Robert Huth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Robert Huth
Robert Huth Middlesbrough relegation day.jpg
Huth con la maglia del Middlesbrough nel 2009.
Nazionalità Germania Germania
Altezza 191 cm
Peso 88 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
2000-2001 Union Berlino
2001-2002 Chelsea
Squadre di club1
2001-2006Chelsea42 (0)
2006-2009Middlesbrough53 (2)
2009-2015Stoke City149 (13)
2015-2018Leicester City82 (6)
Nazionale
2004-2005 Germania Germania U-21 4 (0)
2004-2009 Germania Germania 19 (2)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Germania 2006
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Germania 2005
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2016

Robert Huth (Berlino Est, 18 agosto 1984) è un calciatore tedesco, di ruolo difensore, attualmente svincolato.

Insieme a Jonathan Walters, Kenwyne Jones, Dean Whitehead e Ryan Shotton, è il primatista di presenze (10) con la maglia dello Stoke City nelle competizioni calcistiche europee.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale molto forte fisicamente, è in grado di rendersi pericoloso in fase offensiva grazie alla grande sua abilità nei colpi di testa; possiede inoltre un tiro potente ed una buona velocità. Nel corso di tutta la sua carriera ha militato in Inghilterra, affermandosi come uno dei migliori difensori centrali della Premier League.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Huth comincia a giocare a calcio nell'Union Berlino. Nel 2001 è passato al Chelsea di Claudio Ranieri ed ha esordito in Premier League l'11 maggio 2001, a soli 17 anni e nove mesi, nell'ultima giornata di campionato persa contro l'Aston Villa (1-3) in casa.[4] Non trovando spazio in prima squadra in quanto chiuso dai vari William Gallas, John Terry, Marcel Desailly e Ricardo Carvalho, nel 2006 lascia i Blues dopo cinque stagioni, 62 presenze tra campionato e coppe, due titoli d'Inghilterra e una Community Shield.

Huth con la maglia dello Stoke City nel 2010.

Nell'estate 2006, reduce dal terzo posto a Germania 2006, viene acquistato dal Middlesbrough[5] per 6 milioni di sterline (8,75 milioni di euro), firmando un contratto di cinque anni.[6] All'inizio della nuova esperienza, Huth ha incontrato delle iniziali difficoltà, dettate soprattutto dal ritrovare la condizione fisica.[7][8] Successivamente si conquista un posto da titolare nella difesa del Boro, giocando ottime partite, soprattutto all'inizio della stagione 2008-09,[9] ma i continui infortuni gli impediscono di giocare con continuità[10][11][12] e di evitare la retrocessione del Middlesbrough nel 2009.[13]

Nella prima parte della stagione 2009-2010 gioca in Football League Championship con il Middlesbrough,[14] ma nel gennaio 2010 lascia definitivamente la squadra e si trasferisce allo Stoke City per 5,5 milioni di euro.[15] Dal punto di vista tecnico e tattico, dimostra di essere compatibile con lo stile estremamente fisico dei Potters, al punto tale da diventare uno dei pilastri della difesa e, in assoluto, uno dei migliori interpreti del ruolo in Premier League.[2] Nei suoi anni allo Stoke mette a referto 149 presenza in campionato e 13 reti,[16] che gli permettono anche di riconquistare la nazionale.

Huth (a destra) e Christian Fuchs (a sinistra) con la maglia del Leicester City nel 2016.

Il 2 febbraio 2015 passa in prestito al Leicester, club dal quale viene riscattato il 24 giugno seguente.[17][18] Nella stagione 2015-16 viene impiegato titolare da Claudio Ranieri, suo ex tecnico ai tempi del Chelsea, risultando uno degli assoluti protagonisti della magica annata dei Foxes.[19][3][20] Il 31 gennaio realizza di testa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, all'83º minuto, il gol che decide la gara contro il Tottenham (0-1) e che permette al Leicester di tornare in vetta alla Premier in coabitazione con l'Arsenal.[21] Il 6 febbraio, invece, realizza la doppietta contro i rivali scudetto del Manchester City, poi finita 1-3, che permette alla squadra di Ranieri di portarsi a sei lunghezze di vantaggio proprio sui Citizens.[22] Il 2 maggio grazie al pareggio per 2-2 del Tottenham secondo in classifica contro il Chelsea, che segue il pareggio del giorno prima dei Foxes contro il Manchester United per 1-1, si laurea campione d'Inghilterra 2015-2016[23]; per il Leicester è il primo titolo, mentre per Huth il terzo dopo i due precedenti con la maglia del Chelsea.[24]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Huth in allenamento con la Nazionale tedesca nel 2005.

Huth ha esordito in nazionale maggiore nel 2004, sotto la gestione di Jürgen Klinsmann, scendendo in campo da subentrante nell'amichevole contro l'Austria all'Ernst Happel Stadion di Vienna. Ha partecipato alla FIFA Confederations Cup 2005, giocando titolare l'intera competizione come centrale difensivo in coppia con Per Mertesacker e segnando una rete, la prima in nazionale, nella finale per il terzo posto vinta 4-3 dai tedeschi contro il Messico.[25]

Nell'amichevole di Firenze del febbraio 2006 contro l'Italia ha messo a segno il gol della bandiera della Germania, sconfitta 4-1 dagli azzurri.[26]

Ha partecipato al Mondiale 2006, giocando solo la terza gara della fase a gironi contro l'Ecuador che assicura alla Germania padrona di casa il primo posto nel gruppo A.[27] I tedeschi concludono il torneo al terzo posto, dopo la sconfitta in semifinale contro l'Italia e la vittoria nella finale per il terzo e quarto posto contro il Portogallo.

Dopo un momentaneo allontanamento dalla Nazionale con l'insediamento del nuovo C.T. Joachim Löw, è stato convocato nel 2008, a quasi due anni di distanza dal mondiale tedesco, per l'amichevole contro la Svizzera,[28] non scendendo tuttavia in campo. Ritorna a vestire la maglia della Germania nelle amichevoli contro la Cina e gli Emirati Arabi Uniti, ma dopo ciò non è viene più preso in considerazione da Löw per la nazionale.[2]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Inghilterra Chelsea PL 1 0 FACup+CdL 0+0 0 CU 0 0 - - - 1 0
2002-2003 PL 2 0 FACup+CdL 1+0 0 CU 2 0 - - - 5 0
2003-2004 PL 16 0 FACup+CdL 1+1 0 UCL 2 1 - - - 20 1
2004-2005 PL 10 0 FACup+CdL 1+0 1+0 UCL 4 0 - - - 15 1
2005-2006 PL 13 0 FACup+CdL 4+1 0 UCL 3 0 CS 0 0 21 0
Totale Chelsea 42 0 9 1 11 1 0 0 62 2
2006-2007 Inghilterra Middlesbrough PL 12 1 FACup+CdL 1+1 0 - - - - 14 1
2007-2008 PL 13 1 FACup+CdL 3+0 0 - - - - 16 1
2008-2009 PL 24 0 FACup+CdL 4+0 0 - - - - 28 0
ago.-2009 FLC 4 0 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 5 0
Totale Middlesbrough 53 2 10 0 63 2
ago.2009 - giu.2010 Inghilterra Stoke City PL 32 3 FACup+CdL 5+0 0 - - - - - - 37 3
2010-2011 PL 35 6 FACup+CdL 6+3 3+0 - - - - - - 44 9
2011-2012 PL 34 3 FACup+CdL 3+2 2+0 UEL 8[29] 0 - - - 49 5
2012-2013 PL 35 1 FACup+CdL 3+1 0 - - - - - - 39 1
2013-2014 PL 12 0 FACup+CdL 0+3 0 - - - - - - 15 0
2014-2015 PL 1 0 FACup+CdL 1+2 0 - - - - - - 4 0
Totale Stoke City 149 13 29 5 10 0 188 18
feb. 2015 - giu. 2015 Inghilterra Leicester PL 14 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 14 1
2015-2016 PL 35 3 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 35 3
2016-2017 PL 32 2 FACup+CdL 2+0 0 UCL 7 0 CS 1 0 42 2
Totale Leicester 81 6 2 0 7 0 1 0 91 6
Totale carriera 325 21 50 6 28 1 1 0 395 28

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-08-2004 Vienna Austria Austria 1 – 3 Germania Germania Amichevole -
08-09-2004 Berlino Germania Germania 1 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
09-10-2004 Teheran Iran Iran 0 – 2 Germania Germania Amichevole -
17-11-2004 Lipsia Germania Germania 3 – 0 Camerun Camerun Amichevole -
26-03-2005 Celje Slovenia Slovenia 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
04-06-2005 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 4 Germania Germania Amichevole - Red card.svg
15-06-2005 Francoforte Germania Germania 4 – 3 Australia Australia Conf. Cup 2005 - Primo turno -
18-06-2005 Colonia Tunisia Tunisia 0 – 3 Germania Germania Conf. Cup 2005 - Primo turno -
21-06-2005 Norimberga Argentina Argentina 2 – 2 Germania Germania Conf. Cup 2005 - Primo turno -
25-06-2005 Norimberga Germania Germania 2 – 3 Brasile Brasile Conf. Cup 2005 - Semifinale -
29-06-2005 Lipsia Germania Germania 4 – 3 dts Messico Messico Conf. Cup 2005 - Finale 3º posto 1
17-08-2005 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Germania Germania Amichevole -
12-10-2005 Amburgo Germania Germania 1 – 0 Cina Cina Amichevole -
12-11-2005 Parigi Francia Francia 0 – 0 Germania Germania Amichevole -
01-03-2006 Firenze Italia Italia 4 – 1 Germania Germania Amichevole 1
27-05-2006 Friburgo Germania Germania 7 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole -
20-06-2006 Berlino Ecuador Ecuador 0 – 3 Germania Germania Mondiali 2006 - 1º turno -
29-05-2009 Shanghai Cina Cina 1 – 1 Germania Germania Amichevole -
02-06-2009 Dubai Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 2 – 7 Germania Germania Amichevole -
Totale Presenze 19 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2004-2005, 2005-2006
Leicester City: 2015-2016
Chelsea: 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stoke, UEFA.com. URL consultato il 10 febbraio 2014.
  2. ^ a b c (EN) Ben Knight, Robert Huth, the most English German footballer, dw.com, 17 aprile 2011. URL consultato il 24 marzo 2016.
  3. ^ a b (EN) Robert Huth has risen to be one of the best defenders in the Premier League this season, givemesport.com. URL consultato il 26 marzo 2016.
  4. ^ (EN) Chelsea 1-3 Aston Villa, BBC Sport. URL consultato il 23 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Huth says Boro contract is agreed, in BBC Sport, 11 giugno 2006. URL consultato il 26 marzo 2016.
  6. ^ (EN) Woodgate & £6m Huth sign for Boro, in BBC Sport, 30 agosto 2006. URL consultato il 23 marzo 2016.
  7. ^ Huth short on fitness - Southgate, BBC Sport, 26 settembre 2006.
  8. ^ (EN) Reserve comeback for Boro's Arca, BBC Sport, 3 ottobre 2006. URL consultato il 23 marzo 2016.
  9. ^ (EN) Huth fired up for Tees-Wear derby, BBC Sport, 17 settembre 2008. URL consultato il 26 marzo 2016.
  10. ^ (EN) Middlesbrough 1-3 Aston Villa, BBC Sport, 14 aprile 2007. URL consultato il 23 marzo 2016.
  11. ^ (EN) Huth to miss start of next season, BBC Sport, 29 maggio 2007. URL consultato il 23 marzo 2016.
  12. ^ (EN) Huth sees specialist over injury, BBC Sport, 10 ottobre 2008. URL consultato il 23 marzo 2016.
  13. ^ (EN) West Ham 2-1 Middlesbrough, BBC Sport, 24 maggio 2009. URL consultato il 26 marzo 2016.
  14. ^ (EN) Huth completes £5m Stoke switch, BBC Sport, 27 agosto 2009. URL consultato il 26 marzo 2016.
  15. ^ (EN) City swoop for Huth, Stoke City, 27 agosto 2009. URL consultato il 23 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2009).
  16. ^ (EN) Farewell To 'The Berlin Wall', Stoke City. URL consultato il 23 marzo 2016.
  17. ^ (EN) Huth Completes Leicester Switch, Stoke City. URL consultato il 23 marzo 2016.
  18. ^ (EN) Robert Huth joins Leicester on permanent deal from Stoke, BBC Sport. URL consultato il 23 marzo 2016.
  19. ^ (EN) Is Leicester City’s signing of Robert Huth the best deal in the Premier League ever?, thesun.co.uk, 8 febbraio 2016. URL consultato il 26 marzo 2016.
  20. ^ (EN) Robert Huth reveals Leicester's player of the season... and it's not Vardy or Mahrez, thesun.co.uk, 13 marzo 2016. URL consultato il 26 marzo 2016.
  21. ^ (EN) Emlyn Begley, Tottenham 0-1 Leicester, in BBC Sport, 13 gennaio 2016. URL consultato il 23 marzo 2016.
  22. ^ (EN) Manchester City 1-3 Leicester City: Robert Huth double stuns Manuel Pellegrini, Manchester Evening News, 6 febbraio 2016. URL consultato il 23 marzo 2016.
  23. ^ Ranieri nella storia: la Premier è sua! Leicester campione per la prima volta, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 3 maggio 2016.
  24. ^ Leicester, Huth: "Ranieri ride e scherza, ma c'è un limite da non oltrepassare", su .foxsports.it. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  25. ^ Confederation Cup, Brasile stellare Argentina mai in partita: 4 1, repubblica.it, 29 giugno 2005. URL consultato il 23 marzo 2016.
  26. ^ Quest'Italia è una meraviglia, gazzetta.it, 1° marzo 2006. URL consultato il 23 marzo 2016.
  27. ^ Germania, avanti con i gol di Klose L'Ecuador pensava solo agli ottavi, repubblica.it, 20 giugno 2006. URL consultato il 24 marzo 2016.
  28. ^ Löw prova Huth e Enke, it.uefa.com, 20 marzo 2008. URL consultato il 26 marzo 2016.
  29. ^ 2 presenze nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]