Eccellenza 1997-1998

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eccellenza 1997-1998
Competizione Eccellenza
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Lega Nazionale Dilettanti
Luogo Italia Italia
Partecipanti 458
Formula 28 gironi all'italiana
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1996-1997 1998-1999 Right arrow.svg

Il campionato italiano di calcio di Eccellenza regionale 1997-1998 è stato il settimo organizzato in Italia. Rappresenta il sesto livello del calcio italiano. Il campionato è strutturato su vari gironi all'italiana su base regionale.

Questo è il quadro delle squadre promosse al C.N.D. dai vari campionati di Eccellenza regionale. Sono ammesse alla massima categoria dilettantistica italiana le vincenti dei rispettivi campionati regionali più le sette migliori squadre risultanti dai play-off a cui accedono le squadre designate dai vari comitati regionali a seguito dei propri regolamenti.

Campionati[modifica | modifica wikitesto]

Quadro riepilogativo nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Regione/Girone Sqr 1ª classificata e
promossa nel C.N.D.
Altre promozioni
nel C.N.D.
2ª classificata Vincente Coppa
Abruzzo 18 Lanciano Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Renato Curi[1] Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Renato Curi Lanciano
Basilicata 16 Policoro Rosa e Nero.png Ruggiero di Lauria[1] Bianco e Celeste.svg Sporting Villa d'Agri Rosso e Blu2.png Pescopagano
Calabria 16 Vibonese - Giallo e Rosso.svg Torretta Palmese[2]
Campania Girone A 16 Viribus Unitis - Saviano Sorrento
Campania Girone B 16 Sorrento Palmese (NA)[3] Palmese (NA)
Emilia-Romagna Girone A 18 Bianco e Celeste.svg Casalese - Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Correggese Bagnolese GS Bagnolese
Emilia-Romagna Girone B 16 Russi - Nero e Bianco (Strisce).png Massalombarda
Friuli-Venezia Giulia 16 Itala San Marco - Sacilese Sacilese
Lazio Girone A 16 Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Fregene Tivoli[3] Tivoli Aprilia[2]
Lazio Girone B 16 Rosso e Blu2.png La Setina Sezze - Formia
Liguria 16 Sestrese - Sarzanese Sestrese
Lombardia Girone A 18 Blu e Rosso (Strisce).png Oggiono Guanzatese[3] Guanzatese Rosso e Blu2.png Stezzanese
Lombardia Girone B 18 Sancolombano Sant'Angelo[3] Sant'Angelo
Lombardia Girone C 18 Arancione e Blu.svg Corte Romanese - Blu e Bianco.png Salò Benaco
Marche 16 Bianco e Azzurro.svg Monturanese - Real Montecchio Civitanovese
Molise 16 Isernia - Bianco e Azzurro.svg Turris Santa Croce Isernia
Piemonte Girone A 16 Sangiustese - Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Cannobiese Nero e Bianco (Strisce).png Lascaris
Piemonte Girone B 16 Novese Acqui[1] Acqui
Puglia 16 Giallo e Rosso.svg Aradeo[4] Barletta[3] Barletta Squinzano
Sardegna 16 Arzachena - Bianco e Rosso (Strisce).png Pula Villacidrese
Sicilia Girone A 16 Agrigento - Alcamo Siracusa
Sicilia Girone B 16 Siracusa - Giarre
Toscana Girone A 16 Cascina Grosseto[3]
Viola.svg Larcianese[5]
Grosseto Viola.svg Larcianese
Toscana Girone B 16 Sangimignano - Giallo e Rosso.svg San Quirico d'Orcia
Trentino-Alto Adige 16 Rovereto - Bolzano Benacense Riva
Umbria 16 Orvietana - Bastia 600px Bianco e Blu (Strisce).png Umbertide Tiberis
Veneto Girone A 16 600px Rosso e Bianco (strisce).png Montecchio Maggiore Monselice[3] Monselice Rosso e Blu2.png Vittorio Veneto
Veneto Girone B 16 Portogruaro - Giallo e Blu.png La Marenese
Tot. Vincente Fase Nazionale Coppa
28 gironi 458 Viola.svg Larcianese

Play-off nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno Qualificata
Cannobiese (Piemonte A) Acqui (Piemonte B) 0-2 1-0 Acqui
Guanzatese (Lombardia A) Sarzanese (Liguria) 1-1 1-0 Guanzatese
S.Angelo (Lombardia B) Salò (Lombardia C) 4-2 2-1 S.Angelo
Monselice (Veneto A) Miranese (Veneto B) 1-0 2-2 Monselice
Sacilese (Friuli V.G.) Bolzano (Trentino A.A.) 2-0 1-1 Sacilese
Correggese (Emilia-Romagna A) Massalombarda (Emilia-Romagna B) 1-3 0-0 Massalombarda
Grosseto (Toscana A) S.Quirico d'Orcia (Toscana B) 3-2 1-1 Grosseto
Real Montecchio (Marche) Pula (Sardegna) 2-0 2-2 Real Montecchio
Bastia Umbra (Umbria) Renato Curi (Abruzzo) 0-0 1-2 Renato Curi
Tivoli (Lazio A) Atletico Formia (Lazio B) 0-0 1-0 Tivoli
Saviano (Campania A) V. Palmese (Campania B) 0-0 0-1 V. Palmese
Torretta C. (Calabria) Villa d'Agri (Basilicata) 0-0 1-3 Villa d'Agri
Barletta (Puglia) Turris S.Croce (Molise) 1-0 1-0 Barletta
Alcamo (Sicilia A) Giarre (Sicilia B) 1-2 2-0 Alcamo

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno Promossa in Serie D
Acqui (Piemonte B) Guanzatese (Lombardia A) 0-1 3-3 Guanzatese
Massa Lombarda (Emilia-Romagna B) S.Angelo (Lombardia B) 2-3 0-3 S.Angelo
Monselice (Veneto A) Sacilese (Friuli V.G.) 0-2[6] 3-0 dts Monselice
Renato Curi (Abruzzo) Grosseto (Toscana A) 0-0 1-2 Grosseto
V. Palmese (Campania B) Real Montecchio (Marche) 1-0 2-2 V. Palmese
Tivoli (Lazio A) Alcamo (Sicilia A) 1-0 0-0 Tivoli
Villa d'Agri (Basilicata) Barletta (Puglia) 0-0 0-2 Barletta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ammessa solo in fase di ripescaggio.
  2. ^ a b Militava in Promozione.
  3. ^ a b c d e f g Promossa per aver vinto i play-off nazionali.
  4. ^ La U.S. Aradeo si fonde con la Pro Italia Galatina che acquisisce perciò il diritto a disputare il C.N.D.
  5. ^ Promossa nel C.N.D. come vincitrice della Coppa Nazionale
  6. ^ Il giudice sportivo ha assegnato la vittoria 2-0 a tavolino alla Sacilese poiché il Monselice ha sostituito al 62' il calciatore numero 6 Alberto Ruvoletto (nato il 10 marzo 1979) con il numero 13 Marco Bellettato (nato il 2 ottobre 1977) così disattendendo l'obbligo della presenza per l'intera durata della gara di almeno un calciatore nato dal 1º gennaio 1978. Inutile il ricorso del Monselice che ha cercato di dimostrare che il giocatore entrato in campo col numero 13 era lo juniores Donegà e che quest'ultimo aveva involontariamente invertito la maglia di gioco con Bellettato. Essendo una competizione di campionato e non di coppa, non è prevista l'estromissione del Monselice dal torneo, quindi il ritorno è stato disputato regolarmente.