San Bartolomeo Val Cavargna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Bartolomeo Val Cavargna
comune
San Bartolomeo Val Cavargna – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
Sindaco Moreno Bonardi (lista civica) dal 29-5-2007
Territorio
Coordinate 46°05′00″N 9°09′00″E / 46.083333°N 9.15°E46.083333; 9.15 (San Bartolomeo Val Cavargna)Coordinate: 46°05′00″N 9°09′00″E / 46.083333°N 9.15°E46.083333; 9.15 (San Bartolomeo Val Cavargna)
Altitudine 830 m s.l.m.
Superficie 11 km²
Abitanti 1 049[1] (31-12-2010)
Densità 95,36 ab./km²
Frazioni Sora, Costa, Oggia, Ambesello-Vraghez
Comuni confinanti Carlazzo, Cusino, Garzeno, San Nazzaro Val Cavargna
Altre informazioni
Cod. postale 22010
Prefisso 0344
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 013204
Cod. catastale H760
Targa CO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti san Bortol
Patrono 24 agosto
Giorno festivo San Bartolomeo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Bartolomeo Val Cavargna
Posizione del comune di San Bartolomeo Val Cavargna nella provincia di Como
Posizione del comune di San Bartolomeo Val Cavargna nella provincia di Como
Sito istituzionale

San Bartolomeo Val Cavargna (San Bortol in dialetto rugin, e semplicemente San Bartolomeo fino al 1863) è un comune italiano di 1.120 abitanti della provincia di Como in Lombardia.

Il primo Consiglio comunale fu eletto nel 1821.[2]

Comune montano al centro della val Cavargna San Bartolomeo si trova sullo sperone che domina la confluenza della valle di Lana con la valle principale, incisa dal torrente Cuccio.

Comprende sei nuclei situati fra i 700 ed i 900 metri di quota:

Sora, nel fondovalle, bagnato dal Cuccio
Vora, sul fianco dell'altura soprastante dove c'è la chiesa parrocchiale
Calbino, sede municipale
Tavaino, dove c'è l'Oratorio di San Rocco, cinquecentesco 
Costa ad oriente a 925 metri di quota
Oggia più a nord a 1118 metri di quota, costruita per voto nel 1949
dove troviamo la piccola Chiesa di Santa Maria Ausiliatrice

San Bartolomeo già verso la fine del XIII secolo aveva una sua chiesetta, che divenne parrocchia nel 1582. La chiesa parrocchiale che fu demolita ai primi del Novecento perché fatiscente, era di grandi dimensioni e fu salvato solo il campanile che porta scolpita la data 18 agosto 1626 Tra il 1909-11, con opposto orientamento, sorse la nuova Parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo. Un edificio grandioso con transetto di un mediocre neogotico. Da ampia gradinata si accede alla facciata che incorpora quella del demolito edificio. All'interno troviamo un bell'altare barocco in marmi policromi e due affreschi raffiguranti la Madonna in trono con il Battista e San Rocco, del XV secolo, e Sant'Antonio da Padova, del XVII secolo, strappati da abitazioni di Vora e di Sora. Una Sacra Famiglia con San Carlo del 1633 e i Santi Antonio, Stefano e Giacomo del 1652. Il pittore comasco Eugenio Rossi nel 1963-64 arricchi la chiesa di vetrate a colori nell'abside con i Fatti dell'Antico Testamento ed in facciata, la Regalità della Vergine.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ vedi
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.