Rovello Porro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rovello Porro
comune
Rovello Porro – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
Sindaco Gabriele Cattaneo (Lega Nord) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate 45°39′00″N 9°02′00″E / 45.65°N 9.033333°E45.65; 9.033333 (Rovello Porro)Coordinate: 45°39′00″N 9°02′00″E / 45.65°N 9.033333°E45.65; 9.033333 (Rovello Porro)
Altitudine 240 (min 135 m, max 258 m, escursione 123 m) m s.l.m.
Superficie 5,8 km²
Abitanti 6 105[1] (31-12-2010)
Densità 1 052,59 ab./km²
Comuni confinanti Cogliate (MB), Gerenzano (VA), Lomazzo, Misinto (MB), Rovellasca, Saronno (VA), Turate
Altre informazioni
Cod. postale 22070
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 013202
Cod. catastale H602
Targa CO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti rovellesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rovello Porro
Posizione del comune di Rovello Porro nella provincia di Como
Posizione del comune di Rovello Porro nella provincia di Como
Sito istituzionale

Rovello Porro (Ruèl in dialetto comasco) è un comune italiano di 5.512 abitanti della provincia di Como in Lombardia. Il Comune di Rovello Porro, collocato nell'alta pianura lombarda a nord di Saronno, sulle rive del Torrente Lura, costituisce l'estremo limite meridionale della Provincia di Como ed il suo territorio confina con le province di Monza e Brianza e di Varese.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Santuario della Beata Vergine del Carmine, la cui esistenza è documentata per la prima volta nel 1519[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Napoleone dispose lo spostamento di Rovello dalla Provincia di Milano alla Provincia di Como nel 1801, e per alcuni anni ne fece un unico comune con Rovellasca, misura poi ripresa sempre per alcuni anni da Mussolini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Franco Premoli. Il santuario della Beata Vergine del Carmine in Rovello Porro, pag. 33
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Premoli, San Carlo e Rovello (1984)
  • Franco Premoli, La nuova Chiesa Parrocchiale dedicata ai Ss. Apostoli Pietro e Paolo in Rovello Porro (1990)
  • Don Maurizio Corbetta, Percorso simbolico-artistico della Chiesa Parrocchiale Ss. Pietro e Paolo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]