Ali Karimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore nato nel 1994, vedi Ali Karimi (1994).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ali Karimi
Ali-Karimi-2008-Semnan.jpg
Dati biografici
Nome Mohammad Ali Karimi Pashaki
محمد علی کریمی
Nazionalità Iran Iran
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Persepolis Persepolis
Carriera
Giovanili
1996-1998 Flag of None.svg Fath Teheran
Squadre di club1
1998-2001 Persepolis Persepolis 68 (9)
2001-2005 Al-Ahli Al-Ahli 85 (49)
2005-2007 Bayern Monaco Bayern Monaco 33 (3)
2007-2008 Qatar SC Qatar SC 27 (5)
2008-2009 Persepolis Persepolis 21 (5)
2009-2010 Steel Azin Steel Azin 40 (14)
2011 Schalke 04 Schalke 04 1 (0)
2011- Persepolis Persepolis 28 (12)
Nazionale
1998-2013 Iran Iran 123 (37)
Palmarès
Asian Games logo.svg Giochi asiatici
Oro Thailandia 1998
Coppa Asia.svg Coppa d'Asia
Bronzo Cina 2004
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 settembre 2012

Mohammad Ali Karimi Pashaki (persiano: محمد علی کریمی‎; Karaj, 8 novembre 1978) è un calciatore iraniano, centrocampista del Persepolis della Nazionale iraniana.

Eletto Giocatore asiatico dell'anno nel 2004, è considerato uno dei migliori calciatori asiatici di tutti i tempi ed è soprannominato il Maradona d'Asia.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato con Fath Teheran, Persepolis e Al-Ahly, si è trasferito al Bayern Monaco nel 2005. Nel 2007 firma un contratto biennale con il Qatar Sports Club e un anno più tardi è passato al Persepolis e successivamente allo Steel Azin.

Nell'agosto 2010 è stato licenziato dallo Steel Azin per non aver rispettato il digiuno durante il Ramadan.[1][2][3]

Il 31 gennaio 2011 viene acquistato dallo Schalke 04 - con un contratto che lo legherà al club tedesco fino al termine della stagione - ritrovando Felix Magath, suo allenatore ai tempi del Bayern.[4]

Complice l'esonero di Magath, esordisce con la maglia dello Schalke 04 solamente il 5 aprile 2011 in Champions League nella gara di andata dei quarti di finale contro l'Inter, sostituendo Raul[5].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato con la Nazionale nel 1998.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Persepolis: 1998-1999, 1999-2000
Persepolis 1998-1999
Al-Ahli: 2001-2002, 2003-2004
Bayern Monaco: 2005-2006
Bayern Monaco: 2005-2006
Schalke 04: 2010-2011

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1998
2003
2004

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2004
2004 (5 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Teheran, non rispetta il ramadan cacciato il "Maradona iraniano", il Giornale, 15-08-2010. URL consultato il 18-08-2010.
  2. ^ a b La stella d'Iran licenziata. "Non rispettava ramadan", la Repubblica, 15-08-2010. URL consultato il 18-08-2010.
  3. ^ Non rispetta Ramadan, Karimi licenziato, ANSA, 15-08-2010. URL consultato il 18-08-2010.
  4. ^ Schalke recruit Ali Karimi, FC Schalke 04, 31-01-2011. URL consultato il 02-02-2011.
  5. ^ Un crollo per 80 mila, Gazzetta dello Sport, 05-04-2011. URL consultato il 05-04-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]