Bonefro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bonefro
comune
Bonefro – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Molise-Stemma.svg Molise
Provincia Provincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
Sindaco Nicola Giovanni Montagano (lista civica "Uniti per Bonefro") dal 31/05/2015
Territorio
Coordinate 41°42′15″N 14°56′09″E / 41.704167°N 14.935833°E41.704167; 14.935833 (Bonefro)Coordinate: 41°42′15″N 14°56′09″E / 41.704167°N 14.935833°E41.704167; 14.935833 (Bonefro)
Altitudine 631 m s.l.m.
Superficie 31,28 km²
Abitanti 1 341[1] (30-4-2017)
Densità 42,87 ab./km²
Frazioni San Vito
Comuni confinanti Casacalenda, Montelongo, Montorio nei Frentani, Ripabottoni, San Giuliano di Puglia, Sant'Elia a Pianisi, Santa Croce di Magliano
Altre informazioni
Cod. postale 86041
Prefisso 0874
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 070004
Cod. catastale A971
Targa CB
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti bonefrani
Patrono san Nicola
Giorno festivo 9 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bonefro
Bonefro
Bonefro – Mappa
Posizione del comune di Bonefro nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Bonefro è un comune italiano di 1.341 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise. Situato ad un'altezza di 640 m s.l.m. il suo territorio spazia dai 383 m del torrente Tona agli 889 m del Cerro del Ruccolo, in vista le isole Tremiti che spuntano dal mare Adriatico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi abitanti risalgono al periodo longobardo (fine IX - inizio X secolo) anche se sono stati trovati resti appartenenti ad epoche precedenti. Tuttavia la prima base certa della sua esistenza si trova in un documento scritto nel 1049, con la denominazione di Binifri (dal latino Vinifer) ovvero terra dove si produce vino.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel contesto urbanistico ed artistico dell'abitato assumono rilevante importanza il Castello longobardo costruito intorno alla metà del decimo secolo dopo Cristo e la chiesa di Santa Maria delle Rose edificata nel periodo romanico (secoli XII-XIII) e ristrutturata da mons. Tria nel 1731. Entrambi gli edifici sorgono sulla parte alta di uno sperone roccioso all'entrata del borgo antico, comunemente detto "Terra Vecchia". Qui sono conservate quattro porte, vestigia del periodo feudale: Porta Molino, Porta Piè la Terra, Porta Fontana e Porta Nuova e tre vico Gaifo risalente al periodo longobardo. Grande importanza assumono il convento di Santa Maria delle Grazie (1716), e la cappella di San Nicola insieme alle due fontane principali del paese che prendono il nome rispettivamente di Fontana dei Ciechi, costruita in stile settecentesco nel 1816, e la Fontana della Terra nel 1771.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Persone legate a Bonefro[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

San Vito è l'unica frazione di Bonefro. Si trova a 600 m s.l.m. a circa 5.5 km dal comune con una popolazione di 65 abitanti. La frazione è raggiungibile facilmente dalla strada statale 87. La prima documentazione scritta che parla di San Vito risale al 1175[3].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia è prettamente agricola ma tuttavia va menzionata la piccola e sviluppata zona artigianale/commerciale (zona industriale di Bonefro così chiamata dalla popolazione locale) situata al bivio per Colletorto - Campobasso - Casacalenda.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio di trasporto locale extraurbano tramite il capoluogo e altri centri del basso Molise è effettuato tramite autobus di linea e treni (Stazione di Bonefro-Santa Croce che è situata nella frazione di S. Vito).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
25 giugno 1985 24 maggio 1990 Michelangelo Cicoria Democrazia Cristiana Sindaco [4]
24 maggio 1990 24 aprile 1995 Luigi Santoianni Partito Comunista Italiano Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Luigi Pece Partito Democratico della Sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Luigi Santoianni lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Tullio Perrotta lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 30 marzo 2010 Francesca D'alessandro Comm. pref. [4]
30 marzo 2010 31 maggio 2015 Giuseppe Montagano lista civica Sindaco [4]
31 maggio 2015 in carica Nicola Giovanni Montagano lista civica Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il Bonefro Calcio a 5 disputa il campionato di Serie C2 molisano di Futsal.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Mappa del 1640(particolare)in cui Bonefro è denominato come Vanifro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Home page
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN240927674
Molise Portale Molise: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Molise