Spritz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spritz
Spritz01.jpg
PeriodoAnni 1800
BicchiereOld fashioned
Base primaria
DecorazioneSpicchio d'arancia
Tecnica di miscelazioneMescolato
CapacitàLong drink
Momento del consumoPre-dinner
ClasseItalian
StileSparkling
Cocktail ufficiale IBA
Inclusione2011

Lo spritz è un long drink aperitivo alcolico veneto, popolare nel Triveneto, a base di prosecco, bitter e acqua frizzante o seltz.

È dal 2011 un cocktail ufficiale della IBA, con il nome di spritz veneziano.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine dello spritz è ricondotta all'usanza delle truppe dell'Impero austriaco di stanza nel Regno Lombardo-Veneto di allungare i vini locali, di elevata gradazione alcolica, con seltz o acqua frizzante. Da qui l'origine del nome, che si vuole derivare dal verbo tedesco austriaco spritzen, che significa "spruzzare", cioè compiere il gesto di allungare il vino con l'acqua frizzante.[2] Di tale usanza, diffusasi in breve tra la popolazione locale e conservatasi pressoché inalterata anche in Friuli-Venezia Giulia e in Trentino, rimane eco anche presso gli anziani di altre località del Nord.[3]

Come cocktail lo spritz nasce presumibilmente tra gli anni venti e trenta del Novecento tra Venezia e Padova, quando si pensò di unire a tale usanza l'Aperol (presentato alla Fiera di Padova nel 1919) o il Select (prodotto dai fratelli veneziani Pilla).[4] Diviene popolare prima a Venezia e a Padova e, a partire dagli anni settanta, in tutto il Veneto, e nel 2011, viene ufficializzato con la denominazione di "spritz veneziano"[5] dall'IBA.[1]

La sua notorietà a livello nazionale è avvenuta tramite la pubblicità dell'Aperol che a inizio 2008 ha avviato una campagna pubblicitaria inneggiante al consumo dello spritz, favorendone così la diffusione anche ad altre regioni come Lombardia ed Emilia-Romagna, e anche a città più a sud ed estere.[6]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

Spritz in bicchiere a stelo

Lo spritz si prepara con un vino bianco frizzante (solitamente prosecco), un bitter come Aperol, Campari o Select (che conferisce al cocktail un colore rosso/arancio) e una spruzzata di acqua frizzante o seltz.[7][8] Altri liquori usati possono essere il Cynar o il China Martini.[7][8]

La ricetta veneziana prevede:[9][10][11][12]

  • 1/3 di vino bianco frizzante;
  • 1/3 di bitter;
  • 1/3 di acqua frizzante.

La ricetta ufficiale IBA prevede:[1]

  • 6 cl di prosecco;
  • 4 cl di Aperol;
  • q.b. di soda/seltz.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Per preparare lo spritz si versa il vino in un bicchiere old-fashioned contenente del ghiaccio, in ordine: aperol, prosecco e infine soda, guarnendo quindi con mezza fetta d'arancia.[1] Dal 2015, nel retroetichetta della bottiglia dell'Aperol, viene indicato il bicchiere da vino con stelo ideale per la preparazione dell'Aperol Spritz.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Spritz Veneziano, International Bartenders Association. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  2. ^ Antonello Caporale (2009): Peccatori: gli italiani nei dieci comandamenti. Baldini Castoldi Dalai Editori, p. 84. ISBN 978-88-6073-605-5
  3. ^ Marzo Magno, p. 311.
  4. ^ Marzo Magno, pp. 307-312.
  5. ^ Marzo Magno, pp. 316-317.
  6. ^ Italia Group Notizie Archiviato il 15 aprile 2015 in Internet Archive.
  7. ^ a b La Storia dello Spritz, Veneziaeventi, 19 agosto 2015. URL consultato il 10 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  8. ^ a b (FR) Clément Ghys, La dolce vita du spritz à Venise, Libération, 8 agosto 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  9. ^ Venezia, la ricetta dello spritz, Gioie di Venezia, 23 giugno 2012. URL consultato il 10 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2016).
  10. ^ esempi e ricetta veneziana, su venessia.com. URL consultato il 22 maggio 2013 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2013).
  11. ^ (EN) Venetian Spritz Recipe - I call it the National Drink of Venice, su livingveniceblog.com. URL consultato il 31 agosto 2014.
  12. ^ Aperol Spritz la ricetta originale con ingredienti e dosi, su thefoodellers.com. URL consultato il 17 ottobre 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2015002280