Mathieu Flamini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mathieu Flamini
Flamini 2014 v Besiktas.jpg
Flamini nel 2014 con la maglia dell'Arsenal
Nome Mathieu Pierre Flamini
Nazionalità Francia Francia
Altezza 178[1] cm
Peso 67[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Arsenal
Carriera
Giovanili
O. Marsiglia O. Marsiglia
Squadre di club1
2003-2004 O. Marsiglia O. Marsiglia 14 (0)
2004-2008 Arsenal 102 (7)
2008-2013 Milan 96 (7)
2013- Arsenal 50 (3)
Nazionale
2004-2005
2007-2008
Francia Francia U-21
Francia Francia
8 (1)
3 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 maggio 2014

Mathieu Flamini (Marsiglia, 7 marzo 1984) è un calciatore francese, centrocampista dell'Arsenal.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista centrale con attitudine difensiva abile nel contrastare e recuperare palla,[2] può anche giocare sulla fascia sia a centrocampo che in difesa,[3][4] anche se, per sua stessa ammissione, preferisce il ruolo di centrocampista a quello di terzino.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Olympique Marsiglia[modifica | modifica wikitesto]

Di padre romano e madre corsa,[6] è cresciuto calcisticamente nell'Olympique Marsiglia e ha esordito in prima squadra il 23 dicembre 2003 in una partita di Ligue 1 contro il Tolosa (1-0 per i marsigliesi). Nella stessa stagione si è fatto notare al livello internazionale grazie alla 9 partite disputate in Coppa UEFA, in cui ha debuttato il 26 febbraio 2004 entrando al 74º minuto contro il Dnipro (1-0)[7] e in cui ha disputato anche la finale persa 2-0 dall'Olympique Marsiglia a Göteborg contro il Valencia.[8]

Alla fine della stagione 2003-2004 Flamini ha rifiutato il contratto da professionista propostogli dall'Olympique Marsiglia[9][10] e si è trasferito in Inghilterra.

Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 2004, a 20 anni, ha firmato per l'Arsenal[9] allenato dal connazionale Arsène Wenger.[8] L'Olympique Marsiglia si è opposto a tale trasferimento e la FFF non ha concesso il transfer per il giocatore, ma la FIFA ne ha autorizzato il tesseramento da parte dell'Arsenal[11] stabilendo un indennizzo per l'Olympique Marsiglia pari a 480.000 euro.[9] La squadra francese ha quindi inoltrato un ricorso al TAS per annullare la decisione della FIFA e reintegrare Flamini nel proprio organico, che però è stato respinto il 31 ottobre 2005.[9][10][11]

Flamini ha esordito con l'Arsenal il 15 agosto 2004 al Goodison Park contro l'Everton (4-1 per i Gunners)[12] e in Champions League il 29 settembre 2004 in Rosenborg-Arsenal 1-1. Con l'Arsenal ha segnato la sua prima rete da professionista l'11 maggio 2005 a Highbury contro l'Everton,[12] siglando il gol del definitivo 7-0 all'85'.

Nella stagione 2005-2006 Flamini è stato impiegato spesso come ala e soprattutto come terzino sinistro a causa dei numerosi infortuni occorsi ai difensori dell'Arsenal,[12] disputando buone partite sia in campionato che in Champions League, persa 2-1 in finale contro il Barcellona. In quella partita Flamini è subentrato al 74º minuto a Cesc Fàbregas.[13]

La stagione 2006-2007 è stata per Flamini la migliore dal punto di vista realizzativo con 4 gol: uno nei preliminari della Champions League 2006-2007 conto la Dinamo Zagabria a Zagabria (vittoria per 2-1), e tre in campionato contro Liverpool (3-0), Chelsea (1-1), e Blackburn (6-2). Ad aprile ha manifestato la sua intenzione di lasciare l'Arsenal poiché era poco soddisfatto del suo ruolo di sostituto,[14] ma la decisione è rientrata dopo un chiarimento con l'allenatore Wenger.

All'inizio della stagione 2007-2008 Flamini ha ricoperto il suo ruolo naturale di centrocampista centrale, a causa dell'assenza di Gilberto Silva, in coppia con Fàbregas, diventando un punto fermo dei Gunners.[15] Nonostante ciò ha rifiutato di rinnovare il contratto con l'Arsenal, che sarebbe scaduto a fine stagione,[16][17] e ha deciso di firmare per il Milan.[15]

Milan[modifica | modifica wikitesto]

Flamini durante il riscaldamento prima della partita di Coppa UEFA Portsmouth-Milan del 27 novembre 2008.

Il 5 maggio 2008 il Milan ha annunciato l'acquisto a parametro zero del giocatore, che ha firmato con la società rossonera un contratto quadriennale dal 1º luglio 2008 al 30 giugno 2012[18][19] a 4,5 milioni di euro l'anno.[20]

Ha esordito in partite ufficiali con la maglia rossonera il 31 agosto 2008 in Milan-Bologna 1-2, prima giornata del campionato 2008-2009. Nell'ultima parte del campionato è stato schierato più volte da Ancelotti nel ruolo di terzino destro, per altro anche con ottimi risultati.[21][22]

Il 13 gennaio 2010 ha segnato la prima rete con il Milan nella partita di Coppa Italia contro il Novara, realizzando all'81º minuto il gol del definitivo 2-1 per i rossoneri che è valso il passaggio al turno successivo.[23]. Il 7 novembre 2010 ha invece segnato il suo primo gol nel campionato di Serie A, realizzando la rete del momentaneo 2-0 contro il Bari al San Nicola su assist di Ibrahimović[24] nella gara della 10ª giornata vinta 3-2 dal Milan.[25] Il 7 maggio 2011 ha vinto lo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma.[26]

All'inizio della stagione 2011-2012, durante il Trofeo Luigi Berlusconi contro la Juventus, si è infortunato procurandosi la lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro.[27] È stato operato a Lione il 30 agosto 2011 e avrebbe dovuto fermarsi per circa 5 o 6 mesi.[28] Il 2 maggio 2012 è ritornato in campo dopo circa 8 mesi dall'ultima presenza nella 36ª giornata di campionato disputata a San Siro contro l'Atalanta, partita vinta dai rossoneri per 2-0.[29] Il 13 maggio seguente in occasione dell'ultima partita di campionato contro il Novara, vinta per 2-1, ha segnato la rete del momentaneo 1-1, tornando al gol dopo più di un anno.

Il 26 giugno 2012, attraverso una nota sul sito ufficiale, il Milan ha comunicato di aver trovato l'accordo con il giocatore per un prolungamento contrattuale di un ulteriore anno[30] con un ingaggio ridotto rispetto a quello iniziale: 1,8 milioni di euro.[20] Ha messo a segno la sua prima rete stagionale il 7 aprile 2013, nel corso del match pareggiato per 2-2 all'Artemio Franchi contro la Fiorentina,[31][32] e concluso l'annata con all'attivo 22 presenze e 4 gol. Al termine della stagione il Milan e Flamini non hanno trovato l'accordo per il rinnovo del contratto[33] e quindi il giocatore francese è rimasto svincolato.

Ritorno all'Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 agosto 2013 ha firmato un contratto triennale con l'Arsenal, squadra in cui aveva già militato tra il 2004 ed il 2008.[34] Il 1º settembre seguente è tornato a vestire la maglia dei Gunners in occasione del Derby di Londra contro il Tottenham, vinto dagli uomini di Arsène Wenger per 1-0.[35] Il primo gol dal suo ritorno è arrivato il 30 novembre 2013, nella vittoria per 3-0 sul campo del Cardiff. Il 28 gennaio 2014, nella partita tra Southampton e Arsenal al St Mary's Stadium, è stato espulso all'80º minuto di gioco per un'entrata a piedi uniti su Morgan Schneiderlin, per la quale ha subito una squalifica di quattro giornate.[36]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale francese Under-21 Flamini ha disputato l'Europeo di categoria del 2006, durante il quale disputa solo una partita contro il Portogallo entrando al 61º minuto per poi lasciare il ritiro a causa di un infortunio alla coscia.[37]

Ha esordito nella Nazionale maggiore il 16 novembre 2007 nell'amichevole con il Marocco (2-2), subentrando all'80º minuto a Rothen.

Inserito nei 30 preconvocati della Nazionale francese per l'Europeo 2008 non è figurato nella lista dei convocati definitiva del 28 maggio 2008. È stato precauzionalmente riaggregato al gruppo il 2 giugno a seguito di un infortunio alla coscia capitato a Vieira,[38] ma alla fine Domenech ha scelto di non sostituire il capitano dei francesi con Flamini.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 febbraio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Francia O. Marsiglia L1 14 0 CF+CdL 1+0 0 CU 9 0 - - - 24 0
2004-2005 Inghilterra Arsenal PL 21 1 FACup+CdL 4+3 0 UCL 4 0 CS 0 0 32 1
2005-2006 PL 31 0 FACup+CdL 2+3 0 UCL 12 0 CS 1 0 49 0
2006-2007 PL 20 3 FACup+CdL 3+3 0 UCL 6 1 - - - 32 4
2007-2008 PL 30 3 FACup+CdL 2+0 0 UCL 8 0 - - - 40 3
2008-2009 Italia Milan A 29 0 CI 1 0 CU 7 0 - - - 37 0
2009-2010 A 25 0 CI 2 1 UCL 5 0 - - - 32 1
2010-2011 A 22 2 CI 2 0 UCL 5 0 - - - 29 2
2011-2012 A 2 1 CI 0 0 UCL - - SI 0 0 2 1
2012-2013 A 18 4 CI 1 0 UCL 3 0 - - - 22 4
Totale Milan 96 7 6 1 20 0 0 0 122 8
2013-2014 Inghilterra Arsenal PL 27 2 FACup+CdL 3+0 0 UCL 6 0 - - - 36 2
2014-2015 PL 24 1 FACup+CdL 2+0 0 UCL 7[39] 0 CS 1 0 33 1
Totale Arsenal 151 10 25 0 43 1 2 0 221 11
Totale carriera 261 17 31 1 72 1 2 0 366 19

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Francia Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-11-2007 Saint-Denis Francia Francia 2 – 2 Marocco Marocco Amichevole -
27-5-2008 Grenoble Francia Francia 2 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
10-9-2008 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2010 -
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

FA Cup.png Coppa d'Inghilterra: 3

Arsenal: 2004-2005, 2013-2014, 2014-2015

CommunityShield.png Community Shield: 2

Arsenal: 2004, 2014

Scudetto.svg Campionato italiano: 1

Milan: 2010-2011

Super coppa italiana.svg Supercoppa italiana: 1

Milan: 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mathieu Flamini, acmilan.com. URL consultato il 2 luglio 2013.
  2. ^ (EN) Alan Dawson, English Debate: Who Will Anchor Arsenal's Midfield?, goal.com, 27 giugno 2008. URL consultato il 10 febbraio 2008.
  3. ^ (EN) Milan confirm Flamini deal, fifa.com, 5 maggio 2008. URL consultato il 10 febbraio 2008.
  4. ^ (EN) Jonathan Chong, Flamini: Wenger wanted me at left-back, arsenal-mania.com, 14 novembre 2006. URL consultato il 10 febbraio 2008.
  5. ^ Antonio Vitiello, Flamini: "Posso giocare anche terzino. L'Inter? Pensiamo al 2º posto", milannews.it, 28 aprile 2009. URL consultato il 15 maggio 2009.
  6. ^ (EN) Mathieu Flamini: "We have to be at the front of the physical battle... if we have to fight, we fight", The Independent, 20 febbraio 2008. URL consultato il 13 giugno 2008.
  7. ^ Marseille-Dnipro 1-0, uefa.com, 26 febbraio 2004. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  8. ^ a b Flamini approda all'Arsenal, uefa.com, 22 luglio 2004. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  9. ^ a b c d (FR) Arbitrage TAS/2004/A/761 SASP Olympique de Marseille (OM) c. Fédération Internationale de Football Association (FIFA), Arsenal Football Club et Mathieu Flamini, sentence du 31 octobre 2005 (PDF), centrostudisport.it, 1º novembre 2005, pp. 2-3, 9. URL consultato il 4 giugno 2008.
  10. ^ a b (FR) Foot - Affaire Flamini - Pour le TAS l'OM a tort, L'Équipe, 31 ottobre 2005. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  11. ^ a b (EN) Marseille lose in Flamini appeal, BBC Sport, 31 ottobre 2005. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  12. ^ a b c (EN) The Arsenal A-Z, arsenal.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  13. ^ Barcelona-Arsenal 2-1, uefa.com, 17 maggio 2006. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  14. ^ (EN) Wenger ready to let Flamini leave, BBC Sport, 6 aprile 2007. URL consultato il 4 giugno 2008.
  15. ^ a b (EN) Mathieu Flamini, arsenal.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  16. ^ Flamini's Arsenal future to be decided in 24 hrs, The Daily Telegraph, 2 maggio 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  17. ^ (EN) Wenger moves Flamini's contract deadline to Monday, noticias.info, 3 maggio 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  18. ^ Benvenuto Mathieu!, acmilan.com, 5 maggio 2008. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  19. ^ Milan: ecco Flamini, uefa.com, 5 maggio 2008. URL consultato il 2 novembre 2010.
  20. ^ a b Matteo Calcagni, Il curioso caso di Flamini: la strategia di Galliani regala un nuovo centrocampista, milannews.it, 26 giugno 2012. URL consultato il 26 giugno 2012.
  21. ^ Ancelotti: «Scudetto? Non pensiamo all'Inter», Corriere dello Sport, 26 aprile 2009. URL consultato il 15 maggio 2009.
  22. ^ Con Flamini terzino il Milan risparmierà? "Una sicurezza alla Djalma Santos", goal.com, 27 aprile 2009. URL consultato il 15 maggio 2009.
  23. ^ Il Milan ai quarti di Coppa. Ma che fatica col Novara, La Gazzetta dello Sport, 13 gennaio 2010. URL consultato il 13 gennaio 2010.
  24. ^ Maurizio ferrari, Allegri (ri)scopre la carta Flamini, milannews.it, 7 novembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.
  25. ^ Gaetano De Stefano, Il Milan passa a Bari. Inter scavalcata: è secondo, La Gazzetta dello Sport, 7 novembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.
  26. ^ Gaetano De Stefano, Milan campione d'Italia. A Roma basta lo 0-0, La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 2011. URL consultato l'8 maggio 2011.
  27. ^ Milan: Flamini ko, lungo stop, Sport Mediaset, 26 agosto 2011. URL consultato il 27 agosto 2011.
  28. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 30 agosto 2011. URL consultato il 30 agosto 2011.
  29. ^ Massimo Sarti, Milan ancora in corsa, Atalanta KO. Allegri: "Mi diverto, sembrava finita", Leggo, 3 maggio 2012. URL consultato il 3 maggio 2012.
  30. ^ Flamini: il rapporto continua, acmilan.com, 26 giugno 2012. URL consultato il 26 giugno 2012.
  31. ^ Gaetano De Stefano, Fiorentina-Milan 2-2, Montolivo spaventa i viola, ma il cuore viola resiste, La Gazzetta dello Sport, 7 aprile 2013. URL consultato il 7 aprile 2013.
  32. ^ Fiorentina 2 - 2 Milan, legaseriea.it, 7 aprile 2013. URL consultato il 7 aprile 2013.
  33. ^ Mathieu Flamini, addio Milan: Inter e Napoli ci pensano, TGcom24, 4 luglio 2013. URL consultato il 7 luglio 2013.
  34. ^ (EN) Club confirms Mathieu Flamini signing, arsenal.com, 29 agosto 2013. URL consultato il 29 agosto 2013.
  35. ^ Arsenal batte Tottenham. Decide un gol di Giroud, Corriere dello Sport, 1º settembre 2013. URL consultato il 1º settembre 2013.
  36. ^ Neil Ashton, Southampton 2-2 Arsenal: Lallana pegs back Gunners in title race as Wenger also loses Flamini for FOUR matches after red, Daily Mail, 28 gennaio 2014. URL consultato il 31 gennaio 2014.
  37. ^ Flamini, Europeo a rischio, uefa.com, 26 maggio 2006. URL consultato il 2 novembre 2010.
  38. ^ Dubbi su Vieira, Domenech richiama in ritiro Flamini, Rai News 24, 2 giugno 2008. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  39. ^ 2 presenze ei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]