Moscow mule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il singolo di Benji & Fede, vedi Moscow Mule (singolo).
Moscow mule
Moscow Mule at Rye, San Francisco.jpg
NazioneStati Uniti Stati Uniti
Anno1941
Bicchierein rame
Base primariaVodka
Decorazionefetta di lime
Tecnica di miscelazioneOn The Rock
CapacitàLong Drink
Momento del consumoAnytime

Il Moscow mule è un long drink riconosciuto ufficialmente dall'IBA.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tutto nacque nel 1941 in un bar di New York, il Chatham, dove due imprenditori disperati si ritrovarono per tentare di risollevare le proprie attività. Al di qua del tavolino John G. Martin, che non riusciva a distribuire negli Stati Uniti la vodka Smirnoff, un alcolico ‘sovietico’ ancora poco amato. Dall’altra parte Jack Morgan, proprietario del Cock’n’Bull Tavern, in Sunset Boulevard, il locale più cool di Hollywood, che stava cercando di lanciare senza successo la sua marca di Ginger Beer (un soft drink a base di zenzero). Ai due venne un’idea: perché non combinare insieme i due ingredienti? Ci aggiunsero anche un po’ di lime e così nacque un cocktail che, con quel pizzico di asprino, in gola “scalciava come un mulo”. Qui forse ci siamo fatti prendere troppo dalla leggenda, perché la versione ufficiale associa l’origine del nome ancora una volta ad una necessità fatta virtù: a quel tavolino del Chatham infatti si sedette un terzo imprenditore, anzi un’imprenditrice, che aveva da smaltire un intero magazzino pieno di oggetti di rame… in particolare un intero stock di mug da 5 once con inciso sopra un simpatico asinello, in cui venne bevuto il primo sperimentale intruglio e da quel momento in poi tutti gli altri.

Inizialmente però il cocktail fu conosciuto come Vodka Buck, poiché facente parte della famiglia dei Buck Cocktail, drink a base di Ginger Ale o Ginger Beer. Ma se il nome stentava a decollare, non si poteva dire lo stesso della bevanda: infatti di Moscow Mule negli anni ’50 se ne bevvero davvero molti, e da Los Angeles la moda si estese fino a Manhattan portando con sé al successo anche la vodka, che finalmente riuscì a conquistare l’America. E al cocktail che fece la fortuna di quella piccola azienda che era allora, la Smirnoff restituì una volta per tutte il suo vero nome lanciando un bicchiere speciale dedicato, una tazza di rame con un mulo sopra in onore degli inventori.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Versare vodka e ginger beer nel bicchiere highball, aggiungere il succo di lime e guarnire con una fetta di lime.[1]

Viene anche preparato e servito in un bicchiere di rame, miscelando tutti gli ingredienti direttamente nel bicchiere con ghiaccio e guarnendo con una fetta di lime e zenzero. In mancanza del boccale di rame si può utilizzare un bicchiere tumbler alto.[senza fonte]

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una variante del drink, il Gin Gin Mule o London Mule, preparato sostituendo la vodka con il gin.[2]

Cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Moscow mule è il titolo dell'ottavo episodio della prima stagione della serie TV Orange Is the New Black, puntata dedicata alla detenuta russa Galina "Red" Reznikov. Inoltre è il titolo di una canzone del 2018 del duo modenese Benji & Fede.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricetta IBA, su iba-world.com.
  2. ^ Ricetta e variante, su cookist.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alcolici