Aeroporto di Capua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Capua
IATAnessuno – ICAO: LIAU
Descrizione
Nome impianto Aeroporto "Oreste Salomone"
Tipo Civile
Esercente ENAC
Stato Italia Italia
Regione Campania Campania
Posizione a 4/5 km da Capua (CE)
Altitudine AMSL 19.5 m
Coordinate 41°06′57″N 14°10′40″E / 41.115833°N 14.177778°E41.115833; 14.177778Coordinate: 41°06′57″N 14°10′40″E / 41.115833°N 14.177778°E41.115833; 14.177778
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIAU
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
08/26 1100 x 60
Fondo in erba con piazzale in quadroni di cemento

[senza fonte]

L'Aeroporto di Capua (IATA: nessuno, ICAO: LIAU), intitolato alla medaglia d'oro al valor militare Oreste Salomone, era un aeroporto militare passato al demanio civile il 24 luglio 2008. [1]
L'aeroporto è stato sede della scuola di volo dell'Accademia Aeronautica, all'epoca con sede la Reggia di Caserta, fino all'agosto del 1943. L'aeroporto sospese questa particolare funzione addestrativa durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale e li cessò del tutto nel 1961, data di costituzione della Scuola Volo Basico Avanzato Elica (S.V.B.A.E.) sull'aeroporto di Latina, da allora scuola per il conseguimento del brevetto di aeroplano per tutti i futuri piloti militari.

L'aeroporto, caduto lentamente in declino a causa dei continui riassetti dell'Aeronautica Militare, ha conosciuto quasi esclusivamente un'importanza turistica, grazie alla presenza dell'Aeroclub Città di Capua, situato nel territorio comunale di Capua, a pochi chilometri dal centro cittadino.

Nelle immediate vicinanze sono sorti, in tempi diversi, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA). la Tecnam, l'Oma-Sud e la caserma Oreste Salomone, sede del Raggruppamento Unità Addestrative dell'Esercito Italiano, incaricato di formare i volontari della forza armata, sorto sulle ceneri della zona logistica del vecchio aeroporto.

Queste due importanti infrastrutture hanno di fatto bloccato ogni eventuale ulteriore sviluppo dell'aeroporto, aggravato anche dalla presenza, oltre la testata pista 08 (ad Ovest) della TAV, la linea ferroviaria ad alta velocità.

Nel luglio 2008 l'aeroporto è stato dismesso dal Ministero della Difesa in favore dell'ENAC e nell'agosto dello stesso anno, la pista è stata oggetto di prove di compatibilità in atterraggio e decollo da parte di un Lockheed C-130 Hercules e di Alenia C-27J Spartan della 46ª Brigata Aerea di Pisa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gazzetta Ufficiale nº172 del 24 luglio 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sito ufficiale dell'aeroporto.