J. League Division 1 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J. League Division 1 2012
2012年のJリーグ
Competizione J. League Division 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore J. League
Date dal 10 marzo 2012
al 1º dicembre 2012
Luogo Giappone Giappone
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Sanfrecce Sanfrecce
(6º titolo)
Retrocessioni Vissel Kobe Vissel Kobe
Gamba Osaka Gamba Osaka
Consadole Consadole
Statistiche (al 1º dicembre 2011)
Miglior marcatore Giappone Hisato Sato (22)
Incontri disputati 306
Gol segnati 855 (2,79 per incontro)
Pubblico 17 566
(57 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2011 2013 Right arrow.svg

La stagione 2012 è stata la ventesima edizione della J. League Division 1, massimo livello del campionato giapponese di calcio.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Le novità del campionato riguardano principalmente le date di svolgimento delle partite, anticipate a sabato per venire incontro alle esigenze delle squadre che avrebbero dovuto affrontare in settimana la AFC Champions League[1], e l'introduzione di "Adidas Tango 12" come pallone ufficiale della competizione[2]. Per quanto riguarda i diritti televisivi della competizione, viene rinnovato fino al 2016 l'accordo con SKY Perfect JSAT Corporation[3] che continua quindi ad affiancarsi a NHK e a Tokyo Broadcasting System.

Per quanto riguarda il calciomercato, le neopromosse rinnovano considerevolmente le loro formazioni puntando su elementi provenienti dal settore giovanile a scapito degli stranieri (Consadole Sapporo)[4][5] o dalla prima divisione (FC Tokyo[4][5], che decide di non confermare l'allenatore Kiyoshi Okuma assumendo il serbo Ranko Popović). Le due protagoniste della stagione precedente (Nagoya Grampus e Kashiwa Reysol) confermano i loro tecnici ed effettuano operazioni minori[5][4][5] (il Grampus riscatta Danilson Córdoba e promuove alcuni giovani del vivaio) così come gli Urawa Red Diamonds[5] che tuttavia assumono in panchina il serbo Mihailo Petrović proveniente dal Sanfrecce Hiroshima[6]. Molto attive furono l'Albirex Niigata e le due squadre di Osaka, che rinnovarono le proprie rose assicurandosi degli innesti provenienti prevalentemente dal campionato brasiliano[5].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Con 22 reti, il capitano del Sanfrecce Hiroshima Hisato Sato ottenne il titolo di capocannoniere del torneo.

Il campionato prese il via il 10 marzo: ai poco brillanti avvii di Kashima Antlers, Gamba Osaka e Yokohama F·Marinos (rimaste invischiate in zona retrocessione dopo pochi turni[7]) fece da contraltare la fuga del Vegalta Sendai che, assunto il comando solitario della classifica dopo quattro turni[8], ottenne dei risultati favorevoli negli scontri diretti (tra cui il 3-2 esterno contro i campioni in carica del Kashiwa Reysol[9] e il 4-0 casalingo contro il FC Tokyo[10]) che gli permisero di concludere il mese di aprile con sei punti di vantaggio sugli Urawa Red Diamonds e sul Sanfrecce Hiroshima[11]. Con l'inizio di maggio si fece avanti lo Shimizu S-Pulse che, vincendo lo scontro diretto esterno con la capolista del 6 maggio[12], si portò sino a -2 dalla vetta[13] per poi lasciare dopo due settimane il testimone al Sanfrecce[14]; la squadra mantenne il distacco di due punti sino alla vigilia dello scontro diretto in programma il 23 giugno, il cui risultato finale (2-2 con il Sanfrecce raggiunto da un gol di Wilson nel finale[15]) favorì il Vegalta Sendai[16], che arrivò al giro di boa con due punti di vantaggio sul Sanfrecce e cinque sugli Urawa Red Diamonds[17].

Il girone di ritorno iniziò con una bagarre in vetta tra Vegalta Sendai e Sanfrecce, con gli Urawa Red Diamonds ad assistere da vicino: raggiunto una prima volta il 14 luglio[18], il Vegalta Sendai respinse gli avversari dopo due settimane[19] per poi essere risucchiato l'11 agosto, in seguito ad una rocambolesca[20] sconfitta con il Consadole Sapporo[21]. Il Sanfrecce tentò quindi una fuga portandosi subito a +3 dalla seconda[22], ma subì un calo di rendimento che permetterà al Vegalta Sendai di annullare lo svantaggio e di passare in vetta nella giornata antecedente lo scontro diretto[23]. Prevalendo in casa per 2-1[24] il Sanfrecce riotterrà il comando della classifica: in seguito al contemporaneo calo degli Urawa Red Diamonds, sino ad allora rimasti a stretto contatto con la vetta[25], il Vegalta Sendai rimarrà come unica concorrente per la lotta al titolo riuscendo a riagganciare il Sanfrecce il 20 settembre[26] e a condividere il comando della graduatoria per tutto il mese di ottobre. Con l'inizio di novembre il Vegalta Sendai accusò un calo di rendimento infilando una serie di quattro partite consecutive senza vittoria: ciò permise al Sanfrecce di prendere il largo e di ottenere, con una giornata di anticipo[27], il suo sesto titolo nazionale (il primo da quanto è stato adottato il regime professionistico) nonché la qualificazione alla Coppa del Mondo per club in quanto squadra vincitrice del torneo organizzato dalla Federazione del Paese ospitante la competizione.

Il calo accusato in settembre dagli Urawa Red Diamonds e il recupero di numerose squadre sinora rimaste in penombra riaccesero la bagarre per l'ultimo posto valido per la qualificazione in AFC Champions League: a novanta minuti dal torneo la graduatoria vide infatti quattro squadre ancora in corsa, con l'esordiente Sagan Tosu favorito dalla situazione di classifica[27]. Le sconfitte di questi ultimi con gli Yokohama F·Marinos[28] e del Kashiwa Reysol (che riuscirà comunque ad ottenere il visto per la competizione continentale grazie al postumo successo in Coppa dell'Imperatore) con il Kashima Antlers[29] permetterà agli Urawa Red Diamonds, vincitori dello scontro diretto con il Nagoya Grampus[30], di ottenere il visto per la competizione continentale assieme al Sanfrecce e al Vegalta Sendai[31].

In coda si poté assistere alla graduale discesa del Vissel Kobe che, dopo un buon avvio, calò alla distanza sino a retrocedere all'ultima giornata in seguito ad una sconfitta contro un Sanfrecce Hiroshima ormai privo di obiettivi da raggiungere[32]. A trarre vantaggio da tale risultato sarà l'Albirex Niigata, in difficoltà malgrado una difesa tra le meno battute[31], ma non il Gamba Osaka che, pur risultando miglior attacco del torneo e godendo di una differenza reti favorevole, per tutto l'arco del campionato soffrirà di una crisi di risultati che le varrà la prima retrocessione della sua storia[31]. A chiudere la classifica fu il neopromosso Consadole Sapporo, che malgrado alcune vittorie prestigiose[20][33][34], non sarà mai in grado di lottare per la salvezza.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Sponsor tecnico Sponsor ufficiale Stagione 2011
Albirex Niigata Albirex Niigata dettagli Niigata Niigata Stadium Adidas Kameda Seika
Zen-Noh
Komeri
14° in J. League Division 1
Cerezo Osaka Cerezo Osaka dettagli Osaka Nagai Ball Gall Field Mizuno Yanmar
Kincho
Nippon Ham
Sanyu
12° in J. League Division 1
Consadole Consadole dettagli Sapporo Sapporo Dome Kappa Nitori
Japan Airlines
Sapporo Brewery
3° in J. League Division 2 (promosso)
Gamba Osaka Gamba Osaka dettagli Osaka Osaka Expo '70 Stadium Umbro Panasonic
Rohto
Daiken
3° in J. League Division 1
Jubilo Iwata Júbilo Iwata dettagli Iwata Yamaha Stadium Puma Yamaha
Hamamatsu
SALA
8° in J. League Division 1
Kashima Antlers Kashima Antlers dettagli Kashima Kashima Soccer Stadium Nike Lixil
Sumitomo Metals
Yellow Hat
Mitsui O.S.K. Lines
6° in J. League Division 1
Kashiwa Reysol Kashiwa Reysol dettagli Kashiwa Hitachi Kashiwa Soccer Stadium Yonex Hitachi
uVALUE
Campione del Giappone
Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale dettagli Kawasaki Todoroki Athletics Stadium Puma Fujitsu
SMBC
PFU
11° in J. League Division 1
Nagoya Grampus Nagoya Grampus dettagli Nagoya Mizuho Athletic Stadium Le Coq Sportif Toyota
Asin Seiki
Toyota Finance
2° in J. League Division 1
Omiya Ardija Omiya Ardija dettagli Saitama NACK5 Stadium Ōmiya Under Armour Fujihakuin
Flet's
Musashino Bank
NTT docomo
13° in J. League Division 1
Sagan Tosu Sagan Tosu dettagli Tosu Best Amenity Stadium Umbro DHC
SUMCO
Bridgestone
Best Amenity
2° in J. League Division 2 (promosso)
Sanfrecce Sanfrecce dettagli Hiroshima Hiroshima Big Arch Nike Edion
Mazda
7° in J. League Division 1
Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse dettagli Shizuoka Outsourcing Stadium Nihondaira Puma Suzuyo
Outsourcing
Ezaki Glico
Japan Airlines
10° in J. League Division 1
FC Tokyo FC Tokyo dettagli Tokyo Tokyo Stadium Adidas LIFEVAL
Mitsubishi
1° in J. League Division 2 (promosso)
Urawa Reds Urawa Reds dettagli Saitama Saitama Stadium 2002 Nike Ravas
Mitsubishi Motors
DHL
15° in J. League Division 1
Vegalta Sendai Vegalta Sendai dettagli Sendai Yurtec Stadium Sendai Asics Iris Ohyama
The 77 Bank
Yamaya
4° in J. League Division 1
Vissel Kobe Vissel Kobe dettagli Kobe Home's Stadium Kobe Adidas Rakuten
Kawasaki
9° in J. League Division 1
F·Marinos F·Marinos dettagli Yokohama Nissan Stadium Adidas Nissan
ANA
Life Plaza Holdings
5° in J. League Division 1

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sanfrecce Hiroshima 2012.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Albirex Niigata Albirex Niigata Giappone Hisashi Kurosaki (1ª-12ª)[35]
Giappone Masaaki Yanagishita (13ª-38ª)[36]
Omiya Ardija Omiya Ardija Giappone Jun Suzuki (1ª-13ª)[37]
Slovenia Zdenko Verdenik (14ª-38ª)[38]
Cerezo Osaka Cerezo Osaka[39] Brasile Sérgio Soares (1ª-23ª)
Brasile Levir Culpi (24ª-38ª)
Sagan Tosu Sagan Tosu Corea del Sud Yoon Jung-Hwan
Consadole Consadole Giappone Nobuhiro Ishizaki Sanfrecce Sanfrecce Giappone Hajime Moriyasu
Gamba Osaka Gamba Osaka Brasile José Carlos Serrão (1ª-3ª)
Giappone Masanobu Matsunami (4ª-38ª)[40]
Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse IranStati Uniti Afshin Ghotbi
Jubilo Iwata Júbilo Iwata Giappone Hitoshi Morishita FC Tokyo FC Tokyo Serbia Ranko Popović
Kashima Antlers Kashima Antlers Brasile Jorginho Urawa Reds Urawa Reds Serbia Mihailo Petrović
Kashiwa Reysol Kashiwa Reysol Brasile Nelsinho Baptista Vegalta Sendai Vegalta Sendai Giappone Makoto Teguramori
Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale Giappone Naoki Soma (1ª-7ª)[41]
Giappone Yahiro Kazama (8ª-38ª)[42]
Vissel Kobe Vissel Kobe[43][44] Giappone Masahiro Wada (1ª-5ª)
Giappone Ryo Adachi (6ª)
Giappone Akira Nishino (7ª-31ª)
Giappone Ryo Adachi (32ª-38ª)
Nagoya Grampus Nagoya Grampus Serbia Dragan Stojković F·Marinos F·Marinos Giappone Yasuhiro Higuchi

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

[45]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Giappone 1. Sanfrecce Sanfrecce 64 34 19 7 8 63 34 +29
2. Vegalta Sendai Vegalta Sendai 57 34 15 12 7 59 43 +16
3. Urawa Reds Urawa Reds 55 34 15 10 9 47 42 +5
4. F·Marinos F·Marinos 53 34 13 14 7 44 33 +11
5. Sagan Tosu Sagan Tosu 53 34 15 8 11 48 39 +9
6. Kashiwa Reysol Kashiwa Reysol 52 34 15 7 12 57 52 +5
7. Nagoya Grampus Nagoya Grampus 52 34 15 7 12 46 47 -2
8. Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale 50 34 14 8 12 51 50 +1
9. Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse 49 34 14 7 13 39 40 -1
10. FC Tokyo FC Tokyo 48 34 14 6 14 47 44 +3
11. Kashima Antlers Kashima Antlers 46 34 12 10 12 50 43 +7
12. Jubilo Iwata Júbilo Iwata 46 34 13 7 14 57 53 +4
13. Omiya Ardija Omiya Ardija 44 34 11 11 12 38 45 -7
14. Cerezo Osaka Cerezo Osaka 42 34 11 9 14 47 53 -6
15. Albirex Niigata Albirex Niigata 40 34 10 10 14 29 34 -5
1downarrow red.svg 16. Vissel Kobe Vissel Kobe 39 34 11 6 17 41 50 -9
1downarrow red.svg 17. Gamba Osaka Gamba Osaka 38 34 9 11 14 67 65 +2
1downarrow red.svg 18. Consadole Consadole 14 34 4 2 28 25 88 -63

Legenda:
      Campione del Giappone, ammessa alla AFC Champions League 2013 e alla Coppa del mondo per club 2012
      Ammesse alla AFC Champions League 2013
      Retrocessa in J. League Division 2 2013

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Kashiwa Reysol qualificata alla AFC Champions League 2013 come vincitrice della Coppa dell'Imperatore 2012

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Alb Cer Con Gam Jub Ant Rey Fro Gra Ard Sag San Shi Tok Red Veg Vis Yok
Albirex Niigata –––– 0-1 4-1 1-1 1-6 1-1 1-1 0-1 5-0 1-2 0-2 0-2 1-0 0-2 0-0 0-1 0-0 0-0
Cerezo Osaka 0-1 –––– 4-0 2-1 3-2 0-1 1-2 2-2 0-2 1-3 3-2 1-4 3-2 1-1 1-1 1-2 1-2 2-0
Consadole 0-1 1-0 –––– 0-4 0-0 0-0 0-2 2-3 2-1 0-5 2-3 1-3 0-2 0-1 1-2 2-1 2-4 0-2
Gamba Osaka 1-1 2-2 7-2 –––– 1-2 2-2 2-6 3-2 2-2 3-1 2-3 1-1 3-1 2-2 1-2 1-1 2-3 1-2
Júbilo Iwata 0-0 4-3 4-1 2-1 –––– 3-0 1-0 2-2 0-2 4-0 2-1 1-1 0-1 3-1 2-2 1-1 1-3 1-0
Kashima Antlers 0-1 3-2 7-0 5-0 2-1 –––– 2-0 0-1 2-3 1-0 0-0 2-2 1-2 5-1 1-3 3-3 1-0 1-2
Kashiwa Reysol 2-0 4-1 3-1 2-2 0-3 1-1 –––– 1-0 1-2 1-4 1-1 2-5 2-1 1-1 1-2 2-3 1-0 3-3
Kawasaki Frontale 1-0 0-1 1-0 2-3 4-3 2-2 0-2 –––– 0-1 4-1 1-2 1-4 2-1 0-1 4-2 3-2 0-1 0-0
Nagoya Grampus 2-1 0-1 3-1 0-5 2-0 1-2 1-0 2-3 –––– 0-0 1-0 1-2 1-0 1-0 1-2 0-0 5-1 1-1
Omiya Ardiya 1-1 0-3 2-1 1-0 2-0 0-0 2-4 0-2 1-1 –––– 1-0 1-2 1-0 0-1 2-0 1-3 2-2 0-0
Sagan Tosu 1-0 0-0 1-0 4-1 3-2 2-0 3-1 0-1 1-3 1-1 –––– 1-0 0-1 1-0 3-1 1-1 3-0 1-0
Sanfrecce 0-1 4-1 3-0 4-1 2-0 2-0 1-2 3-0 1-1 0-0 4-1 –––– 1-2 0-1 1-0 2-1 3-2 1-3
Shimizu S-Pulse 0-1 1-1 1-0 1-3 3-2 3-0 3-5 0-0 3-2 0-0 1-1 2-1 –––– 1-1 0-2 3-1 1-1 0-0
FC Tokyo 0-2 2-0 5-0 3-2 2-1 1-2 0-1 1-2 3-2 0-1 3-2 0-1 0-1 –––– 1-1 6-2 0-1 3-1
Urawa Reds 1-1 0-0 1-2 0-5 2-0 2-0 1-0 1-1 2-1 1-1 4-3 2-0 1-0 2-2 –––– 0-0 2-0 1-2
Vegalta Sendai 0-1 1-1 4-1 2-1 2-2 1-0 0-0 2-1 4-0 4-1 1-1 2-2 0-1 4-0 3-2 –––– 2-1 2-2
Vissel Kobe 1-0 2-3 2-1 1-1 1-2 1-2 3-1 3-3 0-1 3-0 0-0 0-1 0-2 0-1 1-0 0-1 –––– 1-2
F·Marinos 3-2 1-1 2-1 0-0 4-0 0-0 1-2 2-2 1-1 1-1 1-0 0-0 3-0 1-0 1-2 0-2 3-1 ––––

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[46] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª
 
Albirex Niigata 0 0 0 1 2 5 5 5 8 8 9 9 9 12 12 13 16 17 20 21 21 21 24 24 25 26 29 30 31 31 34 34 37 40
Cerezo Osaka 1 4 7 7 10 10 10 13 13 13 14 14 17 17 17 18 19 19 19 22 23 23 26 29 29 32 35 38 39 40 41 41 41 42
Consadole 1 1 1 1 1 1 1 1 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 7 7 10 10 10 10 10 10 10 13 14 14 14 14 14 14
Gamba Osaka 0 0 0 1 1 4 7 7 8 8 9 10 10 10 13 13 13 13 14 17 18 21 24 24 25 28 29 29 32 33 34 37 38 38
Júbilo Iwata 1 4 7 10 11 11 14 14 14 15 18 21 24 24 24 27 27 30 30 31 31 34 37 38 41 42 42 42 42 43 43 43 43 46
Kashima Antlers 0 0 0 1 1 4 7 10 10 11 11 14 17 17 18 19 22 25 26 26 29 29 29 30 33 33 34 37 38 38 39 40 43 46
Kashiwa Reysol 1 1 4 4 7 7 7 8 11 14 14 17 20 23 24 27 27 30 33 34 35 36 36 36 39 39 39 42 45 45 46 49 52 52
Kawasaki Frontale 3 6 6 7 7 7 10 10 13 16 16 19 22 25 26 26 27 27 30 31 31 32 32 32 33 36 39 39 39 40 43 46 49 50
Nagoya Grampus 3 3 6 7 10 13 14 14 15 15 18 18 18 21 24 25 28 29 29 32 32 32 35 38 41 41 41 42 45 46 49 52 52 52
Omiya Ardija 0 3 3 4 4 5 8 11 11 14 15 15 15 15 16 19 19 20 20 20 20 23 23 24 27 30 31 32 33 36 37 40 43 44
Sagan Tosu 1 1 4 7 7 10 13 14 15 16 17 17 20 20 21 24 24 27 28 31 34 34 35 38 38 41 41 41 41 44 47 50 53 53
Sanfrecce 3 3 6 9 12 12 13 16 16 19 19 22 25 28 29 30 33 36 37 37 40 43 43 44 47 50 53 54 54 55 58 58 61 64
Shimizu S-Pulse 0 3 3 6 9 12 12 15 18 21 22 22 23 23 24 24 25 25 25 28 31 34 34 37 38 38 41 44 45 48 48 48 48 49
FC Tokyo 3 6 9 9 12 12 12 12 12 15 18 21 22 22 25 25 28 28 28 29 30 30 33 36 37 37 40 40 41 44 44 44 45 48
Urawa Reds 0 3 6 7 10 13 13 16 16 17 18 21 22 25 26 27 30 31 34 35 35 38 41 42 45 45 48 48 48 49 49 52 52 55
Vegalta Sendai 3 6 9 12 13 16 19 22 23 23 24 27 27 30 31 32 35 36 37 38 38 39 42 45 45 48 48 51 54 55 56 57 57 57
Vissel Kobe 3 6 6 6 6 6 9 9 12 15 15 15 15 18 21 24 24 25 26 26 29 32 33 33 33 33 33 34 35 36 36 39 39 39
F·Marinos 1 1 1 2 3 4 4 7 10 13 16 17 18 21 22 23 24 27 30 31 34 35 35 35 35 38 39 40 43 44 47 47 47 50

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Vegalta Sendai 35 Sanfrecce 31
Sanfrecce 33 F·Marinos 29
Urawa Reds 30 Sagan Tosu 29
FC Tokyo 28 Kashiwa Reysol 25
Nagoya Grampus 28 Omiya Ardija 25
Kashiwa Reysol 27 Cerezo Osaka 25
Júbilo Iwata 27 Gamba Osaka 25
Kawasaki Frontale 27 Nagoya Grampus 24
Shimizu S-Pulse 25 Shimizu S-Pulse 24
Sagan Tosu 24 Albirex Niigata 24
Vissel Kobe 24 Kashima Antlers 24
F·Marinos 24 Kawasaki Frontale 23
Kashima Antlers 22 Urawa Reds 22
Cerezo Osaka 19 Vegalta Sendai 22
Omiya Ardija 19 FC Tokyo 20
Albirex Niigata 16 Júbilo Iwata 19
Gamba Osaka 13 Vissel Kobe 15
Consadole 4 Consadole 10

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Sagan Tosu 36 Sanfrecce 32
Vegalta Sendai 33 Kashiwa Reyol 29
Sanfrecce 32 Kawasaki Frontale 27
Júbilo Iwata 32 F·Marinos 25
Urawa Reds 30 Nagoya Grampus 25
F·Marinos 28 Urawa Reds 25
Nagoya Grampus 27 Albirex Niigata 25
Kashima Antlers 27 Shimizu S-Pulse 24
FC Tokyo 25 Vegalta Sendai 24
Shimizu S-Pulse 25 FC Tokyo 23
Kawasaki Frontale 23 Cerezo Osaka 21
Kashiwa Reysol 23 Omiya Ardija 21
Omiya Ardija 23 Vissel Kobe 21
Cerezo Osaka 21 Kashima Antlers 19
Gamba Osaka 19 Gamba Osaka 19
Vissel Kobe 18 Sagan Tosu 15
Albirex Niigata 15 Júbilo Iwata 14
Consadole 11 Consadole 3

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Sanfrecce (19)
  • Minor numero di sconfitte: Vegalta Sendai e F·Marinos (7)
  • Miglior attacco: Gamba Osaka (67)
  • Miglior difesa: F·Marinos (33)
  • Miglior differenza reti: Sanfrecce (+29)
  • Maggior numero di pareggi: F·Marinos (14)
  • Minor numero di vittorie: Consadole (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Consadole (28)
  • Peggiore attacco: Consadole (25)
  • Peggiore attacco: Consadole (88)
  • Peggior differenza reti: Consadole (-63)
  • Partita con più reti: Gamba Osaka-Consadole (7-2, 25 agosto 2012)
  • Miglior sequenza di partite utili: 9 (Vegalta Sendai, dalla 1ª alla 7ª gara)
  • Peggior sequenza di partite senza vittoria: Shimizu S-Pulse (10, dalla 10ª alla 19ª)[46]

Capoliste solitarie[46]

  • dalla 4ª alla 17ª giornata: Vegalta Sendai
  • 20ª giornata: Vegalta Sendai
  • dalla 21ª alla 23ª giornata: Sanfrecce
  • 24ª giornata: Vegalta Sendai
  • dalla 25ª alla 28ª giornata: Sanfrecce
  • dalla 31ª alla 34ª giornata: Sanfrecce

Classifica dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato sono state segnate 855 reti, per una media di 2,79 marcature ad incontro. Di seguito è riportata la classifica dei cannonieri:[47]

Gol Rigori Giocatore Squadra
22 2 Giappone Hisato Sato Sanfrecce Sanfrecce
19 0 Giappone Yohei Toyoda Sagan Tosu Sagan Tosu
14 0 Giappone Shingo Akamine Vegalta Sendai Vegalta Sendai
14 1 Brasile Leandro Gamba Osaka Gamba Osaka
13 0 Giappone Masato Kudo Kashiwa Reysol Kashiwa Reysol
13 1 Giappone Ryoichi Maeda Jubilo Iwata Júbilo Iwata
13 2 Giappone Genki Omae Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse
13 2 Brasile Wilson Vegalta Sendai Vegalta Sendai
Gol Rigori Giocatore Squadra
11 0 Giappone Yoichiro Kakitani Cerezo Osaka Cerezo Osaka
11 0 Giappone Shinzo Koroki Kashima Antlers Kashima Antlers
11 0 Giappone Akihiro Sato Gamba Osaka Gamba Osaka
10 1 Brasile Renatinho Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale
10 1 Brasile Leandro Domingues Kashiwa Reysol Kashiwa Reysol
10 0 Brasile Marquinhos F·Marinos F·Marinos
10 0 Giappone Kensuke Nagai Nagoya Grampus Nagoya Grampus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J1土曜、J2日曜…来季から原則固定決定
  2. ^ 2012Jリーグ公式試合球として“TANGO 12(タンゴ12)”を使用
  3. ^ J1・J2リーグ戦 2012~2016シーズン スカパーJSAT株式会社と放送権契約更新
  4. ^ a b c J. League 2012 - Transfers su Worldfootball/Weltfussball.net
  5. ^ a b c d e f J. League 2012 Transfers su footballdatabase.eu
  6. ^ このたび、サンフレッチェ広島は、契約満了に伴い、ペトロヴィッチ監督と来季の契約を更新しないことが決定いたしましたので、お知らせします。
  7. ^ J.League 2012 .:. 6. Round
  8. ^ J.League 2012 .:. 4. Round
  9. ^ Kashiwa Reysol vs Vegalta Sendai - 14th April 2012
  10. ^ Vegalta Sendai vs FC Tokyo - 21th April 2012
  11. ^ J.League 2012 .:. 8. Round
  12. ^ Vegalta Sendai - Shimizu S-Pulse 6th May 2012
  13. ^ J.League 2012 .:. 10. Round
  14. ^ J.League 2012 .:. 13. Round
  15. ^ Vegalta Sendai vs Sanfrecce Hiroshima - 23rd June 2012
  16. ^ J.League 2012 .:. 16. Round
  17. ^ J.League 2012 .:. 17. Round
  18. ^ J.League 2012 .:. 18. Round
  19. ^ J.League 2012 .:. 20. Round
  20. ^ a b Consadole Sapporo vs Vegalta Sendai - 11th July 2012
  21. ^ J.League 2012 .:. 21. Round
  22. ^ J.League 2012 .:. 22. Round
  23. ^ J.League 2012 .:. 24. Round
  24. ^ Sanfrecce Hiroshima vs Vegalta Sendai - 15th September 2012
  25. ^ J.League 2012 .:. 25. Round
  26. ^ J.League 2012 .:. 29. Round
  27. ^ a b J.League 2012 .:. 33. Round
  28. ^ Yokohama Marinos vs Sagan Tosu - 1st December 2012
  29. ^ Kashima Antlers vs Kashiwa Reysol - 1st December 2012
  30. ^ Urawa Red Diamonds vs. Kashima Antlers - 1st December 2012
  31. ^ a b c J.League 2012 .:. 34. Round
  32. ^ Vissel Kobe vs. Sanfrecce Hiroshima - 1st December 2012
  33. ^ Urawa Red Diamonds vs. Consadole Sapporo - 6th October 2012
  34. ^ Consadole Sapporo vs. Nagoya Grampus - 28th July 2012
  35. ^ 黒崎久志監督、西ヶ谷隆之ヘッドコーチ 辞任のお知らせ
  36. ^ 柳下正明監督 就任のお知らせ
  37. ^ 監督交代のお知らせ - 2012.05.29
  38. ^ 監督就任のお知らせ - 2012.06.04
  39. ^ 【12/08/26】監督交代のお知らせ
  40. ^ ガンバ大阪 コーチングスタッフの解任ならびに新コーチングスタッフ体制の発表 ならびに強化本部長の辞任について
  41. ^ 相馬直樹監督 契約解除のお知らせ
  42. ^ 風間八宏氏 監督就任のお知らせ
  43. ^ ヴィッセル神戸新監督に西野朗氏就任のお知らせ
  44. ^ 監督交代のお知らせ
  45. ^ J. League Division 1 - League Table 2012
  46. ^ a b c J. League 2012 su Worldfootball/Weltfussball.net
  47. ^ 2012 J.LEAGUE Division 1 - Scorers

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]