Clube Atlético Juventus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clube Atlético Juventus
Calcio Football pictogram.svg
CA Juventus logo.svg
Moleque Travesso.
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali
Dati societari
Città San Paolo del Brasile
Paese Brasile Brasile
Confederazione
Federazione Flag of Brazil.svg
Fondazione 1924
Presidente Brasile Armando Raucci
Stadio Conde Rodolfo Crespi
(2.730 posti)
Sito web www.juventus.com.br
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Clube Atlético Juventus o semplicemente Juventus è una squadra di calcio brasiliana della città di San Paolo del Brasile.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Fondata da un gruppo di dipendenti, tutti italiani, del cotonificio Crespi, il nome del club rappresenta un omaggio fatto dai dipendenti al proprietario dello stabilimento, Rodolfo Crespi, originario di Busto Arsizio, tifoso juventino e gran mecenate della squadra. Tuttavia il colore scelto per le maglie non fu bianconero, bensì granata e bianco. Il motivo fu che già molte squadre di San Paolo vestivano la casacca bianconera a strisce verticali (Corinthians, Ipiranga, Santos e altre ancora). Per superare l'impasse nella scelta dei colori sociali il C. A. Juventus decise di non mantenere nemmeno i colori utilizzati dalla squadra da cui derivava, il cotonificio Rodolfo Crrespi F.C., ossia il nero, rosso e bianco, colori peraltro già adottati dall'estinto São Paulo da Floresta e dallo S.C. Internacional. Su indicazione del Conte Rodolfo Crespi, che aveva già deciso la modifica del nome del club, si finì per optare per il granata e bianco, colori simili a quelli dell'altra squadra di calcio di Torino, città della Juventus.

La squadra del Clube Atlético Juventus prima di una partita del Campionato Paulista

La squadra diede del filo da torcere ai blasonati club della città paulista. Fu in occasione di una vittoria per 2-1 sul Corinthians che venne coniato da un giornalista il soprannome di "ragazzi terribili" (moleques travessos) che avrebbe accompagnato da quel momento in poi il club. Nel 1933 la società cambia nome adottando quello di "Clube atletico Fiorentino", adottando come proprio il simbolo del giglio e uniformi identiche a quelle del sodalizio del capoluogo toscano. Due anni dopo il club aderì al professionismo riacquisendo il vecchio nome, mentre il colore assunse la tonalità granata giunta fino ai giorni nostri.

Per tutti gli anni quaranta e cinquanta la squadra navigò fra la prima divisione e la seconda divisione del campionato di San Paolo. Fu in quell'epoca che, con la maglia della Juventus, fece il proprio esordio nel professionismo il grande Julinho.

Attualmente milita nel Campionato Paulista Serie A2.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nazionale

Regionale

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]