Il Sole 24 ORE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Sole 24 ORE
Logo
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàquotidiano
Genereeconomico
Formatolenzuolo a 7 colonne[1]
Fondazione9 novembre 1965
Inserti e allegati
Sedevia Monte Rosa, 91
20149 Milano
EditoreGruppo 24 ORE
Tiratura117 688[3] (dicembre 2018)
Diffusione cartacea77 615[3] (dicembre 2018)
Diffusione digitale86 119[3] (dicembre 2018)
DirettoreFabio Tamburini
VicedirettoreRoberto Bernabò, Jean Marie Del Bo, Alberto Orioli, Alessandro Plateroti
Redattore capoRoberto Iotti
ISSN0391-786X (WC · ACNP)
Distribuzione
cartacea
Edizione cartaceasingola copia/
abbonamento
multimediale
Edizione digitalesingola copia/
abbonamento
Tablet PCsu abbonamento
Smartphonesu abbonamento
Sito webilsole24ore.com
 

Il Sole 24 ORE è un quotidiano economico-finanziario italiano con sede a Milano, il più diffuso nel proprio settore e il quinto in assoluto nel Paese[3].

La testata è edita dal Gruppo 24 ORE, società quotata[4] alla Borsa valori dal 6 dicembre 2007[5]. Confindustria è proprietaria del Gruppo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dalla fondazione al 1965[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il Sole (quotidiano).

Il quotidiano è diretto erede de Il Sole, fondato nel 1865, storico mercuriale[6] della comunità degli affari milanese, che il 9 novembre 1965 è stato fuso con il concorrente 24 Ore, nato nel 1946[7], che trattava l'economia e la finanza con un approccio più moderno. La nuova testata eredita dal «Sole» il conteggio delle annate pubblicate (CI) nonché la caratteristica di giornale di servizio per professionisti e tecnici, mentre il color "salmone" della carta è ereditato da «24 Ore».

Dal 1965 ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la direzione di Mauro Masone, la guida del giornale è affidata nel 1969 ad Alberto Mucci, fino ad allora vicedirettore. Lo dirigerà per quasi dieci anni, fino al giugno 1978, portandolo da 40.000 a 100.000 copie.

Nel corso degli anni ottanta (sotto le direzioni prima di Fabio Luca Cavazza Rossi, poi di Mario Deaglio e quindi di Gianni Locatelli che ne resta alla guida per dieci anni, sino al luglio 1993) il giornale si trasforma grazie anche al progetto di sviluppo voluto dall'amministratore delegato Giancarlo Lunati, ex Olivetti:[8] l'offerta informativa si arricchisce di nuovi supplementi («Informatica», distribuito il venerdì, «Il Mezzogiorno», allegato al numero del mercoledì, e «Domenica», l'inserto culturale nato il 4 dicembre 1983). Mensilmente un'intera pagina viene dedicata alla raccolta dei fondi comuni di investimento, nati proprio in quegli anni. Viene aperta la sede di corrispondenza di Tokyo oltre a quella già esistente di New York, per contrastare la nascita di un quotidiano economico concorrente, Italia Oggi.[9] Viene varata l'edizione del lunedì, anche se non si tratta propriamente di un quotidiano: le pagine vengono realizzate un paio di giorni prima per evitare i costi del lavoro domenicale, troppo alti.[10]

Alla metà degli anni novanta «Il Sole» (direttore Salvatore Carrubba) diventa il terzo quotidiano d'informazione più venduto in Italia, superando «La Stampa». All'alba del nuovo secolo (direttore Ernesto Auci) il quotidiano si presenta ai lettori rinnovato nella grafica e nell'organizzazione delle sezioni interne.

Nel 2006 «Il Sole» inaugura l'edizione interamente a colori (direttore Ferruccio De Bortoli). Successivamente vengono lanciati nuovi inserti: «Nòva24» (dedicato alle nuove tecnologie) e «IL», mensile maschile (settembre 2008).

Nel 2016 il quotidiano subisce forti cali delle vendite, sia in formato cartaceo (-21,7%), che in quello digitale (-46,2%).[11]

Nel 2017 il quotidiano è stato al centro di uno scandalo[12]. Tramite gli esposti presentati alla magistratura tra 2016 e 2017 dal giornalista Nicola Borzi, che ha indagato all'interno del suo stesso giornale, si è scoperto che i dati delle vendite online erano gonfiati[13][14]. Il numero delle copie vendute in più è stato stimato intorno alle 135.000 unità nel 2015.[15][16]

Durante le indagini della magistratura sono emerse responsabilità a carico del direttore Roberto Napoletano. Napoletano ha deciso comunque di continuare a guidare il giornale. Ciò ha incrinato i rapporti con la redazione, che gli ha ritirato la fiducia. Dopo tre giorni di sciopero, Napoletano si è autosospeso dalla direzione[17]. Il 14 marzo Guido Gentili è nominato direttore ad interim della testata[18], venendo poi confermato direttore responsabile il 9 agosto successivo[19].

Nel 2018 è stata effettuata una revisione che ha coinvolto le caratteristiche grafiche del giornale. Dai primi di giugno la testata appare allineata sulla sinistra della pagina; è stato adottato un nuovo tipo di carattere, il "Sole 24 Serif"[20]. L'impaginazione avviene su sette colonne invece delle precedenti otto, con un corpo più grande e un'interlinea leggermente maggiore[1].

Dal punto di vista dei contenuti editoriali, la testata è ritornata a focalizzarsi sull'informazione economico-finanziaria italiana ed europea, abbandonando i progetti di "informazione generalista" avviati negli ultimi anni. Nelle intenzioni del direttore Guido Gentili, lo stile espositivo si propone di essere chiaro, sintetico e fattuale, supportato da analisi numeriche e da commentatori indipendenti dalla testata, sia italiani che internazionali.[21]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I principali temi trattati dal giornale sono l'economia, la politica, le novità dei settori normativi e tributari specie in campo economico, l'andamento dei mercati finanziari e le rubriche degli esperti. Questi ultimi temi vengono affrontati in un dorso quotidiano separato: Finanza e Mercati. I problemi dell'economia reale vengono invece affrontati all'interno del terzo dorso "Impresa e territori".

A differenza della maggior parte degli altri quotidiani a grande diffusione, «Il Sole 24 Ore» lascia poco spazio ad avvenimenti di attualità di costume e spettacoli. È invece considerato un affidabile strumento di aggiornamento per professionisti, imprenditori, dirigenti della pubblica amministrazione e investitori finanziari.

Inserti[modifica | modifica wikitesto]

Sotto la direzione di Gianni Locatelli, il 4 dicembre 1983 il Sole, fino ad allora alieno al mondo delle lettere, inaugura un inserto dedicato interamente alla cultura letteraria. Esce la domenica, quando i mercati finanziari sono chiusi. L'inserto imprime una svolta al modo di fare cultura sui quotidiani e riscuote un successo inaspettato. È considerato uno dei migliori inserti culturali del panorama editoriale italiano. Dal 12 giugno 2011 il responsabile è Armando Massarenti.

Gli altri inserti sono:

  • Plus (sabato): inserto dedicato ai temi del risparmio, analisi di mercati finanziari, mercati immobiliari, investimenti.
  • Casa24Plus (giovedì): supplemento dedicato ai temi del real estate, della casa, degli investimenti immobiliari e dell'arredamento.
  • Moda24 (venerdì): inserto dedicato al sistema moda "allargato", che include l'industria cosmetica
  • Nòva24 (domenica): appuntamento settimanale dedicato all'innovazione tecnologica

Il Sole 24 Ore pubblica anche una rivista in carta patinata: «IL - Intelligence in Lifestyle»: è il mensile maschile di nuova concezione, centrato sugli avvenimenti internazionali, i protagonisti del cambiamento e l'attualità come chiave di comprensione del lifestyle globale. Il primo numero è uscito il 19 settembre 2008.

Redazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il Sole 24 ORE Headquarters.

Le redazioni principali sono due: quella centrale ha sede a Milano, in via Monte Rosa 91, quella politica si trova a Roma e dal maggio 2009 si è trasferita nella nuova sede di piazza Indipendenza. A queste se ne affiancano altre nove con sede in alcune delle principali città italiane (Napoli, Torino, Firenze, Bologna, Genova, Trieste, Padova, Palermo e Bari).

Il Sole 24 Ore è l'unico tra i principali quotidiani italiani a non avere l'edizione cartacea del lunedì. Il numero in edicola in tale giorno è preparato da una redazione separata dal resto del giornale, sotto la responsabilità del redattore capo Marco Mariani e del vice redattore capo Franca Deponti, ed è inviato in tipografia il venerdì sera.

Diffusione digitale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1998 «Il Sole 24 Ore» ha un proprio sito web[22]. Sul modello del Financial Times (2011) e del New York Times (2012), a fine 2012 è stato reso obbligatorio l'abbonamento per accedere al suo sito oltre certi limiti:[23] infatti, gli utenti non registrati o con registrazione gratuita possono visitare al massimo 5 o 10 articoli rispettivamente nelle sezioni principali del sito. «Il Sole» è stato il primo quotidiano nazionale a farlo.

Servizi multimediali[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione multimediale del quotidiano è stata varata nel 2012. Comprende: alle ore 6 l'edizione giornaliera del Sole in formato digitale per Tablet computer con altri servizi esclusivi (compresa un'analisi delle borse asiatiche); alle 20 servizi esclusivi sugli avvenimenti più importanti della settimana in corso, anticipazioni di editoriali; elaborazioni e analisi delle notizie)[24].
Dal 2013, cioè da quando Accertamenti Diffusione Stampa (ADS) ha cominciato le rilevazioni del settore[25], l'edizione multimediale del Sole è quella più letta in Italia[26].
In versione digitale è disponibile anche Italy24, con gli articoli del quotidiano tradotti in lingua inglese[24].

Controversie giudiziarie[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2019 la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore editoriale Roberto Napoletano, l'ex presidente del cda del gruppo Benito Benedini e l'ex amministratore delegato Donatella Treu per false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato nell'arco di tempo che va dal marzo 2014 al marzo 2016. Chiesto anche il rinvio a giudizio per lo stesso gruppo editoriale.[27]

Negli stessi giorni la Consob, la commissione che vigila sui mercati finanziari, ha deciso una multa di 240.000 euro ciascuno per l'ex amministratore delegato Donatella Treu e per l'ex direttore Roberto Napoletano per avere fornito al mercato dati di diffusione non veritieri. Sanzioni pecuniarie inferiori sono state comminate ad altri tre dirigenti. Per l'azienda la multa è di 140.000 euro, ma dovrà rispondere in solido anche delle sanzioni prese nei confronti dei dirigenti nel caso in cui non possano far fronte al pagamento.[28]

Nell'assemblea del 30 aprile 2019 i soci hanno approvato, oltre al bilancio 2018 che si è chiuso con ricavi per 211,3 milioni, l'azione di responsabilità verso gli ex vertici: l'ex presidente Benito Benedini, l'ex Ceo Donatella Treu e l'ex direttore Roberto Napoletano.[29]

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Editorialisti[modifica | modifica wikitesto]

In ordine alfabetico:

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La diffusione di un quotidiano si ottiene, secondo i criteri dell'ADS, dalla somma di: Totale Pagata[32] + Totale Gratuita + Diffusione estero + Vendite in blocco.

Anno Totale diffusione
(cartacea + digitale)
Diffusione digitale Diffusione cartacea Tiratura Note
2017 176 225 85 606 90 619 133 044
2016 204 864 85 817 119 047 185 588 La quantificazione delle vendite digitali fino al 2016 è sotto indagine della magistratura, che ha ipotizzato il reato di false comunicazioni sociali.[33][34][35]
2015 213 904 76 228 137 676 212 673
2014 363 737 181 036 182 701 239 642
2013 299 658 86 528 213 130 272 025
Anno Media mobile
2012 260 654
2011 267 333
2010 268 045
2009 292 811
2008 334 076
2007 344 428
2006 347 568
2005 343 630
2004 373 723
2003 393 758
2002 414 124
2001 417 153
2000 409 418
1999 398 485
1998 394 841
1997 374 302
1996 356 077
1995 345 643
1994 345.000
1989 261.000
1985 200.000
1980 130.000

Dati Ads - Accertamenti Diffusione Stampa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il Sole ripensa concept editoriale, contenuti e grafica, su primaonline.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  2. ^ Settimanale di scienza e tecnologia concepito espressamente per l'iPad. Nato nell'ottobre 2010, è il primo nel suo genere sul mercato italiano.
  3. ^ a b c d Dati dicembre 2018 di Accertamenti diffusione stampa
  4. ^ Il Sole 24 Ore: quotazione del titolo in tempo reale, in Il Sole 24 ORE, 6 dicembre 2007. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  5. ^ «Il Sole 24 Ore»: oggi il debutto in Borsa, in Il Sole 24 ORE, 6 dicembre 2007. URL consultato il 23 giugno 2010.
  6. ^ Listino dei prezzi stabiliti dai regolamenti di vendita per i mercati pubblici.
  7. ^ La pazienza e il coraggio, ilsole24ore.com. URL consultato il 30 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2013).
  8. ^ Giancarlo Lunati, op. cit., pp.51-55
  9. ^ Giancarlo Lunati, op. cit. pp. 99-102
  10. ^ Giancarlo Lunati, op.cit., p. 99
  11. ^ Editoria, nelle diffusioni carta+digitale cresce solo Il Fatto Quotidiano, su Il Fatto Quotidiano, 13 gennaio 2017. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  12. ^ Sole 24 ore, anomalie nei conti e vendite false: 10 indagati, anche il direttore, in rainews. URL consultato il 16 marzo 2017.
  13. ^ “Credete che questi problemi riguardino solo Il Sole 24 Ore? Indagate sui vostri editori”, su valigiablu.it. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  14. ^ Nicola Borzi, su giustiziami.it. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  15. ^ Copie digitali false, perquisizioni della Gdf al Sole 24 Ore: dieci indagati - Tgcom24, in Tgcom24. URL consultato il 16 marzo 2017.
  16. ^ Report Scandalo al sole, su www.report.rai.it. URL consultato il 25 aprile 2017.
  17. ^ Il direttore del ‘Sole’, Roberto Napoletano, formalizza l’autosospensione, su primaonline.it. URL consultato il 21 marzo 2017.
  18. ^ Giorgio Meletti, Sole 24 Ore, fuori Napoletano. La Caporetto di Confindustria, «Il Fatto Quotidiano», martedì 14 marzo 2017, p. 15.
  19. ^ Guido Gentili confermato direttore di Sole 24 Ore, Radiocor Plus e Radio24, in Il Sole 24 ORE. URL consultato il 10 agosto 2017.
  20. ^ Serif significa carattere tipografico con grazie.
  21. ^ Cosimo Vestito, Arriva in edicola il nuovo Sole 24 Ore: sei formati pubblicitari e novità anche in area digital, su engage.it, 4 giugno 2018. URL consultato il 24 giugno 2019 (archiviato il 7 giugno 2018).
  22. ^ Copia archiviata, su gruppo24ore.ilsole24ore.com. URL consultato il 24 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2015).
  23. ^ Abbonamento Il Sole 24 ORE: offerte speciali e sconti, su ilsole24ore.com, 24 gennaio 2013. URL consultato il 13 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2013).
  24. ^ a b Il ‘Sole 24 Ore' festeggia 150 anni digitalizzando l'archivio storico., su primaonline.it. URL consultato l'11/11/2015.
  25. ^ Quotidiani – Gennaio 2013, su primaonline.it. URL consultato il 30/12/2015.
  26. ^ I nuovi dati Ads di diffusione della stampa di quotidiani e settimanali in agosto e dei mensili a luglio (TABELLE) | Prima Comunicazione, su primaonline.it. URL consultato il 13 marzo 2017.
  27. ^ Il Sole 24 Ore, chiesto il processo per l'ex direttore Roberto Napoletano e gli ex vertici Benedini e Treu, su ilfattoquotidiano.it, 27 febbraio 2019. URL consultato il 28 febbraio 2019.
  28. ^ Scandalo al Sole, stangata Consob per Napoletano & C., su ilfattoquotidiano.it, 23 febbraio 2019. URL consultato il 1º marzo 2019.
  29. ^ Il Sole 24 Ore, sì dei soci all'azione di responsabilità per gli ex vertici, su ilfattoquotidiano.it, 30 aprile 2019. URL consultato il 1º maggio 2019.
  30. ^ Redazionale, Sole 24 Ore: Riotta lascia la direzione, Napoletano nuovo direttore - Gruppo 24 Ore: cda approva i conti. URL consultato il 15 marzo 2011.
  31. ^ Fabio Tamburini nuovo direttore del Sole24Ore, su lettera43.it. URL consultato il 15 settembre 2018.
  32. ^ Che a sua volta comprende le vendite per copia singola e gli abbonamenti.
  33. ^ Il direttore del "Sole 24 Ore" è stato messo in aspettativa, su Il Post, 13 marzo 2017. URL consultato il 25 aprile 2017.
  34. ^ (IT) Vendite gonfiate e 3 milioni spariti: l’eclissi del Sole24Ore - Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 25 aprile 2017.
  35. ^ Sole 24 Ore, "Napoletano partecipò a una riunione su abbonamenti digitali gonfiati. E le copie cartacee finivano al macero", su Il Fatto Quotidiano, 23 marzo 2017. URL consultato il 25 aprile 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giancarlo Lunati, Sette anni al Sole, Milano, Sperling & Kupfer Editori, 1994 ISBN 88-200-1808-X

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn91079626 · WorldCat Identities (ENn91-079626