Nitrofurantoina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Nitrofurantoina
Nitrofurantoin.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H6N4O5
Massa molecolare (u) 238.16 g/mol
Numero CAS [67-20-9]
Codice ATC J01XE01
PubChem 5353830
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante

pericolo

Frasi H 302 - 317 - 334
Consigli P 261 - 280 - 342+311 [1]

La nitrofurantoina è un farmaco antibatterico della classe dei nitrofurani principalmente impiegato contro le infezioni urinarie. Si tratta di un chemioterapico azione antibiotica battericida o batteriostatica, a seconda della dose somministrata.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica sorgente]

La nitrofurantoina inibisce le funzioni del DNA e dell'RNA attraverso un meccanismo non del tutto chiarito, sebbene si ipotizzi che la bioriduzione del nitrogruppo sia una parte essenziale nel meccanismo d'azione. Gli acidi nucleici, specialmente tRNA, sono i target primari nella mutagenesi e carcinogenesi indotta dai nitrofurani; inoltre bloccano la sintesi dell'Acetil-CoA a partire dal piruvato, nei batteri.

Controindicazioni[modifica | modifica sorgente]

Controindicato in soggetti con insufficienza renale, da evitare in bambini piccoli (meno di 3 mesi) e soggetti affetti da carenza di G6PD (favismo)[2].

Dosaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Infezioni, 50 mg ogni 6 ore
  • Infezioni gravi e croniche, 100 mg ogni 6 ore a stomaco pieno

Effetti indesiderati[modifica | modifica sorgente]

Fra gli effetti collaterali più frequenti si riscontrano anoressia, vomito, nausea, diarrea, fibrosi polmonare, ittero, artralgie. Essi possono essere limitati in parte rallentando la velocità di assorbimento del farmaco includendolo in particelle rivestite di cera (Macrodantin).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 19.12.2012
  2. ^ JE. Gait, Hemolytic reactions to nitrofurantoin in patients with glucose-6-phosphate dehydrogenase deficiency: theory and practice in DICP, vol. 24, nº 12, dicembre 1990, pp. 1210-3, PMID 2089833.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.