è stato doppiatore italiano ufficiale dal 1996 fino al 2006, salvo poi, dal 2007, lasciare il personaggio a Davide Garbolino.

Nel luglio 2013 ha ricevuto il premio della critica e un riconoscimento per la direzione del doppiaggio del film Hitchcock alla decima edizione del Leggio d'oro.[2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con la direttrice del doppiaggio Tiziana Lattuca, padre del doppiatore Daniele Giuliani e zio della doppiatrice Claudia Catani.

La passione sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Ben conosciuta è anche la sua passione per il calcio (gioca praticamente ogni partita del cuore) ed il suo attaccamento alla Roma (venne preso nelle giovanili della squadra agli inizi degli anni sessanta, ma dovette lasciare dopo quattro mesi di allenamenti per motivi di lavoro), anche se all'inizio degli anni duemila si trovò in una situazione di grosso imbarazzo per aver parodiato il giocatore Francesco Totti (vestendo i panni di Totti Gò) nel programma comico Convenscion: il calciatore si arrabbiò e gli chiese di smettere con l'imitazione, mentre i tifosi più accaniti della curva giallorossa esposero all'Olimpico degli striscioni contro di lui.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Massimo Giuliani, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata
  2. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2013, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 15 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]