Ripabottoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ripabottoni
comune
Ripabottoni – Stemma Ripabottoni – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Molise-Stemma.svg Molise
Provincia Provincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
Sindaco Civetta Orazio (lista civica Uniti per Ripabottoni) dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate 41°41′N 14°49′E / 41.683333°N 14.816667°E41.683333; 14.816667 (Ripabottoni)Coordinate: 41°41′N 14°49′E / 41.683333°N 14.816667°E41.683333; 14.816667 (Ripabottoni)
Altitudine 695 m s.l.m.
Superficie 31,96 km²
Abitanti 553[1] (31-12-2010)
Densità 17,3 ab./km²
Comuni confinanti Bonefro, Campolieto, Casacalenda, Monacilioni, Morrone del Sannio, Provvidenti, Sant'Elia a Pianisi
Altre informazioni
Cod. postale 86040
Prefisso 0874
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 070058
Cod. catastale H311
Targa CB
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti ripesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ripabottoni
Ripabottoni
Ripabottoni – Mappa
Posizione del comune di Ripabottoni nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Ripabottoni è un comune italiano di 553 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise. È stato gravemente colpito nei giorni 31 ottobre e 1º novembre 2002 dal Terremoto del Molise.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il centro si trova vicino al lago di Guardialfiera, da cui dipende dalla sua fondazione nel XIII secolo.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa Parrocchiale dell'Assunta[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa fu costruita nel XIV secolo e notevolmente ampliata in epoca rinascimentale. La splendida facciata è tripartita con tre portali e una finestra centrale. Il campanile è medievale. L'interno barocco ha tre navate con un coro ligneo dell'Assunzione presso l'altare.

Palazzo Cappuccilli[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un impontente edificio del XIX secolo, in Piazza Marconi, di fronte alla Chiesa Parrocchiale. Molto elegante nelle linee, era il Palazzo dove viveva una delle famiglie più facoltose del paese.

Palazzo Francone[modifica | modifica wikitesto]

Struttura rettangolare che proviene dal castello medievale, modificato in età barocca. Il palazzo conserva muratura a scarpa e bastioni. L'ingresso principale è costituito da un arco a tutto sesto. Anche le finestre hanno questo stile; il palazzo possiede anche un cortile.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Persone legate a Ripabottoni[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Gamba, pittore
  • Arturo Giovannitti, sindacalista e poeta
  • Piero Cappuccilli, baritono di fama internazionale
  • Joe Sauro, sarto degli artisti e politici americani nato a Ripabottoni nel 1940
  • Tito Barbieri, patriota che ha lottato per gli ideali di libertà e di uguaglianza durante il Risorgimento
  • Pietro Ramaglia, Clinico alla corte Borbonica, in medicina è stato uno dei propugnatori del metodo sperimentale anatomo-clinico e fondatore della scuola positivo-naturalistica napoletana.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
11 giugno 1985 28 maggio 1990 Paolo Santoianni Democrazia Cristiana Sindaco [3]
28 maggio 1990 29 giugno 1992 Pasquale Cappuccilli Partito Socialista Italiano Sindaco [3]
9 luglio 1992 24 aprile 1995 Michele Frenza lista civica Sindaco [3]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Michele Frenza Partito Democratico della Sinistra Sindaco [3]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Michele Frenza lista civica Sindaco [3]
14 giugno 2004 24 febbraio 2006 Francesco Panunto lista civica Sindaco [3]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Michele Frenza lista civica Sindaco [3]
16 maggio 2011 14 dicembre 2012 Michele Frenza lista civica: insieme per ripabottoni Sindaco [3]
30 gennaio 2013 27 maggio 2013 Agnese Scala Comm. pref. [3]
27 maggio 2013 in carica Orazio Civetta lista civica: uniti per ripabottoni Sindaco [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN307292939