Espresso Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Espresso Martini
Bistrot Bruno Loubet, Clerkenwell, London (4574785649).jpg
NazioneRegno Unito Regno Unito
Anno1983
IdeatoreDick Bradsell
LocaleFreds Club
BicchiereCoppetta da cocktail
Base primariaVodka
DecorazioneTre chicchi di caffè
Tecnica di miscelazioneMixing & straining
CapacitàShort drink
Momento del consumoAfter-dinner
StileMartini
Cocktail ufficiale IBA
Inclusione2011

L'Espresso Martini è un cocktail a base di vodka e servito in una coppa Martini, da cui il nome, con l'aggiunta di caffè espresso e liquore di caffè. È un cocktail ufficiale IBA dal 2011.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'ipotesi più accreditata, il cocktail è stato inventato da Dick Bradsell durante gli anni 1980, mentre lavorava al Freds Club di Londra.[2][3] In un'intervista, Bradsell ha raccontato di aver preparato il cocktail per la prima volta per una cliente che gli aveva chiesto: «Puoi farmi qualcosa che mi faccia svegliare un po' e che poi mi fotta il cervello?»[4]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

La ricetta ufficiale IBA del 2011 prevede i seguenti ingredienti:[1]

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Raffreddare la coppetta da cocktail riempiendola con dei cubetti di ghiaccio. Shakerare gli ingredienti in un mixing-glass, dopodiché versare il cocktail nella coppetta, dopo aver rimosso il ghiaccio, utilizzando lo strainer. Decorare ponendo tre chicchi di caffè in superficie.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Espresso Martini, su iba-world.com, International Bartenders Association. URL consultato il 21 settembre 2018.
  2. ^ (EN) Thomas Blythe, Shot in the dark: beware the espresso martini, su gq-magazine.co.uk, GQ UK, 23 luglio 2012. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) Chad Parkhill, Why is Australia so obsessed with the espresso martini?, su theguardian.com, The Guardian, 4 novembre 2016. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  4. ^ Filmato audio (EN) DickBradsellTV, Dick Bradsell and his Vodka Espresso., su YouTube, 24 aprile 2011, a 00 h 00 min 47 s. URL consultato il 21 settembre 2018.
    «I invented this at Fred's Club in the late 80s, when a young model who's now famous came in and said: «Can you make me a drink that would wake me up and then fuck me up?»».

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici