Orange Is the New Black

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orange Is the New Black
Orange is the new Black.png
Titolo originale Orange Is the New Black
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2013 – in produzione
Formato serie TV
Genere commedia, drammatico
Stagioni 4 + 3 in ordine
Episodi 52
Durata 50-60 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 16:9
Colore colore
Audio Dolby Digital Plus 5.1
Crediti
Ideatore Jenji Kohan
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione Lionsgate Television
Prima visione
Pubblicazione originale
Dall' 11 luglio 2013
Al in corso
Sito web Netflix
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 5 febbraio 2015
Al in corso
Rete televisiva Rai 4
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 23 settembre 2014
Al in corso
Rete televisiva Mya (st. 1-2)
Premium Stories (st. 3+)
Pubblicazione in italiano
Dal 5 giugno 2014
Al in corso
Sito web Infinity TV (st. 1 - in corso)
Netflix (st. 4+)

Orange Is the New Black, spesso abbreviato anche in OITNB, è una serie televisiva statunitense trasmessa in streaming su Netflix,[1] ideata da Jenji Kohan e prodotta da Lionsgate Television. La serie è ispirata alle memorie di Piper Kerman Orange Is the New Black: My Year in a Women's Prison[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Piper Chapman è una donna proveniente dal Connecticut, residente a New York, che viene condannata a scontare quindici mesi al Litchfield, un carcere federale femminile gestito dal Dipartimento Federale di Correzione, per aver trasportato una valigia piena di soldi di provenienza illecita per Alex Vause, una trafficante di droga internazionale e un tempo sua amante. Tale infrazione è accaduta dieci anni prima dell'ingresso della Chapman in carcere e negli anni intercorsi tra l'inizio del processo a suo carico e la condanna, la donna è riuscita a costruirsi un'agiata vita, rispettosa della legge, con il suo nuovo fidanzato Larry Bloom, nell'alta borghesia newyorkese.

Dietro le sbarre, Piper rincontra Alex (che avrebbe fatto il nome della Chapman durante il suo processo, causandone l'arresto), alla quale, nonostante un iniziale astio, si riavvicina. Oltre a loro, in carcere convivono tante altre donne, le cui storie vengono raccontate tramite l'utilizzo di flashback.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Orange Is the New Black.

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia Note
Prima stagione 13 2013 2014 -
Seconda stagione 13 2014
Terza stagione 13 2015
Quarta stagione 13 2016
Quinta stagione TBA 2017 [3]
Sesta stagione 2018
Settima stagione 2019

Trasmissione e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 2013 Netflix ha rinnovato la serie per una seconda stagione,[4] pubblicata in streaming sulla piattaforma il 6 giugno 2014. La terza stagione è stata pubblicata su Netflix il 12 giugno 2015[5]. Il 15 aprile viene ufficializzato il rinnovo della serie anche per una quarta stagione, che è stata distribuita il 17 giugno 2016 in tutti i territori in cui Netflix è disponibile.[6][7] Il 5 febbraio 2016 la serie è stata rinnovata per una quinta, sesta e settima stagione.[8]

In Italia la prima stagione è andata in onda dal 5 giugno 2014 sulla piattaforma di streaming on-demand Mediaset Infinity, mentre la seconda è stata trasmessa da settembre 2014. La terza stagione è stata pubblicata il 13 giugno 2015 su Mediaset Infinity in contemporanea con gli Stati Uniti.[9]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Orange Is the New Black ha ricevuto giudizi positivi dalla critica,[10][11][12] con Metacritic che dà alla serie un punteggio di 79 su 100.[13] Il 19 giugno 2014 è stata una delle serie più premiate ai "Critics' Choice Television Awards 2014", ha vinto il premio come "Migliore serie TV commedia", "Miglior attrice non protagonista in una serie TV commedia" e infine "Miglior guest star in una serie TV commedia".[14]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Critics' Choice Television Award
  • 2014 – Miglior serie TV commedia 2014
  • 2014 – Miglior attrice non protagonista a Kate Mulgrew
  • 2014 – Miglior performance comica a Uzo Aduba
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice non protagonista a Laverne Cox
  • 2015 – Miglior attrice non protagonista a Lorraine Toussaint
  • 2015 – Candidatura per la miglior serie TV drammatica
Emmy Award
  • 2014 – Candidatura per la miglior serie commedia
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice protagonista in una serie commedia a Taylor Schilling
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice non protagonista in una serie commedia a Kate Mulgrew
  • 2014 – Candidatura per la miglior regia in una serie commedia a Jodie Foster per l'episodio Richiesta lesbo respinta
  • 2014 – Candidatura per la miglior sceneggiatura per una serie commedia a Jenji Kohan
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice guest star in una serie commedia a Laverne Cox
  • 2015 – Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica a Uzo Aduba
  • 2015 – Candidatura per la miglior serie drammatica 2015
  • 2015 – Candidatura per il miglior attore guest star in una serie drammatica a Pablo Schreiber
Golden Globe
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice in una serie drammatica a Taylor Schilling
  • 2015 – Candidatura per la miglior serie commedia o musicale
  • 2015 – Candidatura per la miglior attrice in una serie commedia o musicale a Taylor Schilling
  • 2015 – Candidatura per la miglior attrice non protagonista in una serie a Uzo Aduba
Television Critics Association Awards
  • 2014 – Miglior serie debuttante 2014
  • 2014 – Candidatura per la serie TV dell'anno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nellie Andreeva, Duo Cast In Netflix's 'Orange Is The New Black', Don Stark Upped On VH's 'Bounce', Deadline, 17 settembre 2012. URL consultato il 1º luglio 2013.
  2. ^ (EN) Nellie Andreeva, Netflix Eyeing Second Original Series – Comedy From Weeds Creator Jenji Kohan, Deadline.com, 22 luglio 2011. URL consultato il 29 luglio 2013.
  3. ^ Rinnovo OITNB, thewrap.com.
  4. ^ (EN) Nellie Andreeva, Netflix Renews 'Orange Is The New Black' For Second Season, Deadline.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 27 giugno 2013.
  5. ^ (EN) Benjamin Simon, Orange Is The New Black’ Season 3 Release Date Revealed, Inquisitr.com, 6 settembre 2014.
  6. ^ (EN) Lisa de Moraes, Netflix Unveils Premiere Dates For ‘Orange Is The New Black,’ ‘The Get Down,’ ‘Flaked’ And Others, su Deadline.com, 17 gennaio 2016.
  7. ^ Orange Is the New Black - Stagione 4 - Teaser - Netflix [HD], su Youtube, 17 gennaio 2016.
  8. ^ (EN) Netflix Renews ‘Orange Is the New Black’ for 3 Seasons, su TheWrap, 5 febbraio 2016.
  9. ^ Paolino, Orange is the new black, la prima stagione su Mya slitta a settembre (ma subito dopo partirà la seconda), tvblog.it, 16 maggio 2014. URL consultato il 17 maggio 2014.
  10. ^ (EN) Angel Cohn, Jailhouse Rock, Television Without Pity. URL consultato il 29 luglio 2013.
  11. ^ (EN) Devin O'Leary, Doin' Time, Weekly Alibi, 18 luglio 2013. URL consultato il 29 luglio 2013.
  12. ^ (EN) Miles McNutt, Lesbian Request Denied, Onion AV Club, 18 luglio 2013. URL consultato il 29 luglio 2013.
  13. ^ (EN) Critic Reviews for Orange Is the New Black Season 1, Metacritic. URL consultato il 18 luglio 2013.
  14. ^ Le foto dei Critics' Choice Awards, Il Post, 20 giugno 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]