Scuola IMT Alti Studi Lucca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scuola IMT Alti Studi Lucca
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàLucca
Dati generali
Fondazione2005
TipoScuola superiore universitaria
Direttore generalePietro Pietrini
Studenti217
Dipendenti14 professori

37 ricercatori
21 Visiting Professors

32 dipendenti - personale tecnico amministrativo
Mappa di localizzazione
Sito web

La Scuola IMT Alti Studi Lucca è un'istituzione accademica pubblica organizzata come scuola di dottorato e centro di ricerca, istituita con decreto del Ministero dell'Università e della Ricerca del 18 novembre 2005. Oggetto principale di studio è l'analisi dei sistemi economici, sociali, tecnologici e culturali. La Scuola ha sede a Lucca.

Il direttore della scuola è il professor Pietro Pietrini.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

La volontà della città di Lucca di avere una propria università risale al 1369, come testimoniano i documenti che mostrano i primi tentativi di istituire centri di istruzione superiore di varia natura e portata. Nel 1369 l'imperatore Carlo IV diede dispensa ufficiale nella nuova Repubblica di Lucca di istituire un Studium Generale in città. Nel 1387 la concessione è stata controfirmata e avvalorata da papa Urbano VI. Durante l'ultimo secolo della Repubblica di Lucca (1372-1805) vennero attivati corsi universitari di logica, filosofia, etica, chirurgia, anatomia, ostetricia, e diritto.

Nel 1786 venne istituita l'“Università di Lucca”, con corsi di Diritto, Medicina, Matematica, Ingegneria e Filosofia. L'università venne poi riformata durante il Ducato di Maria Luisa di Borbone-Spagna, che istituì nel 1819 il "Real Liceo", con facoltà di conferire titoli universitari. Il corso di studi presso il Real Liceo era incentrato su materie scientifiche, prevedeva l'insegnamento gratuito per gli studenti, borse di studio per i migliori, e incentivi per la mobilità interuniversitaria, lo stesso spirito che ha raccolto IMT. La storia del Real Liceo si interrompe il 22 ottobre 1849, in seguito all'inclusione del Ducato di Lucca nel Granducato di Toscana nel 1847, per scomparire definitivamente nel 1867.

L'IMT (Istituzioni, Mercati, Tecnologie) nasce nel 2005 grazie alla convergenza e alla cooperazione di tre soggetti: il Consorzio Interuniversitario di Studi Avanzati - CISA (formato da Università Luiss Guido Carli di Roma, Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e Politecnico di Milano), Università di Pisa e Fondazione lucchese per l'Alta Formazione e la Ricerca – FLAFR, supportati da Comune di Lucca, Provincia di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Camera di Commercio di Lucca, e l'Associazione degli Industriali della Provincia di Lucca.

La graduatoria U-Multirank (2017), ranking ufficiale della Commissione europea, che analizza le performance universitarie sulla base di indicatori relativi a insegnamento e apprendimento, coinvolgimento del territorio, trasferimento delle conoscenze, internazionalizzazione e ricerca, pone l'IMT Alti Studi di Lucca al primo posto in Italia, davanti alla Bocconi di Milano e il Politecnico di Bari, classificandola come migliore scuola nazionale di dottorato. La suddetta graduatoria è stata stilata valutando oltre 1.500 università di circa 100 Paesi nel mondo e l'istituto lucchese risulta essere ai vertici per l'internazionalizzazione, la ricerca scientifica e il trasferimento delle conoscenze [1].

Gli obiettivi didattici e di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Quattro sono le macro-aree in cui si articola la ricerca:

  • economia, management e sistemi complessi
  • informatica e ingegneria dei sistemi
  • patrimonio culturale
  • neuroscienze sociali

Le attività della Scuola sono organizzate per Unità di Ricerca, composte da un docente o un ricercatore senior, i ricercatori, i post-doc, i visiting professor e gli studenti di dottorato per i quali l'attività di ricerca è parte fondamentale e integrante del percorso di studi.

Il programma - interamente in lingua inglese - si articola in curricula che condividono corsi di base comuni e forniscono una formazione specialistica nella disciplina della tesi di dottorato. Strutture residenziali e borse di studio offerte agli studenti con l'obiettivo di garantire le pari opportunità nel diritto allo studio.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Il campus è ospitato nei locali dell'ex convento di San Francesco, complesso monumentale del XIII secolo, restaurato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il complesso ha cento posti letto, tra camere e appartamenti. La “Ca' Nova”, un tempo deposito del grano, è divenuta mensa e spazio di aggregazione. Le sale studio sono collocate tra ex biblioteca, chiesa di San Franceschetto e sagrestia vecchia. La cappella Guinigi è stata allestita come aula magna. La chiesa di San Francesco pur conservando le opere d'arte ancora presenti al suo interno, accoglie un auditorium da 500 persone. La sede legale, la direzione e gli uffici amministrativi sono situati nell'edificio cosiddetto Ex-Boccherini in piazza San Ponziano. L'edificio, che fino al 2006 ospitava il conservatorio della città, include oggi anche alcuni servizi, aule e spazi comuni. La biblioteca si trova nella ex chiesa di San Ponziano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI: (EN0000 0004 1790 9464