Eccellenza Umbria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eccellenza Umbria
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoSquadre di club
FederazioneFIGC - LND
Comitato Regionale Umbria
PaeseItalia Italia
Aperturasettembre
Chiusuramaggio
Partecipanti16 squadre[1]
Formula1 girone all'italiana con eventuali play-off e play-out.
Promozione inSerie D
Retrocessione inPromozione Umbria
Storia
Fondazione1991
Numero edizioni30
Detentore600px Rosso e Bianco (strisce).png Tiferno Lerchi 1919
Record vittorieBastia (2)
600px Rosso e Bianco (strisce).png FC Castello Calcio (2)
Foligno (2)
Orvietana (2)
Pontevecchio (2)
Todi (2)
Narnese (2)
Villabiagio (2)
Ultima edizioneEccellenza Umbria 2019-2020
Edizione in corsoEccellenza Umbria 2020-2021

1leftarrow blue.svgVoce principale: Eccellenza (calcio).

Il campionato di Eccellenza Umbria è il quinto livello in ordine di graduatoria all'interno del campionato italiano di calcio. È il secondo campionato dilettantistico per importanza, il maggiore a livello regionale, ed è organizzato dal Comitato Umbro tramite delega della Lega Nazionale Dilettanti. Con la riforma della Lega Pro, che nella stagione 2014-2015 ha unificato la Lega Pro Prima Divisione e la Lega Pro Seconda Divisione, restaurando così la scomparsa Serie C, il campionato è salito dal sesto al quinto livello nazionale, rimanendo tuttavia la massima competizione regionale.

Vi hanno sempre partecipato 16 squadre (fatta eccezione per le stagioni dal 2007 al 2010 e nel 2020-2021, quando il torneo è stato allargato a 18) raggruppate in un unico girone, delle quali una o tre vengono promosse in Serie D (in base ai risultati ottenuti dai club umbri nei play-off nazionali ed in Coppa Italia Dilettanti), mentre da un minimo di tre ad un massimo di cinque (numero variabile in base alle retrocessioni di società umbre dalla Serie D) vengono retrocesse in Promozione.

Il campionato venne istituito nel 1991, a seguito della riforma nazionale dei campionati dilettantistici, andando così a sostituire come importanza quello di Promozione, che venne declassato.

Contemporaneamente viene disputata la fase regionale della Coppa Italia Dilettanti, alla quale prendono parte tutte le squadre partecipanti al campionato. La vincente, insieme alle altre 18 campioni regionali, ha accesso alla fase nazionale, che mette in palio un ulteriore posto per la categoria superiore.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Promozioni[modifica | modifica wikitesto]

La squadra che arriva prima viene promossa direttamente in Serie D. Le squadre che si piazzano dalla seconda alla quinta posizione si affrontano, invece, nei play-off, la cui vincitrice si aggiudica il passaggio alla fase nazionale, che prevede degli spareggi interregionali con altre 28 squadre per un totale di ulteriori 7 posti nella Serie D dell'anno successivo. Se la seconda classificata durante il campionato ha 10 o più punti di distacco dalla terza, i play-off non vengono disputati ed ha accesso alla fase nazionale direttamente la seconda classificata.

  • Play-off: la squadra classificata al 2º posto si scontrerà con la squadra classificata al 5º posto (in caso di distacco in classifica di 10 o più punti, la 2° sarebbe ammessa direttamente in finale); quella arrivata al 3º contro la squadra classificata al 4º posto (allo stesso modo, in caso di distacco in classifica di 10 o più punti, anche la 3° sarebbe ammessa direttamente in finale). Nell'ipotesi che una delle suddette società abbia già acquisito il diritto di partecipare alla Serie D (tramite la Coppa Italia Dilettanti), disputerà i play-off, al posto di quest'ultima, la 6°classifica (sempre che il suo distacco dalla 2ª sia contenuto entro i 9 punti). Si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa. Le vincenti delle due sfide si incontreranno in una finale per accedere alla fase successiva con i criteri già esposti (si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato, in caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa).

Retrocessioni[modifica | modifica wikitesto]

La squadra che arriva ultima viene retrocessa direttamente in Promozione. Invece le squadre che si piazzano dalla dodicesima alla quindicesima posizione si affrontano nei play-out. Se la dodicesima classificata durante il campionato ha 10 o più punti di distacco dalla quindicesima classificata, i play-out non vengono disputati e quest'ultima retrocede direttamente. Analogamente, se anche la tredicesima classificata dovesse precedere in classifica di 10 o più punti la quattordicesima classificata, costringerebbe quest'ultima a retrocedere direttamente.

  • Play-out: la squadra classificata al 12º posto si scontrerà con la squadra classificata al 15º posto; quella arrivata al 13º contro la squadra classificata al 14º posto. Si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa. Qualora retrocedano dal campionato di Serie D due o tre società umbre, le vincenti delle due sfide (oppure 12° contro 13° se i play-out non si effettuano od anche 12° contro la vincente del play-out fra 13° e 14°, se la 15° accusa oltre nove punti di distacco dalla 12ª) si incontreranno in una finale con i criteri già esposti (si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato, in caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità si salva la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa). Nel caso le retrocesse dalla Serie D siano quattro o più società umbre, anche la vincente della finale scenderebbe in Promozione.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vincente
campionato
Promossa ai
play-off nazionali
Altre
promozioni
Ammessa ai
play-off nazionali[2]
Vincente
Coppa Italia Dilettanti Umbria
Risultato in
Coppa Italia Dilettanti
1991-92 (1ª) Pontevecchio (1º titolo) - - - Rosso e Blu2.png Stroncone[3] 1º turno
1992-93 (2ª) Città di Castello (1º titolo) - Narnese[4] - 600px Bianco e Blu (Strisce).png Tiberis 1º turno
1993-94 (3ª) Sansepolcro (1º titolo) - Orvietana[4] Orvietana 600px Bianco e Blu (Strisce).png Tiberis 1º turno
1994-95 (4ª) Nestor (1º titolo) - - Torgiano Torgiano 1º turno
1995-96 (5ª) Ellera (1º titolo) - Foligno[4] Foligno 600px Bianco con diagonale Azzurro.png San Sisto Quarti di finale
1996-97 (6ª) Gubbio (1º titolo) - - 600px Bianco con diagonale Azzurro.png San Sisto Gubbio Semifinale
1997-98 (7ª) Orvietana (1º titolo) - - Bastia 600px Bianco e Blu (Strisce).png Tiberis 1º turno
1998-99 (8ª) 600px Bianco e Blu (Strisce).png Umbertide Tiberis (1º titolo) - - Cesi Todi[3] Quarti di finale
1999-00 (9ª) Todi (1º titolo) Cesi - Cesi Cesi 1º turno
2000-01 (10ª) Orvietana (2º titolo) - - Narnese Nestor 1º turno
2001-02 (11ª) Angelana (1º titolo) - - Deruta Deruta Quarti di finale
2002-03 (12ª) Foligno (1º titolo) - - Bianco e Azzurro.svg Fortis Terni Foligno 1º turno
2003-04 (13ª) Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png Fortis Spoleto (1º titolo) - - Bastia Cannara Quarti di finale
2004-05 (14ª) Narnese (1º titolo) - - Pontevecchio Narnese 1º turno
2005-06 (15ª) Arrone (1º titolo) - - Deruta Pontevecchio Quarti di finale
2006-07 (16ª) Pontevecchio (2º titolo) Torgiano - Torgiano Pontevecchio Vincitore
2007-08 (17ª) Deruta (1º titolo) - - Group Città di Castello Todi 1º turno
2008-09 (18ª) Group Città di Castello (1º titolo) - Castel Rigone[5] Bastia Castel Rigone Finalista
2009-10 (19ª) Todi (2º titolo) - Voluntas Spoleto[4] Voluntas Spoleto Voluntas Spoleto Quarti di finale
2010-11 (20ª) Pierantonio (1º titolo) Trestina - Trestina Blu Arancione Giallo e Bianco.png Grifoponte Torgiano 1º Turno
2011-12 (21ª) Bastia (1º titolo) Casacastalda - Casacastalda 600px Bianco con diagonale Azzurro.png San Sisto 1º turno
2012-13 (22ª) Narnese (2º titolo) - Gualdo[6] Nero e Bianco (Strisce).png Subasio Giallo e Blu.png Vis Torgiano 1º turno
2013-14 (23ª) Villabiagio (1º titolo) - - Giallo e Blu.png Vis Torgiano Group Città di Castello 1º turno
2014-15 (24ª) Città di Castello (2º titolo) - - Todi Città di Castello Semifinale
2015-16 (25ª) Trestina (1º titolo) - - Nero e Bianco (Strisce).png Subasio Bianco e Azzurro.png Ventinella 1º Turno
2016-17 (26ª) Villabiagio (2º titolo) - - Angelana Villabiagio Vincitore
2017-18 (27ª) Bastia (2º titolo) - Cannara[4] Cannara Rosso e Blu2.png Massa Martana Semifinale
2018-19 (28ª) Foligno (2º titolo) - - 600px Nero e Bianco.png Lama Foligno Quarti di finale
2019-20 (29ª)[7] 600px Rosso e Bianco (strisce).png Tiferno Lerchi 1919 (1º titolo) - - Spoleto[8] 600px Rosso e Bianco (strisce).png Tiferno Lerchi 1919 Competizione sospesa a causa della pandemia di COVID-19
2020-21 (30ª)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Classifica perpetua dell'Eccellenza Umbria.

In 30 stagioni hanno militato nel torneo le seguenti 76 squadre. Le 18 società che attualmente partecipano all'Eccellenza Umbria 2020-2021 sono in grassetto.

Vittorie e piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Tot. Part.
Narnese 2 2 3 7 18
Pontevecchio 2 2 1 5 13
Todi 2 2 1 5 9
Bastia 2 1 1 4 20
600px Rosso e Bianco (strisce).png FC Castello Calcio 2 1 1 4 14
Foligno 2 1 / 3 5
Orvietana 2 1 / 3 10
Villabiagio 2 1 / 3 4
Trestina 1 2 1 4 8
Angelana 1 1 1 3 14
Nestor 1 / 3 4 20
Deruta 1 / 2 3 18
Spoleto 1 / 2 3 17
Group Città di Castello 1 1 / 2 4
600px Bianco e Blu (Strisce).png Tiberis Macchie 1 1 / 2 16
Castel Rigone 1 / 1 2 7
Ellera 1 / 1 2 9
Nero e Bianco (Strisce).png Vivi Altotevere Sansepolcro 1 / 1 2 4
Arrone 1 / / 1 6
Gubbio 1 / / 1 1
600px frame HEX-EE2528 stripes White HEX-07519F.svg Pierantonio Cosmos 1965 1 / / 1 3
600px Rosso e Bianco (strisce).png Tiferno Lerchi 1919 1 / / 1 1
Cesi / 3 / 3 6
Torgiano / 2 3 5 21
Subasio / 2 / 2 7
600px Bianco con diagonale Azzurro.png San Sisto / 1 3 4 22
600px Rosso e Verde.png Dinamo Terni / 1 1 2 3
Cannara / 1 / 1 20
Casacastalda / 1 / 1 1
600px Nero e Bianco.png Lama / 1 / 1 5
Blu e Rosso.png Castel del Piano / / 1 1 8
Arancione e Nero.svg Pozzo / / 1 1 4
600px Bianco e Azzurro2.svg Ventinella / / 1 1 4

Primati[modifica | modifica wikitesto]

  • Le squadre plurivincitrici dell'Eccellenza Umbria sono: Bastia (2), FC Castello Calcio (2), Foligno (2), Narnese (2), Orvietana (2), Pontevecchio (2), Todi (2) e Villabiagio (2).
  • Le squadre che hanno ottenuto più promozioni dall'Eccellenza Umbria verso la categoria superiore[38] sono: Bastia (2), FC Castello Calcio (2), Foligno (2), Narnese (2), Orvietana (2), Pontevecchio (2), Trestina[39] (2), Todi (2) e Villabiagio (2).
  • Le squadre che hanno vinto l'Eccellenza Umbria da neo-promosse sono: Pontevecchio (1991-1992), Todi (1999-00), Angelana (2001-02), Pierantonio (2010-2011), Foligno (2018-19) e Tiferno Lerchi 1919 (2019-20).
  • Le squadre che sono state promosse, compiendo il doppio salto dalla Promozione Umbria sono: Pontevecchio (1991-1992), Orvietana[40] (1993-1994), Todi (1999-2000), Angelana (2001-2002), Torgiano[41] (2006-2007), Pierantonio (2010-2011), Casacastalda[41] (2011-2012), Cannara[42] (2017-2018), Foligno (2018-19) e Tiferno Lerchi 1919 (2019-20).
  • Le squadre che hanno ottenuto la promozione vincendo i play-off nazionali sono: Cesi (1999-2000), Torgiano (2006-2007), Trestina (2010-2011) e Casacastalda (2011-2012).
  • Il Castel Rigone è l'unica squadra dell'Eccellenza Umbria ad essere stata promossa attraverso la Coppa Italia Dilettanti: nella stagione 2008-2009 infatti, pur avendo perso la finale con la Virtus Casarano, si è guadagnata ugualmente il diritto alla promozione, in quanto la società pugliese aveva già vinto il proprio campionato.
  • Le squadre plurivincitrici della Coppa Italia Dilettanti Umbria sono: Tiberis Macchie e Torgiano con 3 successi ciascuno.
  • Le squadre che sono riuscite a vincere nella stessa stagione le due competizioni sono: Foligno (2 volte: 2002-2003 e 2018-19), Gubbio (1996-1997), Narnese (2004-2005), Pontevecchio (2006-2007), FC Castello Calcio (2014-2015), Villabiagio (2016-2017) e Tiferno Lerchi 1919 (2019-2020).
  • Le squadre che nella stessa stagione sono riuscite a vincere oltre al campionato e alla coppa regionale, anche la Coppa Italia Dilettanti, sono: Pontevecchio (2006-2007) e Villabiagio (2016-2017).
  • Le squadre che hanno vinto la Coppa Italia Dilettanti Umbria per due stagioni consecutive sono: Tiberis Macchie (1992-1993 e 1993-1994) e Pontevecchio (2005-2006 e 2006-2007).
  • Il Bastia e il Deruta detengono il record di partecipazioni consecutive in Eccellenza Umbria: 17.
  • Le squadre che hanno vinto i play-off per più volte sono: Bastia (2), Deruta (2) e Torgiano (2).
  • Le squadre che vantano il maggior numero di partecipazioni ai play-off sono: Bastia (5) e Trestina (5).
  • La squadra che ha subito più retrocessioni è il Campitello (5).
  • La squadra che conta più apparizioni nei play-out è il Cannara (6, con quattro salvezze e due retrocessioni).
  • Nel 2008-2009, per la prima e finora unica volta, il campionato di Eccellenza Umbria ha avuto come epilogo uno spareggio: la gara in questione, disputata sul neutro di Ponte San Giovanni, ha visto la vittoria ai calci di rigore (dopo lo 0-0 al 120') del Group Città di Castello sul Castel Rigone.
  • Il maggior divario di punti fra prima e seconda classificata si è verificato nel 2003-2004, quando la Fortis Spoleto distanziò di ben 18 lunghezze l'Umbertide Tiberis (66 a 48).
  • Il Gubbio è la squadra con il miglior rapporto tra partecipazioni ed edizioni vinte: ha vinto infatti l'unica stagione disputata.
  • Le società non umbre che hanno partecipato al campionato di Eccellenza Umbria sono tre: una toscana; il Sansepolcro (club che vanta 4 presenze ed un successo nel 1993-1994) e due laziali; l'Ortana (che conta 9 presenze) e l'Atletico Orte (che conta 1 presenza) entrambi con sede ad Orte (VT).
  • Tra i club umbri professionistici solo il Perugia e la Ternana non hanno mai disputato l'Eccellenza Umbria, avendo sempre militato in categorie superiori.
  • Finora non si è mai verificato che nella stessa stagione 3 club umbri (numero massimo) riuscissero ad essere promossi.

Massimi e minimi[modifica | modifica wikitesto]

Positivi[modifica | modifica wikitesto]

Maggior numero di punti

Maggior numero di vittorie

Minor numero di sconfitte

  • campionati a 16 squadre: 0 su 30 - Nestor nel 1994-1995.
  • campionati a 18 squadre: 2 su 34 - Todi nel 2009-2010; Trestina nel 2007-2008.

Maggior numero di gol segnati

Minor numero di gol subiti

  • campionati a 16 squadre: 10 gol subiti - Nestor nel 1994-1995.
  • campionati a 18 squadre: 19 gol subiti - Trestina nel 2007-2008.

Negativi[modifica | modifica wikitesto]

Minor numero di punti

Minor numero di vittorie

  • campionati a 16 squadre: 0 su 30 - Juventina San Marco Pierantonio nel 1998-1999.
  • campionati a 18 squadre: 1 su 34 - Vis Pretola nel 2009-2010.

Maggior numero di sconfitte

  • campionati a 16 squadre: 23 su 30 - Pierantonio nel 2013-2014.
  • campionati a 18 squadre: 28 su 34 - Nocera Umbra nel 2007-2008.

Minor numero di gol segnati

  • campionati a 16 squadre: 11 gol segnati - Ortana nel 2005-2006.
  • campionati a 18 squadre: 13 gol segnati - Vis Pretola nel 2009-2010.

Maggior numero di gol subiti

  • campionati a 16 squadre: 77 gol subiti - Juventina San Marco Pierantonio nel 1998-1999.
  • campionati a 18 squadre: 64 gol subiti - Nocera Umbra nel 2007-2008.

Confronti extra-regionali[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione 1993-94 sono stati introdotti gli spareggi (o play off nazionali) fra le seconde dei 28 gironi di Eccellenza, che assegnano ulteriori 7 posti per la Serie D. Fino al 2000-01 era ammessa la 2ª classificata, dalla stagione successiva vi partecipa la vincitrice dei play off regionali a cui hanno accesso le squadre classificate dal 2º al 5º posto. Dal 2011-12 viene utilizzato il criterio del distacco dei 9 punti in classifica, al di sopra del quale la sfida play-off non viene disputata e la squadra meglio classificata accede alla fase successiva.

Precedenti play off nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2ª classificata Semifinali Finale Esito
1993-94 Orvietana Osimana-Orvietana 3-2 2-0 Ripescata
1994-95 Torgiano Vis Stella-Torgiano 1-0 2-2
1995-96 Foligno Foligno-Iglesias 4-1 0-1 Aglianese-Foligno 1-0 2-3 Ripescata
1996-97 600px Bianco con diagonale Azzurro.png San Sisto Carloforte-San Sisto 1-0 0-3 d.t.s. San Sisto-Grassina 0-0 0-0 d.t.s. 4-5 d.c.r.
1997-98 Bastia Bastia-Renato Curi 0-0 1-2
1998-99 Cesi Celano Olimpia-Cesi 1-1 0-0 Castrense-Cesi 4-1 0-2
1999-00 Cesi Cesi-Celano Olimpia 1-0 2-0 Ostia Mare-Cesi 2-1 0-2 Promossa
2000-01 Narnese Narnese-Val di Sangro 3-2 0-3
2001-02 Deruta Notaresco-Deruta 2-1 0-1 Deruta-Guidonia Villanova 1-4 1-3
2002-03 Bianco e Azzurro.svg Fortis Terni Fortis Terni-Grottammare 3-3 2-2
2003-04 Bastia Bastia-Tavolara 1-0 1-3
2004-05 Pontevecchio Meletolese-Pontevecchio 1-1 1-0
2005-06 Deruta Castelnuovese-Deruta 1-0 0-0
2006-07 Torgiano Torgiano-Fossombrone 0-0 1-0 Budoni-Torgiano 0-1 1-1 Promossa
2007-08 Group Città di Castello Boville Ernica-Group Città di Castello 0-0 1-1 d.t.s.
2008-09 Bastia Bastia-Fondi 2-3 0-1
2009-10 Voluntas Spoleto Jesina-Voluntas Spoleto 3-0 1-1 Ripescata
2010-11 Trestina Torres-Trestina 1-1 1-3 d.t.s. Lascaris-Trestina 1-2 2-3 Promossa
2011-12 Casacastalda Casacastalda-Tolentino 2-0 1-3 Sulmona-Casacastalda 0-1 1-1 Promossa
2012-13 Subasio Subasio-Correggese 1-1 0-0
2013-14 Giallo e Blu.png Vis Torgiano Vis Torgiano-Fertilia 1-2 1-1
2014-15 Todi Todi-Monticelli 1-0 0-2
2015-16 Subasio Rolo-Subasio 1-1 0-0 Subasio-Pineto 0-1 1-2
2016-17 Angelana Francavilla-Angelana 2-0 1-2
2017-18 Cannara Cannara-Rosselli Mutina 1-0 2-0 Torres-Cannara 1-0 4-4 Ripescata
2018-19 600px Nero e Bianco.png Lama Lama-Progresso 0-0 1-2
2019-20 Spoleto Non disputati a causa della pandemia di COVID-19
2020-21

Bilancio contro le altre regioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella sottostante è indicato il bilancio complessivo delle squadre umbre con i club delle altre regioni d'Italia nel corso dei play-off nazionali.

Saldo: Yes check.svg: positivo; Equals sign.svg: neutro; X mark.svg: negativo.

Squadra GC VC PC SC GF VF PF SF GT VT PT ST Q. E. Saldo
Abruzzo Abruzzo 8 4 3 1 8 2 1 5 16 6 4 6 4 4 Equals sign.svg
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 5 1 3 1 5 1 3 1 10 2 6 2 2 3 X mark.svg
Lazio Lazio 5 2 1 2 5 0 1 4 10 2 2 6 1 4 X mark.svg
Marche Marche 7 2 4 1 7 1 1 5 14 3 5 6 2 5 X mark.svg
Piemonte Piemonte 1 1 0 0 1 1 0 0 2 2 0 0 1 0 Yes check.svg
Sardegna Sardegna 7 4 2 1 7 1 2 4 14 5 4 5 4 3 Yes check.svg
Toscana Toscana 3 1 2 0 3 0 1 2 6 1 3 2 0 3 X mark.svg
Totale 36 15 15 6 35 6 9 20 72 21 24 27 14 22 X mark.svg

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal 2006-07 al 2009-10 e nel 2020-21 il campionato ha avuto 18 partecipanti.
  2. ^ Fino al 2000-01 era ammessa la 2ª classificata, dalla stagione successiva ottiene il diritto a partecipare la vincitrice dei play-off regionali.
  3. ^ a b Società militante in Promozione.
  4. ^ a b c d e Ripescata.
  5. ^ Promosso in Serie D come finalista della Coppa Italia Dilettanti, in quanto la vincitrice, Virtus Casarano, aveva vinto il proprio campionato.
  6. ^ Il Gualdo si fonde a fine stagione con il Casacastalda, già militante in Serie D, dando vita al nuovo Gualdo Casacastalda che s'iscrive alla Serie D 2013-2014.
  7. ^ Campionato dichiarato chiuso alla 23ª giornata a causa della pandemia di COVID-19.
  8. ^ Stagione interrotta per la Pandemia di COVID-19 del 2019-2020, non rientra tra le migliori seconde
  9. ^ È inclusa la stagione 2016-17, nella quale è stato escluso dal campionato dopo quattro rinunce a scendere in campo.
  10. ^ Sono incluse le stagioni disputate con le denominazioni di Grifoponte Torgiano e Vis Torgiano.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Società non più esistente.
  12. ^ Sono incluse le stagioni disputate con le denominazioni di Nuova Spoleto, Fortis Spoleto e Voluntas Spoleto.
  13. ^ Sono incluse le stagioni disputate con le denominazioni di Tiberis, Umbertide Tiberis e Tiberis Montecorona.
  14. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Assisiangelana.
  15. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Città di Castello.
  16. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Gualdo.
  17. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Vis Castelrigone.
  18. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Virtus La Castellana.
  19. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Arrone.
  20. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Fortis Terni.
  21. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Grifo Sant'Angelo.
  22. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Sansepolcro.
  23. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Trasimeno.
  24. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Vis Pretola.
  25. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Fontanelle Branca.
  26. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Dinamo Borgo Bovio.
  27. ^ È inclusa la stagione disputata con la denominazione di Ducato.
  28. ^ È inclusa la stagione disputata con il nome di Juventina San Marco Pierantonio.
  29. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di A.M. 98.
  30. ^ A.M.C. sta per Acquasparta Montecastrilli Casteltodino.
  31. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Vis Casa del Diavolo.
  32. ^ Sono incluse le stagioni disputate con la denominazione di Ficullese.
  33. ^ G.M. sta per Guardea Montecchio.
  34. ^ E' inclusa la stagione disputata con la denominazione di Julia Spello.
  35. ^ E' inclusa la stagione disputata con la denominazione di Atletico Montecchio.
  36. ^ E' inclusa la stagione disputata con la denominazione di Bastardo.
  37. ^ E' inclusa la stagione disputata con la denominazione di Pantalla.
  38. ^ Nel Campionato Nazionale Dilettanti fino al 1997-1998, in Serie D a partire dalla stagione successiva fino ad oggi.
  39. ^ Una ottenuta tramite play-off nazionali, l'altra vincendo il campionato.
  40. ^ Dall'Eccellenza al Campionato Nazionale Dilettanti tramite ripescaggio.
  41. ^ a b Vincendo i play-off nazionali.
  42. ^ Dall'Eccellenza alla Serie D tramite ripescaggio.
  43. ^ Il totale comprende la penalizzazione di 1 punto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]