Piero D'Inzeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piero D'Inzeo
Piero d'inzeo su the rock.jpg
Piero D'Inzeo su The rock, argento a Roma 1960
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Equitazione Equestrian pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Salto ostacoli
Palmarès
Giochi olimpici 0 2 4
Europei 1 2 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Piero D'Inzeo (Roma, 4 marzo 1923Roma, 13 febbraio 2014[1]) è stato un ufficiale dell'arma di cavalleria e cavaliere italiano, vincitore di sei medaglie ai Giochi olimpici in otto partecipazioni.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di famiglia molisana, con il fratello minore Raimondo D'Inzeo (1925-2013), anch'egli cavaliere, ma nelle file dell'Arma dei carabinieri[2], con il grado di generale di divisione, ha formato la coppia dei "fratelli invincibili" dell'equitazione italiana.

Hanno partecipato vittoriosamente a numerose gare in Italia e all'estero, e il loro punto di maggior gloria è quello raggiunto nei Giochi Olimpici di Roma del 1960, quando Raimondo conquistò la medaglia d'oro e Piero quella d'argento nel Gran Premio di salto ostacoli. Al temperamento irruente ed aggressivo di Raimondo, Piero contrapponeva maggiore tecnica e maggior calcolo.

Con sette titoli al Concorso ippico internazionale "Piazza di Siena" è il cavaliere più vincente di sempre in questa manifestazione.

Successivamente Piero D'Inzeo è stato presidente del Circolo ippico "Il Tricolore"[3], mossiere in due edizioni del Palio di Siena e istruttore di Natale Chiaudani e di molti altri rinomati cavalieri.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Note
1948 Giochi olimpici Regno Unito Londra Salto ostacoli individuale Rit.
Salto ostacoli a squadre Rit.
1952 Giochi olimpici Finlandia Helsinki Concorso completo individuale
Concorso completo a squadre Rit.
1956 Giochi olimpici Australia Melbourne Salto ostacoli individuale Bronzo [4]
Salto ostacoli a squadre Argento [4]
1958 Europei Germania Ovest Aquisgrana Salto ostacoli individuale Argento
1959 Europei Francia Parigi Salto ostacoli individuale Oro
1960 Giochi olimpici Italia Roma Salto ostacoli individuale Argento
Salto ostacoli a squadre Bronzo
1961 Europei Germania Ovest Aquisgrana Salto ostacoli individuale Argento
1962 Europei Regno Unito Londra Salto ostacoli individuale Bronzo
1964 Giochi olimpici Giappone Tokyo Salto ostacoli individuale
Salto ostacoli a squadre Bronzo
1968 Giochi olimpici Messico Città del Messico Salto ostacoli individuale
Salto ostacoli a squadre
1972 Giochi olimpici Germania Ovest Monaco di Baviera Salto ostacoli individuale 22º
Salto ostacoli a squadre Bronzo
1976 Giochi olimpici Canada Montreal Salto ostacoli individuale 25º
Salto ostacoli a squadre

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Croce al merito dell'esercito gold medal BAR.svg Croce d'oro al merito dell'esercito

"Ufficiale di cavalleria dalle straordinarie capacità tecniche e agonistiche, ha scritto alcune fra le pagine più gloriose dell'equitazione italiana di tutti i tempi. Personalita sportiva di valore assoluto, grazie alle preclare doti di uomo e soldato, ha conseguito risultati di eccellenza nelle varie competizioni nazionali ed internazionali a cui ha partecipato. Fulgido esempio di indiscusse ed eccezionali doti agonistiche, umane e professionali, con i suoi imumerevoli successi ha onorato lo Sport italiano, esaltando il prestigio all'immagine della cavalleria e dell'Esercito nel mondo". Italia e all'estero, 1948 - 1976.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ È morto Piero D'Inzeo: con Raimondo formò la coppia dei fratelli invincibili in Gazzetta dello Sport, 13 febbraio 2014. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  2. ^ Raimondo D'Inzeo. Ha dimostrato a tutti come si superano gli ostacoli, carabinieri.it, 2008. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  3. ^ IERI E OGGI - FESTA GRANDE AL TRICOLORE, equitando.com, 4 febbraio 2012.
  4. ^ a b Le prove di equitazione delle Olimpiadi di Melbourne 1956 vennero disputate a Stoccolma

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]