Fino Mornasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Fino Mornasco
comune
Fino Mornasco – Stemma Fino Mornasco – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Napoli (lista civica Progetto per Fino) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate 45°45′00″N 9°02′00″E / 45.75°N 9.033333°E45.75; 9.033333 (Fino Mornasco)Coordinate: 45°45′00″N 9°02′00″E / 45.75°N 9.033333°E45.75; 9.033333 (Fino Mornasco)
Altitudine 334 m s.l.m.
Superficie 7,24 km²
Abitanti 9 614[1] (31-12-2010)
Densità 1 327,9 ab./km²
Frazioni Andrate-Valle Mulini, Socco
Comuni confinanti Cadorago, Casnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Cucciago, Guanzate, Luisago, Vertemate con Minoprio
Altre informazioni
Cod. postale 22073
Prefisso 031
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 013102
Cod. catastale D605
Targa CO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti finesi
Patrono santo Stefano ( S. Bartolomeo- Andrate ) (S.Maria Immacolata - Socco)
Giorno festivo 26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fino Mornasco
Posizione del comune di Fino Mornasco nella provincia di Como
Posizione del comune di Fino Mornasco nella provincia di Como
Sito istituzionale

Fino Mornasco (Fin in dialetto brianzolo[2], pronuncia fonetica IPA: /fiŋmurˈnaʃk/), è un comune italiano di 9.188 abitanti della provincia di Como in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il termine confine e limite sono la chiave dell’'origine del toponimo finese. L'ipotesi più accreditata dell'origine del nome è legata a un fatto d'indicazione territoriale: essere un territorio al limite o al confine.

Il termine Mornasco viene aggiunto dopo l’unità d’Italia. Il Consiglio Comunale del 23 novembre 1862, su proposta del Consigliere Primavesi, delibera che a Fino si aggiunga Mornasco, per non confonderlo con Fino del Monte presso Bergamo. Il termine "Mornasco" deriva da Murné che in dialetto comasco significa mugnaio. Il nome venne dato a causa della lunga tradizione di questo paese legati ai mulini ad acqua.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architettura religiosa[modifica | modifica wikitesto]

  • La chiesa parrocchiale di Santo Stefano.
  • La chiesa parrocchiale di Santa Maria Immacolata.
  • La Chiesa Cristiana Evangelica.
  • La chiesa di San Bartolomeo di Andrate.

Architettura civile[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa comunale di Fino (ex Villa Mambretti) e Villa Odescalchi.

La Villa comunale di Fino Mornasco nasce sulla Villa dell'industriale Francesco Mambretti che aveva riunito diverse proprietà e terreni per avere una dimora sontuosa. Per la nota famiglia comasca Simone Cantoni edificò la Villa Odescalchi tra il 1802 e il 1810.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 820 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Turchia Turchia 139 1,46%

Romania Romania 116 1,22%

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Fino Mornasco[modifica | modifica wikitesto]

  • Augusto Introzzi (1913-1954), ciclista
  • Francesco Mambretti è legato a Fino Mornasco perché investì i suoi cospicui guadagni nella costruzione della Villa di Fino dove risiedette fino alla sua morte e per aver creato a Fino Mornasco la sua azienda: la "Mambretti Elettrica". Fu anche membro del Consiglio comunale di Fino, partecipando a numerose commissioni. L'anno seguente, a testimonianza del suo impegno civico, decideva di presentarsi come candidato alle elezioni amministrative di Milano. È sepolto nella cappella di famiglia del cimitero di Fino.
  • Giovanni Battista Scalabrini (Fino Mornasco, 8 luglio 1840 - Piacenza, 1º giugno 1905), beato della Chiesa Cattolica, vescovo di Piacenza, fondatore della Congregazione dei missionari di San Carlo - "Scalabriniani". Nasce nel 1839 in una casa all'angolo della piazza del sagrato del borgo dei "mulinari de Fini", dove il padre Luigi gestiva una bottega di vini. L'edificio è tutt'oggi esistente, ben conservato, all'incrocio della via Garibaldi con la via che porta il suo nome. È noto per la sua attività pastorale volta a creare società di soccorso e strutture sociali in aiuto degli operai.
  • Stefano Casiraghi (1960-1990), consorte della principessa Carolina di Monaco, tragicamente deceduto durante una gara di off shore.
  • Erika Fasana, Martina Rizzelli e Sofia Busato, ginnaste nazionale sono tesserate presso la Polisportiva Carnini; gareggiano in Serie A1 come prestito alla Brixia Brescia.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 274.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro (a cura di), Diocesi di Como, Editrice La Scuola, Brescia 1986.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.
  • AA.VV., Fino Mornasco, scampoli di storia, opuscolo, Associazione Pensionati e Anziani di Fino Mornasco, Fino Mornasco.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia