Aeroporto di Amendola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Amendola
IATAnessuno – ICAO: LIBA
Descrizione
Nome impianto Aeroporto di Amendola "tenente pilota Luigi Rovelli, MOVM"
Tipo militare
Esercente Aeronautica Militare
Stato Italia Italia
Regione Puglia Puglia
Posizione circa 15 km a nord-est di Foggia
Costruzione 1941
Comandante Colonnello Pilota Michele Oballa
Reparti 32º Stormo
Altitudine AMSL 56 m
Coordinate 41°32′29″N 15°43′05″E / 41.541389°N 15.718056°E41.541389; 15.718056Coordinate: 41°32′29″N 15°43′05″E / 41.541389°N 15.718056°E41.541389; 15.718056
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIBA
Sito web www.aeronautica.difesa.it
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
11/29 2 720 m asfalto/calcestruzzo

[senza fonte]

L'aeroporto nel 1944, quando era l'aeroporto militare più grande di Europa

L'Aeroporto di Amendola (ICAO: LIBA) è un aeroporto militare italiano situato a 15 km a nord est della città di Foggia, lungo la Strada statale 89 Garganica, nella frazione di Amendola compresa tra San Giovanni Rotondo e Manfredonia dalla quale l'aeroporto dista 25 km. La struttura, intitolata alla memoria del tenente pilota Luigi Rovelli, medaglia d'oro al valore militare, è dotata di una pista in asfalto lunga 2720 m. Con la sua ampiezza di 1050 ettari è l'aeroporto militare più grande d'Italia. L'aeroporto è gestito dall'Aeronautica Militare ed effettua esclusivamente attività militari, non essendo aperto al traffico commerciale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'aeroporto era già operativo nella seconda guerra mondiale, prima per la Regia Aeronautica e poi per la Luftwaffe. Dopo l'8 settembre 1943 divenne base per la 15th Air Force statunitense[1][2], e nel 1944 era l'aeroporto militare più grande d'Europa. Oggi è la seconda base aerea più grande d'Europa, seconda solo alla base americana di Ramstein in Germania.[senza fonte]

Le unità statunitensi basate ad Amendola furono[3]:

  • 2d Bombardment Group, (B-17 Flying Fortress), 19 novembre 1945 - 28 febbraio 1946
  • 57th Fighter Group, (P-47 Thunderbolt), 27 ottobre 1943 - 1 marzo 1944
  • 97th Bombardment Group, (B-17 Flying Fortress), 16 gennaio 1944 - 1 ottobre 1945
  • 321st Bombardment Group, (B-25 Mitchell), 20 novembre 1943 - 14 gennaio 1944

L'aeroporto, oltre ad ospitare i bombardieri pesanti che partivano per missioni a lungo raggio sul territorio tedesco, fu anche sede della Balkan Air Force[4], formata anche da velivoli della neonata Aeronautica Cobelligerante Italiana, che forniva supporto ai partigiani jugoslavi e greci.

Negli anni cinquanta ha ospitato la Scuola di volo basico avanzato e il 15 marzo 1950 ricevette i primi de Havilland Vampire che furono i primi velivoli a reazione in dotazione all'Aeronautica Militare. Successivamente furono assegnati i North American F-86 Sabre[5].

La base ospita il 32º Stormo dell'Aeronautica Militare, dal quale dipendono il 101º Gruppo Volo OCU (Operational Conversion Unit) (volto principalmente all'addestramento su AMX-T) e il 28º Gruppo Velivoli Teleguidati, dotato di velivoli a pilotaggio remoto (UAV) MQ-1C ed MQ-9A. I Predator sono stati dispiegati operativamente in Iraq nel 2005 e in Afghanistan (2006-2007)[6]. Nel Dicembre del 2013, per un programma in atto di trasformazione e riorganizzazione dell’Aeronautica Militare Italiana  il 13º Gruppo Volo CBR, dopo una storia lunga 96 anni, viene posto in posizione Quadro. Il futuro, già delineato, identifica in Amendola la prima base in Europa che riceverà i velivoli di 5ª generazione F-35 JSF (Joint Stirke Fighter).

Come accade con altri aeroporti militari, la base organizza degli "open day" per presentare al pubblico le attività della forza armata e i mezzi in dotazione. Alla manifestazione partecipano anche rappresentanze delle aeronautiche militari straniere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'aviazione americana in Puglia, Basilicata e Molise: il 20 marzo convegno a Lesina
  2. ^ Foggia in guerra » FOGGIA AMERICANA: L’OCCUPAZIONE 1943-1946
  3. ^ Air Force History Index - Search
  4. ^ STORIA - RAREBIRDS OVER ITALY (1ª parte) | Forums
  5. ^ Il portale dell'Aeronautica Militare - De Havilland DH-113 NF Mk.54 "Vampire"
  6. ^ fonte: articolo de Il Grecale - Agenzia di Stampa Quotidiana - Pinotti in visita all’aeroporto militare di Amendola - del 11/07/07 - 15:59

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Informazioni storiche ed attuali sull'aeroporto di Amendola