Idrogenocarbonato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La formula di struttura dello ione idrogenocarbonato.

Lo ione idrogenocarbonato, noto anche come monoidrogenocarbonato, nonché col termine obsoleto di bicarbonato, è l'anione che deriva dalla prima dissociazione dell'acido carbonico.

Ha formula minima HCO3 e massa molecolare di 61,023 u. Secondo la nomenclatura IUPAC il nome è monoidrogenotriossocarbonato.

Data l'instabilità dell'acido carbonico - che di fatto in acqua non esiste - per la pratica è più facile considerare l'idrogenocarbonato derivante dalla reazione dell'anidride carbonica con acqua:

CO2 + 2 H2O ⇄ HCO3 + H3O+ pKa = 6,35

o dall'addizione di anidride carbonica al carbonato:

CO2 + CO32− + H2O → 2 HCO3

Inoltre si può ottenere anche gorgogliando CO2 in una soluzione tamponata a pH 8-9.

Generalmente l'idrogenocarbonato dà sali solubili soggetti ad idrolisi basica:

HCO3 ⇄ CO2 + OH pKb = 3,67

Per questo uno dei principali usi degli idrogenocarbonati è quello di basificanti a basso costo. Il prodotto industriale principale è il bicarbonato di sodio.

Significato diagnostico nel sangue[modifica | modifica wikitesto]

Normalmente nel plasma 95% di ione bicarbonato (HCO3), 5% anidride carbonica CO2 ed una piccolissima parte è sotto forma di acido carbonico H2CO3.

Il rapporto bicarbonato/acido carbonico rappresenta il sistema tampone dei liquidi exstracellulari (plasma, liquidi interstiziali) nel mantenimento dell'equilibrio acido-base e del pH (misura della concentrazione di ioni idrogeno).

Se il rapporto ione bicarbonato/CO2 disciolta si mantiene 20:1, il pH mantiene il valore fisiologico di 7,4.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ospedale Niguarda.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia