Giovanna Trillini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanna Trillini
Giovanna trillini.jpg
La Trillini con la maglia del Gruppo sportivo Forestale nei corridoi di uno studio televisivo nel 2004
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 164 cm
Peso 62 kg
Scherma Fencing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Fioretto
Ranking
Squadra Forestale
Palmarès
Giochi Olimpici 4 1 3
Mondiali 9 5 5
Europei 2 1 3
Giochi del Mediterraneo 1 0 1
Totale 16 7 12
Coppa del Mondo di scherma 4 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2007

Giovanna Trillini (Jesi, 17 maggio 1970) è una ex schermitrice e maestro di scherma italiana, specializzata nel fioretto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto la medaglia d'oro individuale alle Olimpiadi del 1992, e tre ori consecutivi dal 1992 al 2000 nella prova a squadre (a Barcellona 1992 con Francesca Bortolozzi, Diana Bianchedi, Margherita Zalaffi e Dorina Vaccaroni, a Atlanta 1996 con Francesca Bortolozzi e Valentina Vezzali e a Sydney 2000 con in squadra Diana Bianchedi e Valentina Vezzali).

La prova a squadre fu tolta dal programma olimpico dei Giochi del 2004 per far debuttare la sciabola femminile. Si aggiungono sempre alle olimpiadi, a livello individuale, un argento (a Atene 2004) e due bronzi (1996 e 2000) e a livello di squadra un bronzo (a Pechino 2008, in squadra con Valentina Vezzali, Margherita Granbassi e Ilaria Salvatori). Dopo Valentina Vezzali è l'atleta italiana che ha vinto più medaglie d'oro (4) ai Giochi olimpici di tutti i tempi.

I successi ai Campionati del Mondo cominciano con l'argento a squadre nel 1986 a Sofia. Fino al 2004, la Trillini ha conquistato 19 medaglie mondiali, di cui 9 d'oro: 2 individuali e 7 a squadre.

Ha vinto quattro volte la Coppa del Mondo (39 successi di tappa) e per sette volte è arrivata seconda, sempre dietro alla concittadina Valentina Vezzali. Entrambe sono rappresentanti della scuola iesina, fondata dal maestro Ezio Triccoli, uno dei centri della tradizione della scherma italiana, e assieme hanno dominato la scena del fioretto femminile negli anni novanta e negli anni duemila.

A livello individuale vanta anche una medaglia d'oro e due d'argento ai Mondiali Under 20, una d'oro ai Mondiali Cadetti, oro, argento e bronzo alle Universiadi, argento e bronzo agli Europei, nei quali ha vinto anche due ori a squadre. Ai campionati italiani si è imposta nel 1986 e nel 2002. È allenata dal maestro Stefano Cerioni.

È stata portabandiera azzurra durante la cerimonia d'apertura delle olimpiadi di Atlanta.

L'11 agosto 2008 si è qualificata per le semifinali di fioretto individuale dei giochi della XXIX Olimpiade. Nella finale per il terzo e quarto posto esce sconfitta per 15-12 dalla connazionale Margherita Granbassi. Dopo le gare, polemizza contro l'arbitraggio della semifinale, mirato, secondo lei, a impedire una finale con due italiane ed un eventuale podio tutto tricolore,[1] e annuncia il suo ritiro dalle gare.[2] Nella stessa edizione olimpica si aggiudica anche il bronzo a squadre, salendo in pedana per i quarti e le semifinali; in finale cede il posto ad Ilaria Salvatori.

Nel febbraio 2010 ritorna alle gare. Il 19 marzo di quell'anno torna sul podio in una prova di Coppa del Mondo, giungendo al 3º posto a Sharm El Sheikh. Nelle due stagioni successive il suo miglior piazzamento sarà il 7º posto nella prova di Danzica il 25 febbraio 2011.[3]

A fine dicembre 2012 la campionessa olimpica Elisa Di Francisca, anche lei jesina, annunciò l'accordo raggiunto con la Trillini per farsi seguire tecnicamente per la stagione 2013.[4]

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 ha sposato Giovanni Battista Rotella. Insieme hanno due figli: Claudia, nata il 12 settembre 2005 e Giovanni, nato il 1º agosto 2009. Entrambi i bambini sono nati all'ospedale di Senigallia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giochi Olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Mondiali di scherma[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Europei di scherma[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Giochi del Mediterraneo[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1º settembre 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giochi: Trillini manca la finale in Corriere dello sport, 11 agosto 2008. URL consultato l'11.08.2008.
  2. ^ Giovanna Trillini annuncia il suo ritiro dopo la finale a squadre in Lastampa.it, 11 agosto 2008. URL consultato il 16 febbraio 2010.
  3. ^ Giovanna Trillini in Fencers, http://www.fie.ch. URL consultato il 4 giugno 2013.
  4. ^ Scherma: Giovanna Trillini allenerà Elisa Di Francisca in scherma, Olimpiazzurra. URL consultato il 4 giugno 2013.
  5. ^ Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Giovanna Trillini. URL consultato il 10 aprile 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere dell'Italia ai Giochi olimpici estivi Successore
Giuseppe Abbagnale Atlanta 1996 Carlton Myers