Alessandra Sensini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandra Sensini
Alessandra Sensini.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Vela Sailing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Windsurf
Palmarès
Giochi olimpici 1 1 2
Mondiali 4 3 0
Europei 5 3 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 26 marzo 2011

Alessandra Sensini (Grosseto, 26 gennaio 1970) è una velista italiana, olimpionica di windsurf.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diplomata in ragioneria all'Istituto Tecnico Commerciale "V. Fossombroni" di Grosseto, inizia a praticare il nuoto all'età di sei anni, per poi passare alla pallavolo, alla corsa campestre e al basket. Nel 1982, grazie alle sorelle sale per la prima volta su una tavola da windsurf. Da quel momento inizierà a mietere successi, prima a livello italiano e poi a livello mondiale, quando nel 1987 si classifica terza ai Campionati del Mondo Giovanili.

Alle elezioni europee del 2009 si è candidata con il Partito Democratico nella circoscrizione Centro[1].

Nel 2013 partecipa alla seconda edizione del reality Pechino Express con il nuotatore Massimiliano Rosolino, formando la coppia de Gli Olimpionici. A causa di un infortunio, è costretta a ritirarsi nel corso della quinta puntata del programma. Nel mese di ottobre 2013 la rivista sullo sport femminile, MWS Massima Women in sport, le dedica la copertina e l'articolo principale: "Io Massima perché vado con il vento" dichiara la campionessa.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La sua prima partecipazione olimpica a Barcellona 1992 le frutterà solo un settimo posto, dopo essere stata a lungo in zona medaglia. Ad Atlanta 1996 arriva il primo successo olimpico, una medaglia di bronzo nel windsurf con la nuova classe Mistral. Quattro anni dopo, alle Olimpiadi di Sydney riuscirà a vincere la medaglia d'oro nella stessa classe.

Nel 2004 vinse il suo secondo titolo mondiale dopo quello conquistato nel 2000 e si presentò alle Olimpiadi di Atene come campionessa uscente e quindi tra le favorite nel Mistral. Arrivata all'ultima regata in testa alla graduatoria con una medaglia certa, le sarebbe bastato un quarto posto per confermare l'oro di Sydney. Nella medal race però, anche a causa della bonaccia, ottenne solo un settimo posto, che le consentì comunque di ottenere la medaglia di bronzo.

Nel 2006 si è laureata campionessa mondiale nella nuova classe RS:X che ha sostituito la Mistral. Proprio in questa nuova classe, nel 2008 ha vinto ai Giochi di Pechino la medaglia d'argento, quarto alloro olimpico di fila.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Risultato Gara
1996 Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta Bronzo Bronzo Classe mistral
2000 Australia Sydney Oro Oro Classe mistral
2004 Grecia Atene Bronzo Bronzo Classe mistral
2008 Cina Pechino Argento Argento Classe RS:X
1997 Campionati mondiali[2][3] Australia Perth Argento Argento Classe mistral
2000 Argentina Mar del Plata Oro Oro Classe mistral
2002 Thailandia Pattaya Argento Argento Classe mistral
2004 Turchia Smirne Oro Oro Classe mistral
2006 Italia Torbole Oro Oro Classe RS:X
2008 Nuova Zelanda Auckland Oro Oro Classe RS:X
2010 Danimarca Kerteminde Argento Argento Classe RS:X
1988 Campionati europei[4][5] Svizzera Svizzera Argento Argento Classe mistral
1997 Spagna Murcia Oro Oro Classe mistral
1998 Grecia Maratona Argento Argento Classe mistral
1999 Polonia Puck Bronzo Bronzo Classe mistral
2000 Spagna Cadice Oro Oro Classe mistral
2001 Francia Marsiglia Oro Oro Classe mistral
2002 Austria Neusiedlersee Oro Oro Classe mistral
2003 Italia Mondello Oro Oro Classe mistral
2007 Cipro Limassol Argento Argento Classe RS:X

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 3 ottobre 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[6].
Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1º settembre 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Europee: tutte le candidature, Corriere.it, 1º maggio 2009. URL consultato il 1º dicembre 2011.
  2. ^ Sailing World Championships - Women Mistral [collegamento interrotto]
  3. ^ Sailing World Championships - Women RS:X [collegamento interrotto]
  4. ^ Sailing European Championships - Women Mistral [collegamento interrotto]
  5. ^ Sailing European Championships - Women RS:X [collegamento interrotto]
  6. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Alessandra Sensini. URL consultato il 10 aprile 2011.
  7. ^ Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Alessandra Sensini. URL consultato il 10 aprile 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 121717641 LCCN: no2010101426