Tufara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione della Campania divisa fra più comuni delle province di Benevento e Avellino, vedi Tufara Valle.
Tufara
comune
Tufara – Stemma
Tufara – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Molise-Stemma.svg Molise
Provincia Provincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
Sindaco Donato Pozzuto (lista civica Dialogo e Confronto) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 41°29′N 14°57′E / 41.483333°N 14.95°E41.483333; 14.95 (Tufara)Coordinate: 41°29′N 14°57′E / 41.483333°N 14.95°E41.483333; 14.95 (Tufara)
Altitudine 420 m s.l.m.
Superficie 35,52 km²
Abitanti 1 000[1] (31-12-2010)
Densità 28,15 ab./km²
Comuni confinanti Castelvetere in Val Fortore (BN), Celenza Valfortore (FG), Gambatesa, Riccia, San Bartolomeo in Galdo (BN), San Marco la Catola (FG)
Altre informazioni
Cod. postale 86010
Prefisso 0874
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 070082
Cod. catastale L458
Targa CB
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti tufaroli
Patrono san Giovanni Eremita
Giorno festivo 28 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tufara
Tufara
Tufara – Mappa
Posizione del comune di Tufara nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Tufara è un comune italiano di 1.008 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise. Il suo territorio, al confine con Puglia e Campania, si estende per circa 35 km² dal fondovalle del Fortore (240 m s.l.m.) sino alla località Bosco Pianella (1020 m s.l.m.). Il territorio, in prevalenza collinare, è coperto da boschi che lasciano ampi spazi ai campi di cereali a alle piantagioni di ulivi. Il centro del paese sorge su una grande rupe di tufo ed è sovrastato dal Castello Longobardo e dal campanile della chiesa madre.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già nel medioevo era famosa per il commercio del tufo, sotto il potere dei Marzano. Nel 1200 il feudo era di proprietà dei Dramanus, che passò un secolo dopo ai Marzano fino al 1600, quando Tufara passò nell'esame di Decio Crispano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Castello Longobardo è il monumento principale della città. La struttura è a pianta quadrata, che nei secoli successivi alla prima costruzione prese le forme di un fagiolo. Faceva parte del tratturo Celano-Foggia.
  • La Chiesa dei Santi Pietro e Paolo è la parrocchiale principale di Tufara. Attigua al castello, fino costruita nel 1170 circa. Lo stile è romanico, i cui portali sono a sesto acuto. L'interno è a tre navate, decorato però in stile barocco. Oltre ad un dipinto seicentesco Della Madonna col Bambino, la chiesa possiede la cappella di San Giovanni da Tufara.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
19 giugno 1985 6 giugno 1990 Berardino Vitarelli Democrazia Cristiana Sindaco [3]
6 giugno 1990 24 aprile 1995 Berardino Vitarelli Democrazia Cristiana Sindaco [3]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Olindo Marino Partito Popolare Italiano Sindaco [3]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Mario Lupo lista civica Sindaco [3]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Mario Lupo lista civica Sindaco [3]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Donato Pozzuto lista civica Sindaco [3]
26 maggio 2014 in carica Donato Pozzuto lista civica: guardiamo avanti Sindaco [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242739013
Molise Portale Molise: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Molise