J. League Division 1 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J. League Division 1 2006
2006年のJ1リーグ
Competizione J. League Division 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 14ª
Organizzatore J. League
Date dal 4 marzo 2006
al 2 dicembre 2006
Luogo Giappone Giappone
Partecipanti 18
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Urawa Reds Urawa Reds
(6º titolo)
Retrocessioni Avispa Fukuoka Avispa Fukuoka
Cerezo Osaka Cerezo Osaka
Kyoto Purple Sanga Kyoto Purple Sanga
Statistiche
Miglior giocatore Giappone Túlio
Miglior marcatore Brasile Washington e Brasile Magno Alves (26)
Incontri disputati 306
Gol segnati 976 (3,19 per incontro)
Pubblico 18 292
(60 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1 1 Right arrow.svg

La stagione 2006 è stata l'undicesima edizione della J. League Division 1, massimo livello del campionato giapponese di calcio.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

Il campionato[modifica | modifica sorgente]

[1][2]

L'inizio del torneo registrò l'ascesa degli Yokohama F·Marinos, soli al comando a punteggio pieno dopo quattro giornate[3]. Dopo quattro giorni andò in scena il primo big match del torneo, contro gli Urawa Red Diamonds staccati di due punti: una vittoria per 3-1 proietterà questi ultimi in vetta alla graduatoria[4]. Nelle giornate successive i Red Diamonds diedero avvio alla fuga, inseguiti a breve distanza dai campioni in carica del Gamba Osaka, succedutisi nel frattempo agli Yokohama F·Marinos nel ruolo di principale concorrente alla lotta al titolo: approfittando di una sconfitta rimediata dalla capolista contro lo Shimizu S-Pulse al nono turno, i detentori del titolo prenderanno in comando solitario della classifica[5], perdendolo tuttavia dopo una settimana a causa di una sconfitta con l'Albirex Niigata[6]. L'inizio di maggio vide l'ascesa del Kawasaki Frontale che, dopo essere rimasto a ridosso della vetta, approfitterà di un calo di rendimento dei Red Diamonds per portarsi in vetta. Dopo aver respinto un primo attacco del Gamba Osaka (in testa al termine della quattordicesima giornata)[7], il Kawasaki Frontale concluderà il girone di andata in testa, a pari merito con gli Urawa Red Diamonds[8], nel frattempo ripresisi dal calo di rendimento.

L'inizio del girone di ritorno fu favorevole al Gamba Osaka, che prese immediatamente il comando della classifica[9]: dopo aver ricacciato indietro un aggancio da parte degli Urawa Red Diamonds[10], la capolista tenterà una fuga sino ad ottenere, alla ventiquattresima giornata, un vantaggio di tre punti dai diretti avversari[11]. In quel frangente, tuttavia, la capolista si bloccò ottenendo un punto nelle successive sei partite: ne approfittarono gli Urawa Red Diamonds, che nelle ultime quattro gare gestirono il vantaggio accumulato durante il periodo di calo degli avversari (sei punti)[12], ottenendo tuttavia il loro primo titolo all'ultima giornata, grazie ad una vittoria nello scontro diretto. In seguito a tale risultato il Gamba Osaka perse anche il secondo posto[13] in favore del Kawasaki Frontale, che avrebbe quindi beneficiato della nuova normativa regolamentare che avrebbe garantito l'accesso in AFC Champions League per le seconde classificate.

Il raggiungimento del secondo posto da parte del Kawasaki Frontale determinò inoltre la retrocessione diretta del Cerezo Osaka, che un anno prima aveva perso il titolo: dopo un girone di andata negativo[8], il Cerezo era riuscito a rimontare lo svantaggio sulle altre pretendenti alla salvezza, raggiungendo il posto valido per i playout a tre gare dalla conclusone del torneo[14], perdendolo infine all'ultima giornata in favore dell'Avispa Fukuoka, avvantaggiato da una migliore differenza reti[13]. I risultati del doppio confronto con il Vissel Kobe decreteranno infine il declassamento dell'Avispa. Chiuse la classifica il Kyoto Purple Sanga, che già alla penultima giornata risultava tagliato fuori da ogni possibilità di ottenere la salvezza[15].

Squadre partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Squadra campione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Urawa Red Diamonds 2006.

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Giappone 1. Urawa Reds Urawa Reds 72 34 22 6 6 67 28 +39
2. Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale 67 34 20 7 7 84 55 +29
3. Gamba Osaka Gamba Osaka 66 34 20 6 8 80 48 +32
4. Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse 60 34 18 6 10 60 41 +19
5. Jubilo Iwata Júbilo Iwata 58 34 17 7 10 68 51 +17
6. Kashima Antlers Kashima Antlers 58 34 18 4 12 62 53 +9
7. Nagoya Grampus E. Nagoya Grampus E. 48 34 13 9 12 51 49 +2
8. Oita Trinita Oita Trinita 47 34 13 8 13 47 45 +2
9. F·Marinos F·Marinos 45 34 13 6 15 49 43 +6
10. Sanfrecce Sanfrecce 45 34 13 6 15 50 56 -6
11. JEF United JEF United 44 34 13 5 16 57 58 -1
12. Omiya Ardija Omiya Ardija 44 34 13 5 16 43 55 -12
13. FC Tokyo FC Tokyo 43 34 13 4 17 56 65 -9
14. Albirex Niigata Albirex Niigata 42 34 12 6 16 46 65 -19
15. Ventforet Kofu Ventforet Kofu 42 34 12 6 16 42 64 -22
1downarrow red.svg 16. Avispa Fukuoka Avispa Fukuoka 27 34 5 12 17 32 56 -24
1downarrow red.svg 17. Cerezo Osaka Cerezo Osaka 27 34 6 9 19 44 70 -26
1downarrow red.svg 18. Kyoto Purple Sanga Kyoto Purple Sanga 22 34 4 10 20 38 74 -36

Legenda:
      Campione del Giappone e ammessa alla AFC Champions League 2007
      Ammessa alla AFC Champions League 2007
      Retrocessa in J. League Division 2 2007

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica dei marcatori[modifica | modifica sorgente]

Gol Rigori Giocatore Squadra
26 4 Brasile Washington Urawa Reds Urawa Reds
26 0 Brasile Magno Alves Gamba Osaka Gamba Osaka
20 3 Brasile Juninho Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale
18 1 Giappone Kazuki Ganaha Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale
18 0 Giappone Hisato Sato Sanfrecce Sanfrecce
Gol Rigori Giocatore Squadra
18 4 Brasile Lucas FC Tokyo FC Tokyo
16 0 Giappone Ryuji Bando Gamba Osaka Gamba Osaka
16 1 Giappone Ueslei Sanfrecce Sanfrecce
16 2 Corea del Sud Cho Jae-Jin Shimizu S-Pulse Shimizu S-Pulse
15 1 Giappone Ryoichi Maeda Jubilo Iwata Júbilo Iwata

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]