Topologia quoziente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In topologia, la topologia quoziente è intuitivamente quella ottenuta da uno spazio topologico "attaccando" alcuni punti fra loro. Lo spazio topologico che si ottiene viene anche chiamato spazio quoziente.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

Sia X uno spazio topologico e \sim una relazione di equivalenza su X. Definiamo una topologia sull'insieme quoziente X/{\sim} (che consiste di tutte le classi di equivalenza di \sim) nel modo seguente: un insieme di classi di equivalenze in X/{\sim} è aperto se e solo se la loro unione è aperta in X.

Sia q : X \to X/{\sim} la proiezione che manda ogni elemento di X nella sua classe. Elenchiamo alcune definizioni equivalenti di topologia quoziente sull'insieme X/{\sim}:

Proprietà universale della topologia quoziente
  • Un insieme in X/{\sim} è aperto se e solo se lo è la sua controimmagine tramite q in X.
  • La topologia su X/{\sim} è la topologia più fine fra tutte quelle che rendono la mappa q continua.
  • La topologia su X/{\sim} è l'unica che soddisfi la seguente proprietà universale: se g : X \to Z è una funzione continua tale che a \sim b implica g(a) = g(b) per ogni a e b in X, allora esiste una unica funzione continua f : X/{\sim} \to Z tale che g = f \circ q.

Nell'ultima definizione, diciamo che g scende al quoziente.

Esempi[modifica | modifica sorgente]

  • Incollamento. In topologia si costruiscono numerosi spazi per "incollamento". Se X è uno spazio topologico e due punti x e y di X vengono incollati, si costruisce lo spazio quoziente tramite la seguente semplice relazione di equivalenza: a ~ b se e solo se a = b oppure a = x, b = y (oppure a = y, b = x). I due punti quindi diventano un punto solo. Ad esempio, in questo modo si può ottenere uno spazio connesso da uno avente due componenti connesse.
  • In generale, se A è un sottoinsieme di uno spazio topologico X, si costruisce uno spazio quoziente che "identifica A ad un solo punto" mediante la relazione di equivalenza a ~ b se e solo se a e b sono elementi di A. Tale spazio viene talvolta indicato con X/A
  • Consideriamo X = R l'insieme di tutti i numeri reali, e poniamo x ~ y se e solo xy è un intero. Lo spazio quoziente X/~ è omeomorfo al cerchio S1 tramite la mappa che manda la classe di equivalenza di x su exp(2πix).
  • L'esempio precedente può essere esteso in dimensione arbitraria. Consideriamo X = Rn e poniamo x ~ y se e solo se le i-esime coordinate dei vettori x e y differiscono di un intero, per ogni i. Lo spazio quoziente è omeomorfo al toro se n = 2, ed è chiamato toro n-dimensionale per n qualsiasi. Il toro n-dimensionale è omeomorfo al prodotto di n cerchi.
  • La bottiglia di Klein può essere ottenuta quozientando il toro tramite una opportuna relazione di equivalenza.
  • Il nastro di Möbius può essere ottenuto quozientando l'anello tramite una opportuna relazione di equivalenza.
  • Lo spazio proiettivo è ottenuto quozientando uno spazio vettoriale privato dell'origine tramite la relazione seguente: x ~ y se e solo se x e y sono multipli (cioè stanno sulla stessa retta).

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

  • Se X soddisfa qualche assioma di separazione, lo spazio quoziente X/~ può non soddisfarlo. Ad esempio, X/~ è T1 se e solo se ogni classe di equivalenza di ~ è chiusa in X.

Poiché la proiezione sul quoziente è continua, la topologia di quest'ultimo eredita alcune proprietà dello spazio iniziale. Quindi:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edoardo Sernesi, Geometria 2, Torino, Bollati Boringhieri, 1994. ISBN 978-88-339-5548-3.
  • Czes Kosniowski, Introduzione alla Topologia Algebrica, Zanichelli, 1988. ISBN 88-08-06440-9.
  • (EN) Stephen Willard, General Topology, Reading, MA, Addison-Wesley, 1970. ISBN 0-486-43479-6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica