Daptomicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Daptomicina
Daptomycin Ball et al.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C72H101N17O26
Massa molecolare (u) 1619,7086 g/mol
Numero CAS [103060-53-3]
Codice ATC J01XX09
PubChem 16129629
DrugBank BTD00111
Dati farmacologici
Categoria farmacoterapeutica antibatterico per uso sistemico
Modalità di
somministrazione
Endovenosa
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità nessuna
Legame proteico 90–95%
Metabolismo Renale (ipotetico)[1]
Emivita Dalle 7 alle 11 ore (fino a 28 ore in caso di indebolimento renale)
Escrezione Renale (78%; principalmente sotto la forma di farmaco inalterato); Feci (5.7%)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P ---[2]

La daptomicina è un nuovo antibiotico lipopeptidico utilizzato nella cura di certe infezioni causate da organismi Gram-positivi. È un composto esistente in natura, che si trova nel saprofago del suolo Streptomyces roseosporus. Il suo diverso meccanismo di azione lo potrebbe rendere utile nella cura di infezioni causate da batteri multi-resistenti. In Italia è commercializzato con in nome di Cubicin dalla Novartis.

Sviluppo e commercializzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il composto fu scoperto originariamente dai ricercatori della Eli Lilly and Company negli anni ottanta, che chiamarono il composto LY 146032.

Esso risultò promettente nelle fasi I e II dei test clinici per la cura di infezioni causate da organismi Gram-positivi. Tuttavia, una terapia a dosi massicce fu associata ad effetti avversi sui muscoli scheletrici, tra cui mialgia e potenziale miosite. Per questo motivo la Eli Lilly interruppe lo sviluppo del farmaco. I diritti dell'LY 146032 furono in seguito acquisiti dalla Cubist Pharmaceuticals nel 1997, che introdusse quindi sul mercato il farmaco con il nome commerciale di Cubicin, dopo l'approvazione della Food and Drug Administration (FDA) statunitense nel settembre 2003. Nell'Unione Europea e in diversi altri stati il Cubicin è commercializzato dalla Novartis, a seguito dell'acquisizione della Chiron Corporation, che possedeva in precedenza tali licenze.[3][4]

Farmacologia[modifica | modifica wikitesto]

La daptomicina ha un meccanismo di azione differenziato, che si basa sull'interruzione di molti aspetti funzionali diversi della membrana cellulare batterica. Sembra che si leghi alla membrana e causi una rapida depolarizzazione, provocando la perdita del potenziale di membrana. Si inibisce così la sintesi di proteine, DNA e RNA, provocando la morte della cellula batterica.[senza fonte]

L'attività battericida della daptomicina dipende dalla sua concentrazione. Si ha prova in vitro della sinergia con gli antibiotici beta-lattamici.[senza fonte]

Microbiologia[modifica | modifica wikitesto]

La daptomicina è attiva unicamente contro i batteri Gram-positivi Ha dimostrato attività in vitro contro gli enterococchi (inclusi gli enterococchi glicopeptide-resistenti - GRE), stafilococchi (incluso lo Staphylococcus aureus meticillino-resistente), streptococchi e corinebatteri. [senza fonte]

Uso clinico[modifica | modifica wikitesto]

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La daptomicina è utilizzata negli Stati Uniti per il trattamento delle infezioni della pelle causate da batteri Gram-positivi, come lo Staphylococcus aureus.

Efficacia[modifica | modifica wikitesto]

La daptomicina ha dimostrato di non essere inferiore alle terapie standard (nafcillina, oxacillina, flucloxacillina o vancomicina) nella cura di batteremia e endocardite localizzata sul lato destro, causata dallo Staphylococcus aureus.[5]

Durante la fase III delle sperimentazioni cliniche, dati circoscritti hanno mostrato che la daptomicina otteneva scarsi risultati in pazienti con endocardite dal lato destro. È inattivata da surfattanti polmonari e non è indicata per il trattamento della polmonite. La daptomicina non è stata studiata in pazienti con endocarditi della protesi valvolare o meningite.[6]


Dosaggio e forma[modifica | modifica wikitesto]

Per le infezioni della pelle e dei tessuti molli, la daptomicina è somministrata al dosaggio di 4 mg/kg per via endovenosa ogni 24 ore. Per lo Staphilococcus Aureus e le infezioni gravi e molto gravi la dose utilizzata è di 6 mg/kg endovena ogni 24 ore.

Il dosaggio della daptomicina deve essere ridotto nei pazienti con insufficienza renale. Non ci sono informazioni riguardanti il dosaggio nei pazienti minori di 18 anni.

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

Effetti collaterali associati all'uso della daptomicina includono:[7]

Ci sono testimonianze di miopatie e rabdomiolisi in pazienti che assumono contemporaneamente anche statine, ma non è chiaro se ciò avviene per effetto delle statine o se la daptomicina potenzia questi effetti. A causa degli scarsi dati statistici disponibili, le case farmaceutiche raccomandano di sospendere le statine durante l'assunzione di daptomicina.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Woodworth JR, Nyhart EH, Brier GL, Wolny JD, Black HR, Single-dose pharmacokinetics and antibacterial activity of daptomycin, a new lipopeptide antibiotic, in healthy volunteers in Antimicrob Agents Chemother, vol. 36, nº 2, febbraio 1992, pp. 318–25, DOI:10.1128/AAC., PMID 1318678.
  2. ^ Sigma Aldrich; rev. del 18.05.2013
  3. ^ Tally FP, DeBruin MF, Development of daptomycin for gram-positive infections in J Antimicrob Chemother., vol. 46, nº 4, ottobre 2000, pp. 523–6, DOI:10.1093/jac/46.4.523, PMID 11020247.
  4. ^ Charles PG, Grayson ML, The dearth of new antibiotic development: why we should be worried and what we can do about it in Med J Aust., vol. 181, nº 10, novembre 2004, pp. 549–53, PMID 15540967.
  5. ^ Fowler VG, Boucher HW, Corey GR, et al, Daptomycin versus standard therapy for bacteremia and endocarditis caused by Staphylococcus aureus in N Engl J Med., vol. 355, nº 7, agosto 2006, pp. 653–65, DOI:10.1056/NEJMoa053783, PMID 16914701.
  6. ^ Hompage del Cubicin
  7. ^ Daptomycin. In: Klasco RK, editor. Drugdex system, vol. 129. Greenwood Village (CO): Thomson Micromedex; 2006.