Limetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Lime" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Lime (disambigua).
Limetta

La lima[1] o limetta[2][3], commercialmente conosciuta anche come lime (pronuncia: /'laim/, dall'inglese lime; meno frequente è /'lime/, dal francese lime /lim/, proveniente dal provenzale limo /'limʌ/, a sua volta dall'arabo lîma /'liːma/), è un frutto di colore verde ricavato da diverse piante del genere Citrus, come ad esempio la Citrus aurantiifolia, la Citrus × latifolia, la Citrus hystrix, la Citrus glauca.

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

La Citrus x limetta è una varietà molto robusta, simile al limone, ma meno agra e con un gusto assai piacevole; fa parte delle limette dolci e viene coltivata solamente in Italia, dato che la produzione californiana è stata recentemente abbandonata[quando di preciso?]. La Citrus x latifolia è una varietà di limetta dai frutti ovali, un po' più grandi e molto gustosi. Al momento[quando di preciso?] è l'unica varietà prodotta negli Stati Uniti d'America e viene coltivata in California. La vera limetta dolce è la Citrus x limettoides che si coltiva in India, Palestina ed Egitto. Il suo frutto è succoso e pressoché privo di semi, tuttavia il gusto non è molto gradevole, in quanto poco agro; l'acidità di queste limette infatti, talvolta non raggiunge lo 0,1%. Il Citrus x limonia che non è propriamente una limetta, ma un ibrido tra il limone ed il mandarino; ciononostante, è molto simile alle limette, tanto da esser conosciuto come mandarin lime. Si coltiva in India, California e Australia, principalmente per la produzione di marmellate ritenute più gustose delle confetture di arancia.

Usi commerciali[modifica | modifica wikitesto]

La limetta viene coltivata soprattutto per la produzione dell'olio essenziale che si ricava dalla buccia. L'essenza è infatti molto simile a quella del limone ed è impiegata principalmente nell'industria alimentare per la produzione di bevande alcoliche e analcoliche, inoltre è molto apprezzata nell'industria dei profumi e dei detergenti. In ambito alimentare, solitamente viene abbinata alla dolcezza delle fragole o del lampone per aromatizzare la gomma da masticare.

La limetta è consumata di rado come frutto fresco, ma trova largo impiego in cucina, sovente in sostituzione del limone. Il succo viene aggiunto alle macedonie di frutta e ai frutti di mare, e spesso in combinazione con il curry. Rappresenta uno degli ingredienti principali della Torta di limetta, un dolce tipico della Florida.

Il succo del frutto è altresì utilizzato per la preparazione di diversi cocktail, quali Caipirinha, Daiquiri e Mojito.

Esistono differenti piantagioni di limette che producono solo piante a scopo ornamentale, trattandosi di una pianta sempreverde (come tutti i citrus) che, con le condizioni favorevoli, fiorisce tutto l'anno. I suoi piccoli frutti colorati sono pittoreschi, in quanto rimangono a lungo attaccati al ramo assieme ai fiori del raccolto seguente.

Grazie alla scoperta degli effetti antiscorbutici della Vitamina C, la limetta è stata introdotta dalla Royal Navy come ingrediente aggiuntivo per il grog, benché disponga di un tasso vitaminico inferiore rispetto ad altri agrumi – quali il limone – e venisse sovente miscelata in calderoni di rame; sostanza in grado di abbattere il potenziale antiscorbutico del lime.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ lima3, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 30 maggio 2019.
  2. ^ limétta3, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 30 maggio 2019.
  3. ^ limetta, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 30 maggio 2019.
  4. ^ a b c Lime o Limetta, su portaledelverde.it. URL consultato il 30 maggio 2019.
  5. ^ a b c Lime, su alimentipedia.it. URL consultato il 30 maggio 2019.
  6. ^ a b Lime e limette, su giardinaggio.net. URL consultato il 30 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Australian blood lime, su scienceimage.csiro.au. URL consultato il 30 maggio 2019.
  8. ^ Limequat, su ortofrutta.com. URL consultato il 30 maggio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85077004 · GND (DE4718979-4