Space Jam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Space Jam
Space Jam.png
Paese di produzione USA
Anno 1996
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,77:1
Genere commedia, fantastico, sportivo
Regia Joe Pytka
Sceneggiatura Leo Benvenuti, Steve Rudnick, Timothy Harris, Herschel Weingrod
Produttore Ivan Reitman, Joe Medjuck, Daniel Goldberg
Produttore esecutivo David Falk, Ken Ross
Casa di produzione Northern Lights Entertainment (non accreditato), Courtside Seats Productions (non accreditato)
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Family Entertainment
Art director David F. Klassen
Animatori Bruce W. Smith, Tony Cervone, Neil Boyle, Chuck Gammage, Jim Kammerud, Uli Meyer, Jeff Siergey, Dave Spafford, Rob Stevenhagen, Bruce Woodside
Fotografia Michael Chapman
Montaggio Sheldon Kahn
Effetti speciali Corey Pritchett
Musiche James Newton Howard
Scenografia Jennifer Williams
Costumi Marlene Stewart
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Space Jam è un film a tecnica mista uscito nel 1996. Fonde in un'unica immagine il film classico con attori in carne e ossa con personaggi dell'animazione. I personaggi della Warner Bros, i Looney Tunes, si trovano a dividere lo schermo con grandi campioni della National Basketball Association, primo tra tutti Michael "Air" Jordan, e attori celebri, come Bill Murray.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'immaginario mondo dei cartoni animati, in un pianeta alieno e posto a distanza abissale dalla Terra, Swackhammer, il proprietario di un Luna Park in declino, è costretto a cercare nuove attrazioni per richiamare il pubblico. Apprende che sulla Terra esistono i Looney Tunes, sicura fonte di spettacolo e godimento per grandi e piccini. Decide allora di inviare un gruppo di alieni per costringere i Looney a lavorare nel suo parco divertimenti.

Quando Bugs Bunny e soci si accorgono delle reali intenzioni del gruppo alieno, per salvarsi e convinti di poter sfruttare a loro vantaggio la bassa statura dei loro avversari, li sfidano ad una partita di pallacanestro. Gli alieni vengono però a conoscenza che lì, in America, giocano i migliori professionisti di tutto il mondo. Si impadroniscono così del talento dei migliori giocatori della NBA e si presentano per la sfida trasformati nelle dimensioni e muscolosissimi. L'unica speranza di vittoria per Bugs Bunny e gli altri personaggi Looney Tunes è quella di "arruolare" tra loro il più grande giocatore di ogni tempo, Michael Jordan. Egli si è però ritirato dalle gare di basket e inizialmente rifiuta ma, quando viene punto sull'orgoglio, accetta di giocare con i personaggi animati. Jordan e i Looney Toones, con un crescendo impressionante, riescono a ribaltare la pessima situazione iniziale della partita, in particolare con una magia a fil di sirena di un personaggio piuttosto rilevante...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Fly Like an Eagle" - Seal – 4:14
  2. "The Winner" - Coolio – 4:03
  3. "Space Jam" - Quad City DJ's – 5:07
  4. "I Believe I Can Fly" - R. Kelly – 5:22
  5. "Hit 'Em High (The Monstars' Anthem)" - B-Real (Cypress Hill), Coolio, Method Man, LL Cool J e Busta Rhymes – 4:17
  6. "I Found My Smile Again" - D'Angelo – 6:15
  7. "For You I Will" - Monica – 4:56
  8. "Upside Down ('Round-N-'Round)" - Salt-N-Pepa – 4:16
  9. "Givin' U All That I've Got" - Robin S. – 4:04
  10. "Basketball Jones" - Barry White e Chris Rock – 5:40
  11. "I Turn To You" - All-4-One – 4:52
  12. "All of My Days" - Changing Faces featuring R. Kelly e Jay-Z – 4:01
  13. "That's the Way (I Like It)" - Spin Doctors e Biz Markie – 3:49
  14. "Buggin'" - Bugs Bunny (Billy West), Daffy Duck (Dee Bradley Baker) e Elmer Fudd (Billy West) – 4:14
  15. "Pump Up The Jam" - Technotronic - 3:42

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione italiana del film è importante in quanto segna il debutto del nuovo cast di doppiatori dei Looney Tunes, che di lì a poco andrà a doppiare tutti i cortometraggi classici delle serie Looney Tunes e Merrie Melodies (ridoppiando anche vecchie edizioni italiane di diversi corti e alcuni film antologici). Tutti i doppiatori italiani del film prestano la voce ai rispettivi personaggi per la prima volta, ad eccezione di Massimo Giuliani e Vittorio Amandola (che avevano già doppiato rispettivamente Bugs Bunny e Yosemite Sam nella serie Animaniacs), di Marco Mete (che aveva già doppiato Daffy Duck nel film Gremlins 2 - La nuova stirpe) e di Ilaria Latini (che aveva già doppiato Titti nelle precedenti edizioni italiane dei corti); tuttavia nelle occasioni precedenti avevano dato ai personaggi una caratterizzazione diversa rispetto a quella adoperata in Space Jam e in seguito.

Nuovi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il film introduce dei nuovi personaggi:

  • Lola Bunny: la ragazza di Bugs Bunny, una coniglietta attraente abile nella pallacanestro. Va su tutte le furie quando qualcuno osa chiamarla "bambola".
  • Mr Swackhammer: l'antagonista principale del film, un grosso, sinistro e burbero alieno dalla pelle verdognola che mira a catturare i Looney Tunes per poter allietare il suo luna park a Moron Mountain (anche se poi punterà su Michael Jordan, dopo aver visto le sue abilità), per questo manda i suoi scagnozzi, ovvero i "Nerdlucks", sulla terra, dove, sfidati dai Looney Tunes ad una partita di pallacanestro, ruberanno il talento ai giocatori della NBA e impossessandosene diventeranno i "Monstars" per vincere contro di loro. Verso la fine del film, verrà mandato sulla luna dai suoi stessi scagnozzi dopo che questi si sono resi conto di essere diventati "più grossi di lui" e da allora il suo destino rimane incerto.
  • Nerdlucks/Monstars: gli scagnozzi di Mr Swackhammer, mandati da lui sulla terra per catturare i Looney Tunes. All'inizio del film si presentano come un gruppo di 5 piccoli alieni di bassa statura chiamati i "Nerdlucks", infatti è per questo motivo che i Looney Tunes li sfidano a giocare a pallacanestro. Così gli alieni rubano e si impossessano del talento di 5 giocatori della NBA (Charles Barkley, Patrick Ewing, Muggsy Bogues, Larry Johnson e Shawn Bradley) e si trasformano nei giganteschi e temutissimi "Monstars". Ciò nonostante perderanno la partita contro Michael Jordan, ma dopo si ribelleranno al loro capo e lo spediranno sulla luna con uno dei razzi di Willie il coyote dopo che l'ex giocatore farà capire a loro di essere diventati "più grossi di quanto lo fosse il loro capo". Dopo, con qualche esitazione restituiranno il talento ai giocatori della NBA ritornando ad essere i Nerdlucks e infine chiederanno ai Looney Tunes di restare a vivere con loro, per poi esibirsi in un piccolo spettacolo dopo che Bugs ha chiesto loro quanto possano essere "lunatici".

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2014 è stato annunciato che la Warner Bros girerà un seguito con protagonisti Bugs Bunny e LeBron James intitolato "Space Jam 2". Nel luglio 2015 le possibilità di girare un seguito sono aumentate quando LeBron James ha firmato un contratto con la sua casa discografica SpringHill Entertainment con la Warner Bros. Il film sarà scritto dai fratelli Ebersol e prodotto da Jon Berg. La premiere in America sarà il 23 dicembre 2016.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Young Artist Awards
    • Nomination Miglior film d'animazione o a effetti speciali per la famiglia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]