Kazuyoshi Miura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kazuyoshi Miura
Kazu Miura at Matsuda tribute match 20120122.jpg
Dati biografici
Nome Kazuyoshi Miura
三浦知良
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 176 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Yokohama FC Yokohama FC
Carriera
Giovanili
1973-1979
1979-1982
1982
1982-1986
Flag of None.svg Jonai
Flag of None.svg Jonai Jr.
Flag of None.svg Shizuoka Gakuen
Juventus-SP Juventus-SP
Squadre di club1
1986 Santos Santos 2 (0)
1986-1987 Palmeiras Palmeiras  ? (?)
1987 Matsubara Matsubara  ? (?
1987-1988 CRB CRB  ? (?)
1988-1989 XV de Jau XV de Jaú  ? (?)
1989 Coritiba Coritiba 21 (2)
1990 Santos Santos 11 (3)
1990-1992 Yomiuri Yomiuri 39 (9)
1993-1994 Verdy Kawasaki Verdy Kawasaki 58 (36)
1994-1995 Genoa Genoa 21 (1)
1995-1998 Verdy Kawasaki Verdy Kawasaki 95 (55)
1999 Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria 12 (0)
1999-2000 Kyoto Sanga Kyoto Sanga 41 (21)
2001-2005 Vissel Kobe Vissel Kobe 103 (25)
2005 Yokohama FC Yokohama FC 16 (4)
2005 Sydney FC Sydney FC 4 (2)
2006-2012 Yokohama FC Yokohama FC 177 (15)
2012 Azzurro e Bianco.svgEspolada Hokkaido 1 (0)
2013- Yokohama FC Yokohama FC 18 (2)
Nazionale
1990-2000
2012-
Giappone Giappone
Giappone Giappone
91 (56)
6 (1)
Palmarès
Coppa Asia.svg Coppa d'Asia
Oro Giappone 1992
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 luglio 2013

Kazuyoshi Miura (三浦知良 Miura Kazuyoshi?) (Shizuoka, 26 febbraio 1967) è un calciatore e giocatore di calcio a 5 giapponese, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Nobu Naiya, persona implicata con la yakuza, utilizza il cognome della madre.[1]

È sposato con la popstar giapponese Shitara Risako da cui ha avuto due figli.[senza fonte]

È ambasciatore dello Sport per l'UNESCO dal quale è stato premiato nel 1994 col Fair Play Award.[senza fonte]

Possiede un suo museo personale in Giappone dove vende gadget, documentari e libri da lui o su di lui scritti, tra cui il libro di fotografie chiamato Kazu in cui è stato immortalato da Herb Ritts.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Il periodo brasiliano[modifica | modifica sorgente]

Nel 1982 a 15 anni parte da solo per il Brasile e viene ingaggiato da una squadra professionistica del posto, il Clube Atlético Juventus.

Nel 1985 partecipa al campionato Under-21 dello stato di San Paolo in Brasile, divenendo così il primo giapponese di quel torneo. L'anno successivo viene ingaggiato dal Santos.

Al termine del campionato passa al Palmeiras per giocare un torneo in Giappone (la Kirin Cup) come tesserato professionista brasiliano.

Nel 1987 firma con la squadra brasiliana Sociedade Esportiva Matsubara, il campionato successivo passa invece al Clube de Regatas Brasil. Nel 1988 viene ingaggiato nel XV de Jau (nel campionato di San Paolo) dove tra l'altro segna contro il Corinthians diventando il primo giapponese a segnare al Corinthians.

Alla fine del 1988, dopo aver disputato la Copa União (la coppa più importante, il campionato disputato tra tutti gli stati del Brasile), viene premiato dalla stampa brasiliana come "terza migliore ala sinistra del campionato brasiliano".[senza fonte]

Nel 1989 è sotto contratto col Coritiba FC e vince il campionato dello stato di Paraná. Nel 1990 ritorna al Santos con cui disputa il suo ultimo campionato in Brasile.

Il ritorno in Giappone[modifica | modifica sorgente]

Dal 1990 al 1994 torna in Giappone nelle file dello Yomiuri (rinominatosi in Verdy Kawasaki in seguito all'acquisizione dello status di squadra professionistica) vincendo campionati, coppe e premi vari nonché entrando nella squadra olimpica e poi nazionale giapponese vincendo vari tornei continentali asiatici ed intercontinentali (Campionato Asia-Africa). In questo periodo sono numerosissime le sue apparizioni nelle partite all-stars in tutto il mondo.[senza fonte]

L'avventura italiana[modifica | modifica sorgente]

Nel 1994 firma un contratto con il Genoa, diventando il primo calciatore giapponese a giocare in Italia. Il più forte giocatore giapponese all'epoca[2] arrivò in Italia grazie a degli sponsor giapponesi che versavano un contributo in denaro alla società a ogni presenza del giocatore.[2]

Ha segnato col Genoa il 4 dicembre 1994 il gol del momentaneo vantaggio genoano nel derby stracittadino, poi vinto dai blucerchiati per 3-2, divenendo il primo calciatore giapponese ad aver giocato e segnato in Italia.[3] Durante il campionato subisce una grave frattura al volto dopo un'entrata di Franco Baresi nei primi minuti del primo tempo della prima partita di campionato contro il Milan, rimanendo in campo fino alla fine del primo tempo. Al suo rientro dopo varie operazioni chirurgiche e molte giornate, prima segna il gol già accennato in precedenza nel derby contro la Sampdoria, e poi gli vengono annullati in tre partite consecutive tre gol per fuorigioco.[senza fonte]

Nel 1995, durante la sua permanenza in Italia, si assenta dal Genoa per partecipare con la sua Nazionale alla Kirin Cup, che poi vince. Al suo rientro nei rossoblu ha perso il posto in squadra e così a fine campionato lascia l'Italia con 21 presenze.

Nuovamente in patria[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione successiva (1995-1996) Miura ritorna nel suo paese e firma con i Verdy Kawasaki. Lì gioca fino al 1998 conquistando numerosi campionati, Coppe dell'Imperatore, Kirin Cup e una decina di premi, titoli di capocannoniere, onorificenze sportive, attestati di Miglior giocatore asiatico e Miglior giocatore giapponese. Nello stesso anno ottiene con la sua Nazionale la prima e storica qualificazione al Mondiale. Veniva regolarmente chiamato a partecipare a tutti gli incontri della squadra FIFA World Stars.

Nella stagione 2005 ha giocato con la maglia blu-celeste del Sydney FC, squadra australiana che tra l'altro ha disputato la Coppa del Mondo per Club 2005 svoltasi proprio in Giappone a dicembre.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Coritiba: 1989
Yomiuri: 1990-1991, 1991-1992
Verdy Kawasaki: 1993
Verdy Kawasaki: 1992, 1993
Verdy Kawasaki: 1996
Croazia Zagabria: 1998-1999
Yokohama FC: 2006

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Giappone 1992

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1993
  • Miglior giocatore della Coppa d'Asia
Giappone 1992

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tokyo Vice, pag.410
  2. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 11 (1994-1995), Panini, 16 luglio 2012, p. 10.
  3. ^ AL FERRARIS KAZU' MIURA CON LA FAMIGLIA Genoacfc.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jake Adelstein, Tokyo Vice, Einaudi, 2011

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (ENJA) Sito ufficiale
  • (PT) Kazuyoshi Miura in Futpedia.globo.com, Globo Comunicação e Participações SA. (archiviato dall'url originale il 2008-2011).

Controllo di autorità VIAF: 171916933