Pietracatella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietracatella
comune
Pietracatella – Stemma Pietracatella – Bandiera
Pietracatella – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Molise-Stemma.svg Molise
Provincia Provincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
Sindaco Luciano Pasquale (lista civica "Pietracatella cambia") dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate 41°35′N 14°52′E / 41.583333°N 14.866667°E41.583333; 14.866667 (Pietracatella)Coordinate: 41°35′N 14°52′E / 41.583333°N 14.866667°E41.583333; 14.866667 (Pietracatella)
Altitudine 666 m s.l.m.
Superficie 50,28 km²
Abitanti 1 479[1] (31-12-2010)
Densità 29,42 ab./km²
Comuni confinanti Gambatesa, Jelsi, Macchia Valfortore, Monacilioni, Riccia, Toro
Altre informazioni
Cod. postale 86040
Prefisso 0874
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 070053
Cod. catastale G609
Targa CB
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti pietracatellesi
Patrono san Donato
Giorno festivo 7 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pietracatella
Pietracatella
Pietracatella – Mappa
Posizione del comune di Pietracatella nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Pietracatella è un comune italiano di 1.479 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Pietracatella è un piccolo centro del basso Molise situato ai confini con la provincia di Foggia. Il paese è arroccato su di uno sperone roccioso di natura tufacea, a circa 725 metri s.l.m., che dagli abitanti del luogo, i Pietracatellesi, viene denominato “Morgia”. Da qui è possibile ammirare un vasto panorama: l'abitato domina la valle del Tappino. Guardando ad est è visibile il lago di Occhito e i primi centri delle Puglie, mentre ad ovest è possibile scorgere Campobasso.

San Giacomo in prospettiva.jpg

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione più comune[senza fonte], il paese sarebbe sorto nel XV secolo dall'unione di due casali, quello di “Petra”, corrispondente all'attuale sito, e quello di “Catella”, distante pochi chilometri dal primo. Gli abitanti di “Catella” emigrarono, forse in seguito al terremoto del 1456, a “Pietra”, dando origine all'università ingrandita di “Predicatiello” (da “Petra” et “Catella”).

Un tempo il paese era sovrastato da un imponente castello, di cui ora non restano che poche tracce, mentre il complesso architettonico più importante e prossimo ad esso, è la Chiesa di San Giacomo Apostolo il Maggiore, con annessa cripta dedicata a Santa Margherita risalente all'XI secolo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Giacomo:

Sulla cima della “Morgia” si erge maestoso e severo il complesso architettonico comprendente la cripta di Santa Margherita e la sovrastante chiesa di San Giacomo. Iniziato verso il secolo XII è stato completato, con apporti gotici, alla fine del secolo successivo. La Chiesa di San Giacomo è stata realizzata in parte sulla roccia e in parte sulla cripta di Santa Margherita.

  • Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli
  • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Chiesa di San Nicola di Bari

Cappella di Santa Margherita: La primitiva chiesetta di Santa Margherita, in origine completamente affrescata, è adiacente ad un altro vano cieco in cui si trova un blocco monolitico, forse un altare primitivo.

  • Fontana di Venere

Croce stazionaria del Settecento: C'è un antico crocifisso in legno di pregevole fattura considerato il più interessante e antico fra i pochi crocifissi lignei del Molise. Multi studiosi sono concordi nel datarlo intorno al XIII secolo. La Trombetta, nel suo testo “Arte nel Molise attraverso il medioevo” lo inserisce nell'ambito della produzione romanica. Gotica della scultura lignea campana del XIII secolo. Non si conoscono notizie inerenti all'opera fino alla fine del 1600 quanto il Cardinale Orsini durante le sue sacre visite a Pietracatella, emanò decreti per la sua manutenzione.

  • Porta da Capo
  • Palazzo Marchesale
  • Palazzo Larossi

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Le due feste principali sono la festa della Madonna di Costantinopoli, detta anche Madonna della ricotta, che si svolge il primo martedì dopo la Pentecoste.

La festa del patrono, San Donato si festeggia il 7 agosto. La festa di Sant'Antonio di Padova il 13 giugno.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º settembre 1988 14 luglio 1989 Luciano Pasquale Partito Liberale Italiano Sindaco [3]
2 settembre 1989 6 maggio 1993 Lucio Di Ielsi Partito Liberale Italiano Sindaco [3]
28 giugno 1993 16 maggio 1996 Saverio Pasquale lista civica Sindaco [3]
16 maggio 1996 18 novembre 1996 Scipione Lombardi Comm. pref. [3]
18 novembre 1996 14 maggio 2001 Michelangelo Angiolillo Partito Democratico della Sinistra Sindaco [3]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Michelangelo Angiolillo lista civica Sindaco [3]
30 maggio 2006 17 maggio 2011 Giovanni Di Vita lista civica Sindaco [3]
17 maggio 2011 13 giugno 2014 Giovanni Di Vita lista civica: insieme per pietracatella Sindaco [3]
13 giugno 2014 15 giugno 2015 Maria Nicolina Testa Comm. straordinario [3]
15 giugno 2015 in carica Luciano Pasquale lista civica: Pietracatella Cambia Sindaco [4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242318674